Venerdì, 21 Febbraio 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Stagione 2007/2008

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
I primi novanta minuti della sfida Reggiana Munarini- Fiammamonza si chiudono in parità Pareggio a reti bianche quindi nella partita di andata dei quarti di finale di Coppa Italia. Il verdetto per chi passerà il turno e' pertanto rimandato tra dieci giorni, Sabato 10 Maggio, quando allo stadio Sada di Monza andra' di scena il match di ritorno. Nella gara odierna prevale caldo e tatticismi che rendono l'incontro non troppo veloce ma comunque abbastanza bello. All'inizio le due squadre provono a giocare, ognuna con l'obiettivo di portare a casa l'intera posta in palio ma con il passare dei minuti viene a prevalere la paura primaria di non prenderle per giocarsi poi tutto nella prossima gara. E' cosi' ne nasce un incontro giocato prevalentemente a centrocampo con poche vere azioni da rete ed in linea di massima con continui cambi di fronte. A sprazzi cerca di far gioco il Monza ma in altri momenti di gara e' la Reggiana Munarini che prende in mano il centrocampo e amministra la palla. Brave le ragazze granata per uno 0-0 contro una squadra che fin ad oggi era risultata la bestia nera delle emiliane. Non si e' vinto ma anche non subire gol e' un buon inizio per andarsi a giocare il passaggio del turno a Monza. Ancora tutto aperto per accedere alle semifinali...poi vinca il migliore

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
TROPPO FORTE, LA TORRES PASSA A NAPOLI La proibitiva gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia non lascia scampo alla Carpisa, contro la seconda forza del calcio femminile italiano Che fosse una gara difficile si sapeva. E la Torres, giunta a Napoli per disputare la gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia, non ha fatto sconti alla Carpisa, superandola con un perentorio 0-6, che ha definitivamente spento le speranze delle napoletane di proseguire il cammino nella seconda competizione nazionale, dopo aver vinto il campionato di serie B. Sarà, infatti, quasi impossibile riuscire a recuperare in Sardegna, tra dieci giorni, il risultato per passare al turno successivo, ma di certo non è questo risultato negativo a rovinare una stagione che ha regalato tante soddisfazioni e tanti record alla squadra partenopea, che a questo punto può iniziare già a programmare la prossima stagione nella massima serie. Il tecnico delle “tartarughine”, Barbara Nardi, a fine gara ha così commentato: “Ci aspettavamo di non potercela giocare alla pari, anche perché per loro questo è un obiettivo primario e sono venute a Napoli con la squadra al completo. Noi abbiamo retto bene per i primi 20 minuti, poi non c’è stata più partita, anche perché loro hanno mostrato una preparazione atletica davvero ottima

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il ciclone Bonetti si abbatte sul Sezze e porta la Riozzese a un passo dalla sua prima storica semifinale di Coppa Italia. Troppo ampio il divario emerso tra le due squadre (due categorie di differenza, le laziali militano in Serie B) per non attendersi un esito diverso. La formazione di Lanzani ha avuto comunque il merito di forzare sin dall’inizio mettendo subito sotto le avversarie che per i primi 45 minuti non hanno potuto far altro che cercare di contenere, peraltro con scarsi risultati, la furia rosanero.Che la giornata non fosse delle più propizie per la squadra laziale lo si capisce già dopo 3' quando Bonetti è imbeccata da Piccinno e con un’autentica sassata chiama alla respinta con i pugni il portiere ospite. Passa un minuto e la Riozzese si porta in vantaggio proprio grazie a Bonetti che..

