Sabato, 20 Luglio 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie A 2009-2010

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
INAUGURATO IL PORTALE CAMPANIA.CALCIODONNE.IT DEDICATO AL CALCIO FEMMINILE REGIONALE calciodonne.it approda in Campania e realizza un sogno! prende vita un progetto ambizioso di grande interesse! La Campania è indubbiamente una terra di grandi tradizione calcistiche e di grande passione per lo sport e il calcio. In questi anni ho avuto modo di conoscere diverse società e molte atlete, di ascoltare e capire molti fattori che determinano il movimento regionale: abitudini, mentalità e tanta voglia di crescere. Ho capito l'enormi difficoltà che incontrano società e atlete nel portare avanti la loro passione. Ho partecipato direttamente e indirettamente ad alcune partite e organizzato con Sergio De Rosa e con l'attuale presidente della DCF Giancarlo Padovan un incontro con il movimento campano con la soddisfazione di vedere tante persone presenti, interessate ad ascoltare nuove proposte da realizzare! Io credo che la Campania possa dare molto al calcio femminile e per questo ho aperto, sollecitato da Dalia Sorrentino, questo portale a cui collaborerò personalmente. A livello nazionale si stanno distinguendo per organizzazione e risultati la Carpisa Yamamay e la Gragnano. Insieme a Dalia, insieme a tutti voi, società e atlete possiamo dare una nuova voce al movimento regionale e tutti insieme possiamo provare ad attirare più attenzione mediatica e organizzare eventi per la promozione del movimento. Ho trovato da subito una grande disponibilità nella Delegata al calcio femminile Clotilde Capparelli, insieme a lei e al C.R.C stiamo già pensando di organizzare il GOLDEN GIRLS AWARDS CAMPANIA 2010.. Per visitare il portale della CAMPANIA clicca qui

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
LA ROMA GELA LO SPLENDIDO SOLE DEL "RIGAMONTI" Uno splendido sole e un vento gelido accolgono i tifosi presenti al “Rigamonti” di Buffalora. Rivola conferma in toto la formazione di Venezia, mentre Serafini recupera in extremis Bartoli e la inserisce sull’out difensivo di sinistra. Parte bene il Brescia e già al 2’ si rende pericoloso con Ferrandi che su assist di D’Alessio mette di poco alto. Dopo tre minuti ancora Ferrandi prova il tiro dai 25 metri sfiorando di poco l’incrocio. La partita non decolla e le due formazioni sembrano contratte. Al 13’ sempre Ferrandi dalla sinistra crossa benissimo per Manzoni, che in area piccola cincischia. Si lotta a centrocampo e la Roma sembra avere la meglio specialmente sulle palle alte. Al 25’ le capitoline si rendono pericolose: Pasqui parte velocissima sulla sinistra, crossa al centro, ma Zizioli con un intervento prodigioso, mette in angolo. Al 30’ le rondinelle sciolgono il ghiaccio: D’Alessio, come sempre impeccabile, lancia Previtali, che dalla sinistra assiste Manzoni. Il furetto biancoazzurro aggira un’avversaria e poggia di piatto in rete. Esplodono finalmente i tifosi presenti, che fino a quel punto avevano palpitato poco. La Roma reagisce, e al 34’ si fa vedere nell’area avversaria con una punizione pericolosa di Gueli. Al 36’ ennesimo duello Valetto-Pasqui vinto dalla bresciana che mette fuori. Sul corner successivo sfiora la rete Barreca che in mischia calcia su Zizioli. In foto: Susanna Manzoni

