Lunedì, 16 Dicembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie A 2009-2010

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
REGGIANA: DOMANI IL RECUPERO COL CHIASIELLIS Con la sfida di domani allo stadio Mirabello di Reggio Emilia (fischio di inizio alle 14.30 a cura del signor Sabbatini di Faenza) la Reggiana recupera la partita con le friulane del Chiasiellis, per ben due volte rinviata per la neve. E la seconda tappa del trittico di sfide ravvicinate che è iniziato sabato con la vittoria per 5-1 sul Venezia e che si concluderà sabato con la trasferta a Roma in casa delle giallorosse, sfida che concluderà il girone di andata. In casa Reggiana c’è serenità e consapevolezza, ma anche tanta concentrazione per cercare di evitare passi falsi. Proprio per preparare al meglio questa sfida dopo la partita vinta sabato la squadra non ha mai staccato: già domenica era in campo per una seduta di scarico e per analizzare gli errori commessi, proprio in vista degli imminenti match. Il reparto d’attacco è sempre più in crescita e sia Parejo (balzata con la sua tripletta al comando della classifica marcatrici con 10 reti, sia Sabatino, che la segue a ruota tra le realizzatrici granata con 4 reti, più due in Coppa Italia) sono consapevoli, data anche la loro esperienza, che prima del sigillo e della firma personale viene l’interesse della squadra, e i risultati si sono visti durante tutto il match col Venezia, quando si sono supportate dall’inizio alla fine. Il resto della squadra ha fatto altrettanto anche se, come ha sottolineato il tecnico Milena Bertolini, ci sono margini di miglioramento dal punto di vista tattico.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Si amplia lo staff tecnico del Bardolino Verona con il rientro di mister Longega. L’ASD CF Bardolino Verona comunica che in data 25 gennaio 2010 è stata affidata la responsabilità della prima squadra al Sig. Renato Longega ampliando così lo staff tecnico attuale. Tale decisione è stata determinata dalla necessità di dare una sterzata immediata alla stagione dopo una serie di risultati negativi non in linea con le aspettative della società. La ASD CF Bardolino Verona ringrazia Roberto Marchesini per l’opera svolta fino ad ora e per il lavoro che continuerà ad espletare nel prosieguo della stagione sportiva all’interno dello staff tecnico della squadra. Porge altresì il bentornato a Renato Longega, augurando allo stesso buon lavoro in questo momento difficile.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Torino: tre punti d’oro a Monza. Seconda vittoria consecutiva per il Torino. Le ragazze di mister Amendola sono riuscite per la prima volta in stagione a fare bottino pieno in trasferta. Lontano da casa infatti le granata avevano raccolto soltanto un punto con il pareggio di Chiasiellis. Una vittoria raggiunta con molto sofferenza, dopo che le torinesi avevano concluso il primo tempo in vantaggio per 2-1, grazie alle reti di Sodini e Bonansea. Il Torino però non ha, poi, saputo replicare nella ripresa l’ottima prestazione della prima frazione, in cui le ragazze ospiti hanno dominato il Fiammamonza in lungo e in largo, non concretizzando le tante occasioni create. Nella ripresa le lombarde hanno avanzato il loro baricentro mettendo, quindi, in difficoltà le torinesi. Un’invenzione di Spanu a tempo quasi scaduto ha spalancato la strada a Bonansea, che ha firmato la sua doppietta personale.La partita si accende dopo appena 5’. Dopo un aggancio mancato di Sodini in area su cross di Bonansea il Torino passa. Parodi lancia rasoterra Sodini. Il capitano granata fa scorrere la palla per Bonansea, che resiste all’intervento di un’avversaria e trafigge sul palo lungo Ferraro. BARBARA BONANSEA - foto RANA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
