Domenica, 16 Giugno 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie B 2007-2008

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Quattordicesima giornata generale, del girone E, del gentil sesso cadetto tra gol, conferme e allunghi. Seppur di misura va alla capolista Calciosmania Napoli lo scontro diretto promozione che si impone per 2 a 1 sula campo dell'Atletic Montaquila. Club partenopeo che vincendo allunga proprio sulle molisane a più quattro. Vincono entrambe, invece, le altre inseguitrici: la Salernitana in casa supera la Domina Neapolis Acerrana per 4 a 1 mentre il Campobasso, sempre sul suolo amico, si impone 2 a 0 sulla Pink Sport Time Bari. Discorso salto di categoria che a questo punto il Calciosmania dovrà ben gestire sino alla fine e dove a meno di grosse amnesie dovrebbe chiudere a proprio favore. Con la pesante sconfitta di ieri, invece, si allontana definitivamente l'Udv Argentanese che perde, in trasferta, per mano dell'Acese per 6 a 1.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Gli ultimi due recuperi, nel girone E, di serie B Donne, rinviati causa neve lo scorso 16 dicembre, e giocati ieri producono novità sostanziali in classifica. Periodo fatato per la Cascina Cus Cosenza che trascinata da una super Gencarelli vince anche il recupero, casalingo, contro il Real Marsico per 3 a 2 e schizza fuori dalla zona calda. Dopo aver fatto suo l'altro scontro diretto di Matera contro la Cavaliere, domenica scorsa, la squadra di mister Colasuonno si impone anche in casa contro le lucane grazie ad una doppietta dell'evergreen Gencarelli( sette marcature in due partite) e ad una rete della giovane e promettente Conte. Con sei punti in cinque giorni le bruzie, a quota 14, vantano ora un vantaggio di due segmenti sulla terz'ultima piazza occupata dalla Pink Sport Time Bari. E domenica prossima altro match con un'altra pretendente alla permanenza tra le cadette: la Cascina Cus Cosenza riceverà il Centro Ester Napoli che in caso di vittoria delle cussine potrebbe essere addirittura superato. La salvezza di Postorino e compagne passa, dunque, da una serie di gare mirate contro avversarie paritarie anche se qualche punticino contro le altre compagini bisognerà pur farlo per non incorrere in qualche scherzo finale Intanto per l'alta classifica va al Campobasso l'altro recupero che supera in casa la capolista Calciosmania Napoli. Molisane che si portano a 25 unità in condominio con la Salernitana e a meno sette dalla vetta.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
ASI SPRECONA, CAPITAN ZANGARI NON BASTA MONZA – L’Asi sbaglia l’inverosimile e, nonostante il gol di capitan Zangari in avvio di partita, viene punita da un pareggio immeritato. Le ragazze di mister Bastrup hanno infatti mostrato in campo i buoni progressi già evidenziati la scorsa settimana a Genova, ma pesano per le grigioblu le tante occasioni da rete create e non capitalizzate. Le monzesi prendono subito in mano le redini del gioco e al 8’ è Piccininno su punizione da posizione centrale ad avere una buona occasione, ma il suo tiro è centrale e finisce tra le braccia di Pagliassotto. Al 11’ arriva il vantaggio: Ronsivalle scambia con Zangari, il capitano delle padrone di casa si libera bene e dal limite dell’area lascia partire un destro imparabile per l’estremo difensore bianconero. L’Asi, trovato il vantaggio, continua a macinare gioco e a creare occasioni da gol. Al 25’ è pericolosa Piccininno con un tiro dal limite che però finisce alto sopra la traversa, mentre al 33’ è sull’asse Zangari-Barelli che l’Asi costruisce una palla gol nitidissima. Zangari serve in profondità la compagna che, dopo uno splendido movimento, si ritrova tutta sola davanti a Pagliassotto ma incredibilmente calcia alto. Al 44’ è ancora dai piedi di capitan Zangari (gol a parte, ottima prestazione la sua) che su corner Piccininno prova a sorprendere di testa la difesa avversaria, ma la sua incornata finisce di poco a lato. Quando sembrava ormai terminata la prima frazione di gioco, le ospiti trovano il pareggio. Cerizza e Margiotto si scontrano al limite dell’area, l’arbitro decreta la punizione (alquanto dubbia) per le bianconere che con Lo Sardo non sbagliano e pareggiano.