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Dovevano essere tre punti e tre punti sono stati. Un grande passo verso la salvezza quello compiuto dall’’Atalanta Femminile di mister Zonca: una prestazione buona, che rilancia le nerazzurre e fa tanto morale per il proseguimento di un campionato sinora non troppo felice. Sul rettangolo di gioco, due formazioni molto giovani a confronto. Da una parte il Torino, undici in grado di fare la partita per tutta la prima mezzora, dall’altra l’Atalanta, capace di ribaltare le sorti di un match che si stava mettendo male. La cronaca. Ottimo Torino, si diceva, quello dei primi frangenti di gioco. Una formazione che fa della velocità e di Simona Sodini, unica punta, la sua forza. Reiterati i tentativi di lasciare il segno da parte della formazione granata. Dopo una grande palla-gol fallita da Prost, infatti, è una pirotecnica azione personale di Sodini a favorire la conclusione di Bonasca, che solo un miracolo di Gamba può salvare. E ancora l’accoppiata Bonasca-Sodini alla mezzora, protagonista di un’azione veloce con quest’ultima a concludere a fil di palo. 36’: la situazione si ribalta. È un gran gol di Mangili a invertire la rotta verso la fortuna delle locali. Azione veloce partita da Spini a servire la marcatrice, che su una prima conclusione viene fermata da Russo, ma sulla respinta del portiere, dopo un ottimo controllo, infila nel sette. Passano quattro minuti ed è raddoppio. A siglarlo è ancora lei, “Turbo” Mangili, con una silurata potente e precisa dalla sinistra, propiziata da un ottimo spunto di capitan Scarpellini. In foto: ANDREA SCARPELLINI - Migliore in campo dell'Atalanta

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il derby è della Graphistudio La doppietta di Mauro lancia in orbita le gialloblu Derby che giochi Graphistudio che trovi. In un partita molto chiusa, a decidere è la testa di Ilaria Mauro che manda al tappeto un ottimo Chiasiellis. La compagine di mister Bearzi, bissa il successo dell'andata e fa suo il derby del Friuli. Inizia alla grande la Graphistudio subito pericolosa in avvio con Ilaria Mauro che sul filo del fuorigioco calcia alto. All' 8' minuto insidiosa azione di Elisa Camporese il cui tiro si spegne sul fondo. Due minuti dopo, discesa di Bissoli sull'out di sinistra e cross spiovente per Ilaria Mauro, il cui colpo di testa esce di poco a lato. Al 14' ancora Elisa Camporese protagonista: azione in contropiede del centrocampista padovano che entra in area, e a tu per tu con Caravilla tenta lo scavetto, ma il portiere ospite riesce a ribattere. Sulla sfera si avventa Ilaria Mauro che dalla distanza prova una difficile conclusione. Il Chiasellis dà timidi segnali di risveglio e al 18' crea i primi grattacapi alla difesa gialloblu con Sara Gama e al 26' con un tiro centrale da fuori ad opera di Maglio. Tuttavia, il pericolo maggiore per le padrone di casa, arriva al 35' quando Sedonati, per un pelo, non riesce a sorprendere Marchitelli in uscita. Il Tavagnacco non demorde e continua a esercitare la supremazia territoriale. Al 40' Paola Brumana sfruttando un errore di Caravilla, si procura un calcio d'angolo. Il goal delle gialloblu arriva proprio su palla inattiva, con Ilaria Mauro abile a svettare più in alto di tutte e a beffare il portiere avversario.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il Bardolino Verona si impone con una quaterna nel derby veneto Nella seconda giornata di ritorno del massimo campionato il Bardolino Verona si impone con un netto quattro a zero nel derby veneto con il Venezia. Mister Longega deve rinunciare alla febbricitante Gabbiadini e alla squalificata Girelli, e conferma in avanti Alice Parisi dietro ad un’ispirata Valentina Boni. Dietro si ricompone la coppia centrale Stefanelli - Schiavi a dare sicurezza alla retroguardia gardesana davanti a Brunozzi. Parte subito all’attacco la formazione veronese costringendo il Venezia a rintanarsi nella propria metà campo. Paliotti raccoglie il bel taglio di Tuttino e centra la traversa ma il gioco è fermo per una dubbia posizione di fuori gioco. Poco dopo Valentina Boni su assist di Paliotti spedisce di un soffio alta la sfera. Poco dopo la mezz’ora le campionesse d’Italia sbloccano il risultato: Valentina Boni riesce a mantenere il possesso sul limite, si incunea centralmente saltando l’ultimo difensore, mette a sedere anche il portiere e insacca la sfera in rete. Passano appena due minuti ed il Bardolino Verona raddoppia.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Le tigrotte graffiano e vincono meritatamente Nella prima giornata di ritorno le biancocelesti si vendicano del risultato dell'andata e vincono con Paroni che di testa fa esplodere il folto pubblico di Mortegliano Il Chiasiellis domina sia dal punto di vista mentale che fisico tutta la partita e raccoglie i meritatati 3 punti che gli permettono di dare respiro alla classifica e prepararsi al sentito derby che si svolgerà sabato prossimo a Tavagnacco. Il primo tempo ha evidenziato una supremazia territoriale delle tigri di Chiasiellis che però non impensieriscono mai seriamente il portiere laziale, nonostante collezionino la bellezza di 6 calci d'angolo di cui 4 consecutivi. Allo stesso tempo non corrono rischi, sia per l'atteggiamento della Lazio schierata con un unica punta, sia per l'ottima prestazione del reparto difensivo: le ospiti, per l'intero arco della partita, non effettuano nè un tiro in porta, nè un'azione pericolosa degna di nota. Il secondo tempo è più schioppettante e le ragazze di Nello Marano sono costantemente proiettate verso l' area di rigore avversaria, creando quattro limpide occasioni da goal e altrettanti tiri da fuori che meritavano più precisione e fortuna. Da segnalare un netto fallo di mani non ravvisato dall'arbitro nell'area laziale. In foto: CHIARA PARONI

