Sabato, 20 Luglio 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie B 2007-2008

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Arriva a Napoli la squadra di Bari che per prima ha bloccato sul pareggio la Carpisa in questa stagione La Pink Sport Time di Bari è stata la prima squadra, questa stagione, a interrompere la serie-record di vittorie della Carpisa Napoli, bloccando la squadra allenata da Barbara Nardi sullo 0-0. Le baresi hanno aperto l’unico momento di difficoltà della squadra partenopea nel corso della stagione, che ha portato le “tartarughine” a due pareggi consecutivi che l’hanno frenata momentaneamente nella corsa alla promozione. Il tempo, poi, ha dato ragione alla squadra del presidente Carlino, che ha ripreso la sua corsa e viaggia solitaria verso la serie A, ma le ragazze della Carpisa hanno voglia di rivincita dopo lo stop della gara d’andata. Non si teme quindi un rilassamento nell’undici napoletano, le ragazze si sono allenate bene durante la settimana ed hanno voglia di riprendersi i punti persi all’andata per aggiungere un altro pezzo alla costruzione della serie A, che lentamente si sta avvicinando. Unica assente, domenica prossima, sarà il centravanti Rosaria Fiengo, che ha subìto una distorsione al ginocchio nella gara di Coppa contro il Lecce. Per il resto, ranghi al completo per l’ultima gara ufficiale prima della pausa di Pasqua. Barbara Nardi presenta così la sfida di domenica: “Abbiamo voglia di proseguire il nostro lavoro per fare un altro passo verso la serie A. Questa stagione è stata, finora, ricca di soddisfazioni e vogliamo chiuderla nel modo migliore. Siamo quindi concentrate e non vogliamo farci sfuggire quest’occasione, anche perché dopo Pasqua troveremo l’Argentanese, che è una delle squadre più in forma del campionato”. La gara Carpisa Napoli – Pink Sport Time si giocherà domenica 16 marzo alle ore 15 al campo “Simpatia” di Pianura.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
CAMPIONATO SERIE B FEMMINILE – 17^ GIORNATA L’ASI SI ARRENDE ALLA CAPOLISTA MONTALE RANGONE – Trasferta amara per l’Asi in Emilia che torna a casa con l’ennesima sconfitta del torneo maturata contro la capolista Montale (in virtù del pareggio dell’Alessandria con il Franciacorta). Non cambia invece nulla per le ragazze di mister Bastrup, costrette a lottare per non retrocedere. Le grigioblu scendono in campo con l’ormai consolidato 4-5-1 con unica punta Madé supportata da Meroni, mentre in panchina debuttano le baby Magnani e Oliva. L’Asi si fa pericolosa al 7’ proprio con la sua veloce attaccante che servita in profondità da Barelli prova ad approfittare della posizione fuori dai pali di Maccari con un pallonetto che però finisce alto. Il Montale gioca bene, è ben messo in campo e quando attacca mette in difficoltà la retroguardia monzese. Al 16’ la pressione ospite da’ i suoi frutti: Veronico si incunea nella difesa monzese, Mattarel cerca di contrastarla commettendo, secondo l’arbitro, fallo. È Finelli ad andare sul dischetto e la numero 10 emiliana non sbaglia. L’Asi prova a reagire con un tiro da fuori di Colombo parato in due tempi da Maccari. Al termine del tempo le padrone di casa trovano anche il raddoppio con Fabbri. L’attaccante modenese viene servita in profondità verso il centro dell’area, la difesa ospite si fa sorprendere e Fabbri inscacca. Nella ripresa il Montale si limita a controllare, mentre l’Asi cerca di ridurre lo svantaggio ma lo fa con poca lucidità e si scopre in difesa. Al 73’ Finelli lancia in profondità Dell’Anna, il guardalinee ben appostato segnala la posizione irregolare dell’attaccante di casa, ma l’arbitro lascia proseguire il gioco.