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Seconda sconfitta consecutiva del Montale che si fa raggiungere in vetta dall’ Alessandria. Parte subito in salita la squadra modenese che dopo soli due minuti si trova in svantaggio grazie ad una punizione di Tiburzio. La reazione delle ragazze di Oprandi non si fa attendere ed al 18’ sempre su punizione, questa volta deviata dalla barriera, Finelli pareggia i conti. Al 27’ arriva il raddoppio per merito di Fabbri rapida ad insaccare dopo che Lazzaretti aveva respinto una punizione di Veronico. Il Montale va negli spogliatoi sul 3 a 0 grazie a Castellani che al 45’ in mischia mette di destro a fil di palo. Ma nel secondo tempo la partita cambia completamente, il Montale forse già convinto della vittoria smette di giocare e sale in cattedra il Franciacorta. Al 50’ accorcia le distanze Bonometti in contropiede ed al 93’ arriva la doppietta personale di Tiburzio, brava a calciare al volo un pallone già deviato. Le ospiti ci credono fino alla fine infatti proprio al 95’ Borghesi saltata Calloni entrata in scivolata, a tu per tu con Maccari non sbaglia.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La “settimana terribile” della Carpisa Napoli non poteva iniziare meglio. Le “tartarughine” hanno infatti vinto con ampio margine la gara casalinga contro il Real Marsico (5-1 il risultato finale) ed hanno potuto approfittare del mezzo passo falso interno dell’Atletic Montaquila (2-2 contro la Salernitana) per riappropriarsi della vetta della classifica, nonostante una gara in meno disputata (32 punti contro 31).La gara di ieri si è subito sbloccata grazie ad un rigore trasformato da Criscuolo dopo soli dieci minuti. A cavallo tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa la Carpisa ha messo al sicuro il risultato con la coppia d’attacco Fiengo-Pirone (un gol a testa) e, pur subendo subito dopo un rigore, trasformato da Fundone, la squadra ha controllato agevolmente la partita, chiudendo con la doppietta personale della nazionale Pirone e con una splendida rete su punizione di Valentina Esposito, a segno per la seconda gara consecutiva.L’allenatore della Carpisa, Barbara Nardi, era molto soddisfatta a fine gara: “Abbiamo giocato davvero bene ed abbiamo ritrovato il nostro bomber, la “zanzara” Fiengo (nella foto). Ha giocato una gran partita con degli ottimi spunti ed ha segnato un gran gol.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Tredicesima giornata generale, nel girone E, di serie B donne tra sorpassi e pareggi e ritorno in vetta del Calciosmania Napoli che batte, in casa, il modesto Real Marsico per 5 a 1. L'Atletic Montaquila, invece, impatta sempre sul suolo amico per 2 a 2 contro l'arcigna Salernitana. Calciosmania che giovedì 31 gennaio prossimo potrebbe ancora allungare il vantaggio nel recupero di Campobasso. Di certo la gara sarà più difficile e con le molisane fermate ieri da un Udv Argentanese di rimonta sul 3 a 3. Avanti di due reti il Campobasso si fa rimontare grazie alle marcature delle esaresi siglate da Mirafiore e Arena. Tornate in vantaggio le molisane vengono nuovamente raggiunte da una rete di Fiorentino all'ultimo secondo di gara. Pareggio questo che distanzia dalla vetta ancor più esaresi e molisane ma con quest'ultime che possono rientrare nei giochi promozione battendo le partenopee nel recupero. Intanto, per le zone calde vince la Cascina Cus Cosenza per 4 a 0 sul campo del fanalino di coda Cavaliere Matera grazie ad una quaterna della sempre verde Gencarelli. Anche le cussine giovedì prossimo 31 avranno un recupero vitale e casalingo che potrebbe vederle uscire dalle sabbie mobili. Al momento a meno uno dal quart'ultimo posto le bruzie possono in questa fase accumulare un vantaggio considerevole per il capitolo permanenza dove sembrano essere tre le concorrenti per un solo posto salvezza.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