AL PALLONE D’ORO RISPONDE GUELI: 1 A 1 TRA BARDOLINO E ROMA Bella gara quella giocata dalle giallorosse in casa del Bardolino campione d’Italia in carica. Alla Roma di mister Serafini sta stretto anche il pareggio per 1 a 1 maturato sul campo, per le tante azioni create di fronte ad una squadra che ambiva a bissare la conquista del campionato, quasi sicuramente ormai sfumata. La prima azione pericolosa è giallorossa dopo appena 5 min di gioco con Pasqui che sbaglia e manda fuori con il portiere veronese Brunozzi in uscita. Ad andare in gol per prima però è il Bardolino, alla sua prima azione nell’area giallorossa, quando al 14’pt Boni serve palla al “pallone d’oro” Gabbiadini che con un preciso diagonale beffa il portiere giallorosso Casaroli. Al 18’pt ancora Roma che guadagna un calcio di punizione che però viene mandato fuori di poco da Gueli. Al 19’pt s’infortuna la gialloblu Schiavi che mister Marchesini sostituisce con Toselli. Dopo appena dieci minuti dalla sua entrata in campo è proprio Toselli a servire la sfera a Parisi che però non ci arriva. Su capovolgimento immediato di fronte Pasqui si esibisce in una mezza rovesciata in area che costringe il portiere Brunozzi ad una bella parata e a mandare in angolo. Passano appena due minuti, 35’pt, e durante un’ azione delle veronesi in area romanista, Paliotti fa partire un tiro improvviso che passa vicina all’incrocio dei pali. Al 42’ Gabbiadini passa palla a Motta che non ci arriva in tempo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Un Venezia non bello visto al Mirabello che si arreso alla Reggiana dopo un primo tempo alla pari La squadra di Ranzolin è crollata sotto i tiri di Parejo, brava a sfruttare gli errori delle veneziane. Al 3’ ci prova la Reggiana con una palla messa al centro ma le due giocatrici si ostacolano mandando la palla sopra la traversa, all’8’ Ranzolin ci prova da fuori area di poco fuori, al 13’ Parejo tira da sinistra appena dentro l’area sul primo palo di poco fuori, al 16’ Sabatino approfitta di un errore di Laterza anticipandola e dal limite sena il vantaggio, ma al 26’ il Venezia pareggia con Mason che riceve palla da una rimessa laterale, entra in area e quasi dal fondo centra la porta, fino al 45° non ci sono grosse occasioni. Nel secondo tempo la Reggiana al 15’ con Parejo è brava a sfruttare un’errata respinta di Squizzato portando in vantaggio le reggiane, e ancora Parejo al 28’ e 29’ completa la tripletta personale, al 40’ Sabatino firma la sua doppietta.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il big match della decima giornata tra la Graphistudio e la Torres finisce in parità al termine di una gara molto chiusa nel primo tempo, quanto spettacolare nella seconda frazione di gioco. Le friulane, in vantaggio con Mauro, sono state raggiunte da Iannella nel finale. Le due squadre si sono equivalse per quasi tutta la prima frazione di gioco che ha riservato ben poche emozioni al nutrito pubblico accorso al Comunale di Tavagnacco. L'inizio è di marca sarda: un'indecisione di Martinelli permette a Fuselli di superare il portiere in uscita; buon per le padrone di casa che la palla sfila sulla sinistra e l'azione sfuma. La Graphistudio risponde al 23' con un'inzuccata di Mauro su traversone di Rodella dalla sinistra: la palla assume una traiettoria insidiosa che Cupido valuta bene, abbrancando in presa. Al 29' corner di Manieri per la testa di Tona che non inquadra lo specchio della porta per questione di centimetri. Al 32' Ilaria Mauro tenta il colpo ad effetto con un sinistro di contro balzo che si perde di poco sopra la traversa. Il primo tempo si chiude con due tentativi dalla lunga distanza di Brumana e, sul versante opposto, di Fuselli, che non impensieriscono gli estremi difensori. All'intervallo le due squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di 0-0. RISULTATI & CLASSIFICA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
LA REGGIANA SI RIFA’ CON IL VENEZIA: 5-1 Per una volta gira bene alla Reggiana che pur giocando non ai livelli consueti in alcuni tratti della gara, ha ragione con risultato ampio del Venezia, che lascia il Mirabello con una sconfitta per 5-1 obiettivamente molto più pesante di quanto espresso sul campo. Milena Bertolini conferma le undici di partenza che hanno giocato con la Torres, mentre il tecnico delle ospiti Ranzolin lascia in panchina Sara Capovilla, autrice di una doppietta nel match di sabato scorso con la Roma. Fuori anche Cassanelli, ferma da qualche settimana. Fa un gran freddo a Reggio Emilia, ma i sostenitori del Venezia arrivati al Mirabello non hanno fanno mancare il calore alle proprie giocatrici. Le squadre partono subito a ritmi alti, e la Reggiana imposta la partita tenendo il pallino del gioco in mano. Già al 4’ Parejo mette in mezzo un cross ficcante dal fondo ma Sabatino e Neboli non ne approfittano. Al 9’ la stessa Parejo si gira e prova a incrociare: a lato. Al 14’ Barbieri lancia Parejo che tira a botta sicura ma la palla va fuori. Ma il gol è nell’aria, dato che Parejo e Sabatino si cercano e si trovano. Al 16 è proprio Parejo che lancia in verticale per Sabatino che ci crede, si frappone fra la palla e il difensore, fa pochi passi dentro l’area e piazza all’angolino alla sinistra di Penzo: 1-0 meritatissimo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL BRESCIA VINCE LO SCONTRO DIRETTO, BATTUTO IL CHIASIELLIS Il flebile sole di Brescia da il benvenuto ai tanti tifosi accorsi per assistere all’importante sfida salvezza delle rondinelle. Rivola nonostante le tante defezioni non rinuncia al suo offensivo 3 4 3 e schiera in attacco il trio veloce Manzoni, Ferrandi, Cernoia. Di contro il Chiasiellis risponde con il collaudato 4 4 2 con il terzino sinistro Gama con libertà di offendere. Il match parte contratto e solo al 6’ si vede la prima azione pericolosa. Cernoia apre benissimo per Manzoni, che mette al centro, ma prima Cernoia e poi Ferrandi mancano il tiro. Al 10’ ancora dalla sinistra Crossa Ferrandi ma libera la difesa celeste. Passa un minuto e le rondinelle si rendono ancora pericolose. Dopo un’azione manovrata Ferrandi appoggia per Previtali che dai 25 metri sfiora la traversa. Al 18’ ancora Previtali tenta una percussione sulla destra ma sbaglia l’appoggio per Manzoni. Al 18’ episodio dubbio. Alborghetti serve splendidamente Ferrandi che di testa anticipa Caravilla e la mette dentro. L’arbitro però ferma tutto segnalando un fuorigioco al quanto dubbio. Al 22’ si vede il Chiasiellis: Su azione di calcio d’angolo la difesa del Brescia libera, dal limite dell’area fa partire un tiro pericolosissimo Bucovaz e la palla si infrange sulla traversa. Dopo 5’ minuti ancora le rondinelle si fanno vedere nell’area avversaria. Gozzi assiste perfettamente Previtali che in area spara alto. Le ragazze di Rivola non mollano e continuano a tenere in mano il pallino del gioco. Al 33’ Ferrandi dai 30 metri prova il pallonetto spettacolare, ma la sua idea non ha fortuna.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
1-1 tra Bardolino Verona e Roma. Ennesima occasione sprecata dalle gialloblu! Non basta la rete di Gabbiadini. Misteriosa espulsione di Girelli nella ripresa. Pari anche fra Tavagnacco e Torres Ennesima e forse ultima occasione sprecata dal Bardolino Verona per riavvicinarsi al vertice del massimo campionato. Le gialloblu al Belvedere di Calmasino non vanno oltre il pareggio per uno a uno contro una coriacea Roma e rimangono a sei lunghezze dalla vetta complice il pari nel big-match fra Tavagnacco e Torres. Mister Marchesini deve rinunciare all’acciaccata Ledri sostituita in difesa dalla giovanissima Filippozzi. Le veronesi partono in attacco ma la prima occasione è di marca romanista con l’ex di turno Ilaria Pasqui che sull’uscita di Brunozzi non sfrutta l’opportunità. Bardolino Verona in vantaggio al 14’: Melania Gabbiadini ben servita da Valentina Boni si fa spazio in area e da posizione leggermente decentrata infila Casaroli con un preciso diagonale sul secondo palo. Nemmeno il tempo di gioire ed il tecnico scaligero deve nuovamente rivoluzionare la difesa: si infortuna ad un braccio la nazionale Schiavi costretta ad abbandonare il campo e Marchesini getta nella mischia Toselli.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Le rossoblu soffrono ma battono 3-1 la Reggiana Non ha certamente disputato la sua miglior partita, complici le gambe un po pesanti e la buona disposizione in campo dell'avversaria, ma ha portato a casa tre punti pesantissimi che la fanno balzare da sola in vetta al campionato di serie A. 3-1 il risultato finale del match disputato dalla Torres contro la Reggiana al Vanni Sanna, grazie alle reti di Tona in apertura e alla doppietta di Fuselli. Una partita nella quale le sassaresi hanno dimostrato di saper soffrire, al cospetto di una Reggiana organizzata e grintosa che ha chiuso tutti i varchi, segnando un gol e sfiorandone un altro paio. Se le emiliane avessero pareggiato, nessuno avrebbe gridato allo scandalo, ma d'altro canto, la Torres non ha rubato niente, capitalizzando le occasioni avute e recriminando anche per un rigore nettissimo non concesso dal direttore di gara per fallo su Panico dopo nemmeno un giro di lancette.

Pagina 11 di 18

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!