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Domina, continuano le belle prestazioni. Pokerissimo al Cosenza Dopo la sofferta e importante vittoria della settimana scorsa, la Domina si trova sul campo casalingo ad affrontare un'altra squadra che naviga nelle posizioni di centro classifica, il Cus Cosenza. Il match comincia con la Domina che, nonostante le assenze, scende in campo molto concentrata, pronta a dimostrare la propria voglia di portare a casa il risultato pieno. E’ il primo minuto quando sugli sviluppi di un angolo Cary ci prova con un tiro al volo, ma il portiere para. Nei minuti iniziali prova a farsi vedere anche il Cus, ma Cuoco compie una buona uscita al 6’ sui piedi della Gencarelli. Il pallino del gioco è in mano alla squadra di casa che, complice anche il nuovo modulo perfettamente disegnato da mister Romano, gioca bene e costruisce ottime trame. E’ il 25’ quando Maione lancia in profondità Vitale; il tiro del cobra viene respinto dal portiere, ma sul pallone vagante si avventa Di Natale che con un perfetto tap-in può festeggiare il primo gol in maglia granata. La velocità del numero 18 della Domina è una costante spina nel fianco per la difesa cosentina e, grazie alla sua velocità, Di Natale si trova al 28’ a tu per tu con Maraniello; purtroppo però il suo pallonetto rimbalza fino a colpire il palo strozzando in gola l’urlo dei supporters acerrani. Prima del 45’ la Domina ha altre due ottime opportunità al 33’ con Vitale e al 37’ con Maione ma nessuna delle due giocatrici riesce a mettere dentro il pallone del due a zero.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Torna capolista il Montale battendo in casa il Monza ma grazie anche al mezzo passo falso dell’ Alessandria, fermata in casa dal Franciacorta. La cronaca della partita vede un primo tempo ad altissimo livello del Montale, che fa sua la partita già dal 25’ con un rigore concesso a Veronico per atterramento in area, s’ incarica Finelli che trasforma con freddezza sulla destra. Il raddoppio arriva allo scadere del primo tempo con Fabbri lesta ad insaccare dopo una mischia in area. Il ritmo ha risentito della giornata primaverile, infatti le ragazze di Oprandi gestiscono il resto della partita senza correre grossi rischi, a parte in un’occasione quando Maccari salva la propria porta in tuffo sulla sinistra. La prossima domenica vede un turno di riposo, e si riprenderà con la sfida-derby con il Galileo ed un campionato sempre più interessante ai vertici, viste le tre squadre Montale, Alessandria e Canadese che comandano a 35 punti.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Una partita forse non bellissima dove, però, è prevalsa la grinta ed il carattere delle ragazze del Real Canavese Chivas. Contro un ostico e determinato Bogliasco Pieve (Ge), la squadra di casa ha conquistato sul campo tre punti che hanno concesso al Real di raggiungere la vetta della classifica a pari punti con Alessandria e Montale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Diciassettesima giornata generale, nel girone E, di serie B del gentil sesso calcistico con la capolista Calciosmania Napoli che vince la stracittadina partenopea in “trasferta” contro il Centro Ester Napoli per 5 a 0 e allunga il vantaggio. Grazie al contemporaneo pareggio della diretta inseguitrice Atletic Montaquila, a Fagnano, contro l'Udv Argentanese il Calciosmania adesso ha sei segmenti di vantaggio sulla seconda. Buon punto, dunque, per le esaresi che si tengono nella parte alta della graduatoria così come la Salernitana si tiene stretta la terza posizione vincendo a Matera contro la Cavaliere per 2 a 0. Male, invece, il Campobasso superato dall'Acese per 5 a 0 in casa mentre finisce 1 a 1 lo scontro diretto per la salvezza tra Pink Sport Time Bari e Real Marsico. Capitombolo anche per la Cascina Cus Cosenza che alle falde del Vesuvio cade per 5 a 0 sul campo della Domina Neapolis Acerrana. Cussine che nonostante tutto adesso detengono 5 unità sulla terzultima posizione e che dovranno ben presto ritornare a far punti ad iniziare dalla prossima sfida interna contro la temibile Acese. L'udv, invece, nella settima di ritorno farà visita al fanalino di coda C. Matera, la capolista Calciosmania riceverà la Pink Sport Time Bari, il Campobasso sarà di scena sul campo del R. Marsico, l'A. Montaquila ospiterà la Domina Neapolis A. e la Salernitana affronterà il casa il Centro Ester Napoli.