agonismo e ritmo da entrambe le squadre, la differenza nel risultato è stata un’autorete del Real Canavese Chivas. Per quasi mezz’ora le squadre hanno cercato di imporre sulle avversarie il proprio gioco creando diverse occasioni pericolose. Apre Melillo (R) al 14’pt con un tiro che, però, poco impensierisce il portiere dell’Alessandria e Visconti (R) che non riesce a fare di meglio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La squadra domenica ospita il Real Marsico, poi è attesa da una doppia trasferta (giovedì e la successiva domenica) contro Campobasso e Montaquila Sarà questa la settimana più importante della stagione per la Carpisa Napoli Calciosmania. Le “tartarughine” sono infatti attese da tre incontri in sette giorni e, nel caso in cui riuscissero a portare a casa il bottino pieno, potrebbero guardare alle restanti gare della stagione con maggiore tranquillità. Per iniziare, domenica arriva a Napoli il Real Marsico, squadra che difficilmente potrà creare grandi problemi alle partenopee. All’andata finì 0-5 per le azzurre, con doppietta di Fabiana Pastorini. Questo match sarà importante perché, riuscendo a mettere presto il risultato al sicuro, il tecnico Barbara Nardi potrà gestire le sue ragazze in vista della doppia, impegnativa trasferta del prossimo fine settimana. La squadra andrà infatti giovedì a Campobasso per il recupero dell’undicesima giornata (rinviata per neve a dicembre), per poi giocare, sempre in trasferta, a Montaquila la domenica successiva, nella sfida al vertice che dirà quale delle due squadre avrà maggiori possibilità di essere promossa in serie A. Barbara Nardi si sofferma su questa settimana cruciale che attende la sua squadra: “Sicuramente sarò costretta a fare delle scelte e a far ruotare le ragazze, già a partire da questa domenica. Ma sono tranquilla perché questa settimana abbiamo lavorato bene, con serenità e in allegria. Le ragazze sono consapevoli dell’importanza di questo momento della stagione e sono concentrate per poter dare il massimo in queste gare che ci aspettano”. Carpisa Napoli Calciosmania – Real Marsico si disputerà domenica 27 gennaio alle ore 14.30 allo stadio “Simpatia” di Pianura.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
TRASFERTA AMARA PER L’ASI IN LIGURIA Sconfitta immeritata per le ragazze di mister Bastrup in trasferta in Liguria contro il Multedo. Per quanto visto in campo e per le occasioni create dalle due formazioni, un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma alla fine le genovesi conquistano i tre punti con cinismo e determinazione. Le granata infatti passano alla prima sbavatura delle monzesi che non sono altrettanto brave a capitalizzare le occasioni concesse loro. La formazione messa in campo da Ulla Bastrup, orfana di Baraggia e Confalonieri messe ko dall’influenza, parte bene e ha subito un’occasione con Meroni che al 10’ lanciata in direzione della porta viene fermata per una dubbia posizione di fuorigioco. Al 20’ le padrone di casa passano: Germani va via sulla destra, mette in mezzo un cross per la testa di Dangino, Salsano sbaglia il tempo dell’uscita e per la centrocampista granata è facile insaccare nella porta monzese. Nonostante il gol subito le ospiti non demordono e al 23’ con Zangari sfiorano il gol: Fortunato lancia dalla tre quarti, Picasso liscia la palla che arriva sui piedi del capitano grigioblu che da posizione invitante spara la palla a lato. Al 27’ è Piccininno a cercare il pareggio servita in verticale da Ronsivalle, ma il suo tiro non trova la porta. Sul finale della prima frazione è invece il Multedo ad andare vicinissimo al gol con un’azione molto simile a quella che aveva portato al vantaggio le padrone di casa. Rullo crossa dalla destra sul palo lungo dove è ben posizionata Dangino che però colpisce la sfera mandandola fuori. La ripresa si apre con le ospiti voltate all’attacco in cerca del pareggio, le due squadre si allungano e il Multedo si chiude bene in difesa cercando di pungere in contropiede con la velocità di Germani e Carino. L’occasione più ghiotta per la squadra ospite arriva al 75’ e capita sui piedi di Piccininno che dal limite dell’area sfiora l’incrocio dei pali. Niente da fare però per l’Asi che torna dalla Liguria con una sconfitta immeritata.

Pagina 7 di 16

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!