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il Bardolino ipoteca la semifinale. Ultimi minuti fatali per il Tavagnacco La squadra friulana gioca alla pari, ma è punita dagli episodi Il Bardolino Verona si conferma come la formazione migliore del lotto infliggendo un perentorio 6-1 al Tavagnacco che vale ben più di mezza semifinale di Coppa Italia. Per le friulane un risultato a dir poco penalizzante visto l’ottimo primo tempo giocato e le occasioni create dalla squadra di mister Bearzi. Le gialloblu hanno giocato alla pari delle Campionesse d’Italia per lunghi tratti di gara e sono arrivate vicine al pareggio con Mauro che ha centrato il palo a portiere battuto. Sul rovesciamento di fronte le veronesi hanno trovato il 3-1 con Gabbiadini e, in un finale-incubo dove il Tavagnacco ha peccato di personalità non riuscendo a gestire il risultato, le Venete sono andate a bersaglio per tre volte nel giro di dieci minuti. Discorso qualificazione chiuso e grande rammarico tra le fila gialloblu per una gara che doveva essere gestita nell’ottica del doppio confronto e che invece si è rivelata decisiva. Il ritorno in Friuli diventa, a questo punto, una mera formalità.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Vince la Roma ma al turno successivo si qualificano le sarde. Gara vivace e combattuta che vede in campo due squadre di alto livello. Vincere con la Torres era riuscito solo al Bardolino, ma questa Roma sta crescendo giorno dopo giorno e fa pregustare agli appassionati, gare degne dell'appena conquistata serie A. Entrambi le squadre vogliono vincere e danno vita ad una bella gara.Tante le occasioni create sia dalle sarde che dalle romane e il goal arriva quando ormai, per l'equilibrio mostrato in campo, nessuno se lo aspetta più. Gara vivace e combattuta che vede in campo due squadre di alto livello. Vincere con la Torres era riuscito solo al Bardolino, ma questa Roma sta crescendo giorno dopo giorno e fa pregustare agli appassionati, gare degne dell'appena conquistata serie A.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
PROSEGUE IL CAMMINO DELLA CARPISA NAPOLI IN COPPA ITALIA, GIOVEDÌ ARRIVA LA TORRES Nonostante la sconfitta di misura a Lecce (2-1) la squadra napoletana approda ai quarti di finale Giovedì a Napoli affronterà la Torres, seconda forza del campionato di serie A1. Mercoledì gara amichevole al “Denza” contro l’università americana “BYU” Sconfitta indolore per la Carpisa Napoli a Lecce. La squadra del presidente Carlino ha affrontato in trasferta la Domoconfort, appena retrocessa in serie B, perdendo 2-1, ma senza mai mettere in pericolo la qualificazione, ipotecata all’andata con un 3-1 casalingo che aveva regalato ampi margini di sicurezza. Partita condizionata dalle condizioni del campo e da quelle meteo: si è giocato infatti su un campo in terra e con un vento fortissimo che ha creato non pochi problemi alle atlete, ed in particolare ai portieri. I due gol delle leccesi, infatti, sono stati la conseguenza di traiettorie strane causate dalle forti raffiche, che hanno ingannato il numero uno della formazione napoletana. Le “tartarughine”, passate in svantaggio dopo pochi minuti, hanno tenuto il pallino del gioco raggiungendo il pari con il bomber Pirone, pur subendo, allo scadere della prima frazione, il nuovo vantaggio delle pugliesi. Nella ripresa, invece, la solita mole di gioco macinata dalle napoletane ha lasciato tranquillo il portiere, Di Parma, e di conseguenza la qualificazione è stata raggiunta senza soffrire.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
L’ultima di Campionato ha visto una sconfitta immeritata delle giovani del Real Canavese che hanno perso in casa 0 a 1 contro l’ostica formazione ligure del Bogliasco Pieve. Come all’andata (persa per 2 a 1), anche oggi le ragazze del mister Di Lej (R) hanno avuto sfortuna ed hanno denuciato un po’ di inesperienza di gioco.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
L'ANDATA DELLO SPAREGGIO SALVEZZA PER RESTARE IN A/2 SORRIDE ALLE PALERMITANE PER L'ASD LUDOS PALERMO VITTORIA IMPORTANTISSIMA PER 3-2 SUL CAMPO DEL VILLAPUTZU IL RITORNO SI DISPUTERA' ALLA FINCANTIERI DOMENICA 11 MAGGIO ALLE 15 Una grande prova di carattere dell'Asd Ludos Palermo permette alle siciliane di ribaltare un pesante 2-0 iniziale e vincere per 3-2 l'andata dello spareggio per rimanere in Serie A/2 sul campo delle sarde del Villaputzu. Finite sotto di due reti per effetto dei gol di Enache al 28' e Mattana al 49, le palermitane allenate da Antonella Licciardi accorciano le distanze con Orlando al 59' su calcio di rigore e pareggiano al 63' con Varia. Il gol vittoria lo segna Buttaccio al 93' dopo avere fallito almeno altre tre nitide palle gol. Una partita dai due volti quella disputata dall'Asd Ludos Palermo sul campo di Quartu S. Elena. La squadra siciliana si fa sorprendere inizialmente dal sistema di gioco adottato dalle sarde che riescono a trovare il vantaggio alla mezzora grazie alla rumena Enache che salta Di Fiore e mette alle spalle di Tusa. Il pallino del gioco nella prima parte della partita resta tra le mani delle giocatrici di casa che però a parte il gol non riescono più a rendersi pericolose.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Con la ventiduesima giornata anche il girone E di B Donne ha chiuso i battenti assegnando gli ultimi verdetti. La già meritatamente promossa in A-2 Calciosmania Napoli ha chiuso la stagione con la passerella finale casalinga battendo di misura il Campobasso mentre l'Atletic Montaquila si è classificata seconda forza grazie all'1 a 1 casalingo contro l'Acese. Il terzo gradino del podio, invece, è andato alla veterana Salernitana che ha superato per 1 a 0 in trasferta proprio l'Udv Argentanese. Pareggia, invece, per 1 a 1 la Cascina Cus Cosenza, gol di Conte, sul campo della già retrocessa Real Marsico e festeggia la salvezza piazzandosi in quartultima posizione.

Pagina 4 di 76

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!