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Le “tartarughine” impegnate in campionato in attesa della sfida di Coppa Italia contro il Lecce C’è aria di derby alla Carpisa Napoli. Domenica, infatti, la squadra allenata da Barbara Nardi sarà in campo contro il Centro Ester per la sesta giornata di ritorno del campionato di serie B. L’ampia vittoria interna contro Matera ha dato ulteriore fiducia alle ragazze del presidente Carlino, che cercheranno la vittoria per proseguire la marcia verso la serie A, con un orecchio al campo dell’Argentanese, dove sarà di scena il Montaquila. Partita difficile per i molisani, che rischiano molto; alla Carpisa lo sanno e cercheranno di restare concentrati per non farsi sfuggire l’occasione per allungare ulteriormente in testa in caso di risultato favorevole. L’Argentanese farà da arbitro in questa corsa alla promozione, perché a fine mese anche la Carpisa affronterà in trasferta la squadra calabrese, che già all’andata ha bloccato le azzurre sul pareggio. Per la gara di questa settimana, invece, la Carpisa si presenta con la rosa al completo, per cercare di vincere, come all’andata (7-1), il derby contro il Centro Ester. L’allenatore, Barbara Nardi, fa grande affidamento sullo splendido stato di forma del bomber della nazionale Valeria Pirone, autore di sei reti domenica scorsa contro Matera. E la gara servirà anche a testare la condizione in vista di domenica prossima, quando a Napoli arriverà il Lecce, squadra di serie A, per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Centro Ester - Carpisa Napoli si giocherà domenica 2 marzo alle ore 14.30 al campo “Centro Ester” di Barra.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Turno numero diciassette per il calcio cadetto del gentil sesso. Nel girone E, di serie B rosa la capolista Calciosmania Napoli sarà impegnata nella stracittadina partenopea sul campo del Centro Ester. Confida in questo match la diretta inseguitrice Atletic Montaquila impegnata però sul difficile campo di Fagnano contro un Udv che punta al podio finale per coronare una stagione più che positiva. Quattro le distanze tra le due prime della classe e con un turno che quest'oggi potrebbe socchiudere o riaprire il discorso promozione. E sempre in tema quartieri alti il Campobasso riceverà l'Acese mentre la Salernitana farà visita al fanalino di coda Cavaliere Matera. Nel discorso salvezza, invece, nuovo scontro diretto salvezza per la Cascina Cus Cosenza. Anche la squadra bruzia oggi sarà di scena alle falde del Vesuvio per vedersela contro la Domina Neapolis Acerrana e per tutelare il vantaggio di sei segmenti aventi sulla terzultima.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Partita disputata con grande energia fino all’ultimo minuto di gioco, quella di Domenica 24 Febbraio 2008, giocata nel campo comunale di Aci Sant’Antonio, terminata con la vittoria della quadra ospite, la Domina Neapolis Acerrana, squadra che ha battuto l’Acese anche in casa nel girone di ritorno per 3 a 0. Una squadra di uguale livello agonistico rispetto al calcio femminile acese, ma che ha approfittato di parecchie sviste arbitrali per giocare fallosamente durante l’intero arco della partita, oltre che dell’assenza di molte brave giocatrici. La partita dell’Acese, giocata in 11 e senza sostituzioni in panchina, ha risentito dell’assenza dell’attaccante Pecorino Meli e della giocatrice Assunta Randello, che non ha potuto essere in campo a causa della morte del padre (che si è ricordata osservando 1 minuto di silenzio prima del calcio di inizio). Molte azioni frutto di un fair play assente, sono passate impunite al fischietto dell’arbitro Robberto: 4 ammonizioni e 1 espulsione per le giocatrici di mister Romano (dell’Acerrana), che hanno fatto della sorpresa l’elemento chiave della partita. Al secondo minuto di gioco, infatti approfittano di un fuorigioco non fischiato, che le ragazze dell’acese stavano già segnalando durante l’azione, per arrivare davanti alla porta di Guerreggiante che non ha potuto respingere il tiro vicinissimo della maglia 9 del’Acerrana, Vitale.

Pagina 4 di 16

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!