Domenica, 09 Agosto 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

BARDOLINO VERONA – TORINO 4-1

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


SERIE A: POKER ANCHE AL TORINO! Anche contro un tenace Torino vige la regola del quattro! Dopo le quaterne rifilate a Brescia e Monza, nella quinta giornata di ritorno del massimo campionato il Bardolino Verona si è imposto per quattro reti ad una sulle granata incamerando la quinta vittoria consecutiva. Mister Longega lascia precauzionalmente in panchina Alice Parisi uscita dal recupero di Monza con un affaticamento muscolare. Dentro dal primo minuto la brasiliana Da Rocha schierata in avanti con Valentina Boni in posizione più arretrata a centrocampo. Il Bardolino Verona appare meno brillante rispetto alle ultime convincenti prestazioni, Melania Gabbiadini si fa ipnotizzare dal portiere granata mentre sull’altro fronte Brunozzi tocca in angolo il pallone calciato da Moretti. Gialloblu in vantaggio al 14’: Calcio di punizione battuto da Boni che apre sulla sinistra per D’Adda. L’esterno di difesa stoppa e crossa in area dove Gabbiadini in mischia giunge per prima alla deviazione vincente. IN TV: Differita su Telearena Sport digitale domenica alle 19,45 e su Eos Sky 893 martedì alle 21,00 Trascorrono solamente cinque minuti e il Bardolino raddoppia: azione in velocità delle veronesi, Girelli serve di testa Melania Gabbiadini che sigla la doppietta con una precisa conclusione sul palo lontano. Il match sembra già chiuso ma a riaprirlo ci pensa la sfortunata autorete di Viviana Schiavi che in scivolata beffa l’incolpevole Brunozzi in uscita. La prima frazione si chiude coni l Toro vicinissimo al pareggio: il palo si sotituisce a Brunozzi nel respingere il diagonale di Sodini. Nella ripresa le gardesane premono maggiormente sull’accelleratore e, dopo un paio di tentativi aerei della brasiliana Da Rocha, vanno vicinissime alla terza rete con la neo entrata Parisi che prima calcia di prima intenzione a lato, poi coglie un clamoroso palo interno con sfera ripresa da Paliotti e calciata sull’esterno della rete. Dal gol mancato si va vicinissimi alla beffa quando Brunozzi ci mette una pezza sulla conclusione ravvicinata di Sodini. Scampato il pericolo le gialloblu chiudono i conti con il calcio di punizione trasformato da Alice Parisi ( nell’occasione il portiere Russo viene disturbata dal proprio difensore Tavalazzi), ed infine in pieno recupero con il rasoterra chirurgico calciato da Roberta d’Adda. Non cambia nulla in classifica, vincono anche la Torres prima con sei lunghezze di vantaggio sulle veronesi, e il Tavagnacco. Ora le atlete del Bardolino Verona si trasferiscono in massa in Nazionale per indossare la maglia azzurra contro Portogallo e Finlandia nelle gare di qualificazione al Mondaile 2011 IN TV: Differita su Telearena Sport digitale domenica alle 19,45 e su Eos Sky 893 martedì alle 21,00 BARDOLINO VERONA – TORINO 4-1 RETI: Pt. 14’ Gabbiadini, 19’ Gabbiadini, 27’ Aut. Schiavi, 40’ Parisi, 46’ D’Adda BARDOLINO VERONA: Brunozzi, Ledri, D’Adda, Da Rocha (46’ st. Filippozzi), Schiavi, Tuttino, Paliotti, Gabbiadini, Girelli, Boni (24’ st. Parisi), Motta. A disposizione: Sometti, Villar, Parisi, Barbierato, Salvatori Rinaldi, De Stefano, Filippozzi. Allenatore: Renato Longega. TORINO: Russo, Bonansea, Salvai (38’ st. Ponzio), Parodi, Ugolini, Tavalazzi, Spanu (22’ st. Franco), Carissimi, Rosucci, Sodini, Moretti ( 6’ st. Colucci). A disposizione: Scaramuzzi, Coluccio, Lettieri, Franco, Ponzio. Allenatore: Amendola Arbitro: Alen Serena di Bassano del Grappa Assistenti: Regagliolo e Guzzetti. Note: Giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni, spettatori circa 300. recupero 1 e 4. L’Ufficio Stampa Daniele Perina
Author: AdminEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.