Mercoledì, 23 Ottobre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Capena sull’ottovolante: grande carattere contro un bel Foligno

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Una gara tra le mille emozioni, tutte grandi e belle, alla fine però a gioire sono le leprotte biancorosse che con calma, testa e tanta qualità hanno scalato una montagna davvero grande. Assenti Neka e Nicoletti per infortunio, la rosa per Mister Chiesa è a dir poco corta: in pratica un cambio solo con la classe 2003 Sechi a sfoderare carattere e caparbietà. L’inizio è di marca capenate con il gol al nono minuto di Csepregi che concretizza una bellissima discesa di Robeirete.

Uno a zero, sembra il preludio a una partita in discesa; nulla di tutto questo. Il pareggio di Acini in scivolata tarda neanche un minuto ad arrivare e piano piano il Foligno si prende campo, metri e gol. La squadra di Mister Boranga prende non solo coraggio, ma si butta praticamente nel fuoco accelerando e mettendo in grande difficoltà la formazione di Mister Chiesa soprattutto sul piano fisico. Una squadra, quella folignate, che sfrutta la corsa negli spazi con gli uno/due sulla sinistra ed è così che il vantaggio delle umbre non si fa attendere. Narcisi e Pellegrino in due minuti mandano sull’1-3 la squadra folignate che sul finire del primo tempo allunga addirittura sull’1-4.

Le biancorosse rientrano in campo nella seconda frazione completamente cambiate nella testa e nelle gambe. E la differenza si nota subito. Improvvisamente la qualità della squadra di Mister Chiesa viene tutta fuori, soprattutto quando il Foligno cala fisicamente e non riesce più a imporre la corsa e il fisico. Passano però quasi dieci minuti prima di accorciare le marcature: sarà Ribeirete che con una giocata personale mette all’angolino basso opposto. Un gran gol che sembra svegliare tutta la squadra: di lì in poi Annese sarà imprendibile, Csepregi un muro e Mercuri un motorino senza pause efficace nelle due fasi. Arriva così il 3-4 della numero dieci pugliese con un’azione splendida coronata da una finalizzazione da fuori precisa e ficcante. Il Foligno è stordito e il Capena ci crede neanche un giro di lancette che Annese si inventa tutta sola un gran gol: stop, finta e tiro all’angolino. Esplodono i pochi, ma calorosi tifosi biancorossi. Si va ai tempi supplementari con i falli (Capena a 5 e Foligno a 4) come spada di damocle sulla testa.



Con la rosa cortissima ci si aspetterebbe un caro drastico del Capena invece Mercuri e Annese raddoppiano la corsa, Csepregi butta il cuore oltre l’ostacolo e Ribeirete tira fuori tutta la qualità possibile. Così che proprio la brasiliana dopo due minuti su calcio di posizione di Csepregi dalla laterale insacca all’angolo basso opposto. È il primo vantaggio di giornata. Dopo un minuto scarso gli arbitri assegnano un tiro libero al Foligno per un fallo in scivolata di Csepregi a centro campo. Menichelli in porta si supera e respinge sulla sua destra il forte tiro della folignate. Sul capovolgimento di fronte il contropiede ben orchestrato di Csepregi fa arrivare una gran palla a Mercuri che butta giù la porta con un tiro da fuori che termina sotto gli incroci. Ormai la partita è in ghiaccio e all’ultimo c’è spazio per la tripletta personale di Ribeirete in scivolata dopo un’altra grande discesa di Csepregi. Il Città di Capena si qualifica al secondo turno con una fantastica vittoria e fa capire che nonostante le grandi assenze, la squadra c’è...eccome.

Ufficio Stampa

Author: AdminEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!