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La capolista non trema e tra Torres e Atalanta, il pronostico non è tradito. Contro le nerazzurre la formazione sarda, parsa ancor più salda dispiegata sul terreno di casa, fotocopia il risultato ottenuto all’andata ad Almenno San Salvatore e ribadisce la sua indiscussa superiorità. Una formazione molto prudente, quella schierata da mister Zonca: un undici votato soprattutto a difendere e sfruttare qualche ripartenza veloce. Sul fronte Torres, invece, ottime trame di gioco ma, al di là dei gol messi a punto, poco lo spettacolo offerto nei pressi della porta. Insomma, una prova cinica, una vittoria indiscussa e altri tre punti in fienile, a suggellare una vetta sinora immacolata. Alla luce di queste considerazioni, si può dire che la cronaca del match sia il mero elenco delle reti verificatesi. Al 26’ apre le danze Tona, che con più fortuna che anima, si esibisce in un tiro-cross dalla distanza e infila la sfera all’incrocio dei pali. A seguire il doppio vantaggio si realizza quando l’orologio segna 42’. Firmataria della seconda rete è ancora la Tona che, sugli sviluppi di un corner, è brava a inserirsi sul secondo palo per l’incornata vincente. Secondo tempo. Non passano due minuti che è già tris. A lasciarci lo zampino, questa volta, è la Pintus. Ancora un calcio d’angolo a favorire la rocambolesca dinamica d’area: rinvio difensivo corto e palla ai piedi della marcatrice, che nei pressi del dischetto non fa troppi complimenti e gonfia il sacco. in foto: Picchi - migliore in campo dell'Atalanta

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
TAVAGNACCO IRRESISTIBILE: 4-1 ALLA ROMA Brumana (tripletta) e Mauro sbancano la Capitale La Graphistudio torna alla vittoria nella partita più difficile di questa prima giornata del girone di ritorno di serie A femminile. Una squadra lucida e spietata nel capitalizzare le occasioni da gol avute, annichilisce la Roma con una tripletta di Paola Brumana ed il sesto centro in campionato di Ilaria Mauro che hanno vanificato il momentaneo pareggio capitolino di Pasqui. Una gara interpretata nel modo migliore e condotta in porto con determinazione e concentrazione per tutti i novanta minuti. L'avvio di gara delle friulane è subito convincente: squadra corta e aggressiva con palla che corre sulle fasce ed avversario in seria difficoltà nel prendere le dovute contromisure. Al 7' una bella giocata sulla corsia sinistra di Rodella mette in movimento Camporese: il numero dieci friulano si accentra, attira la difesa, e mette dentro un assist al bacio per Brumana che anticipa l'uscita del portiere per l'1-0 ospite. La Roma soffre ma trova il pari al 13' con un gol di rapina di Pasqui che in mischia sfrutta un'indecisione della difesa e anticipa Marchitelli in uscita. Il Tavagnacco non si scompone e torna all'attacco. Al 23' è ancora Camporese ad accentrarsi dalla sinistra e a trovare la punizione dal limite dell'area. Sulla sfera si presenta Brumana e il destro a giro del bomber gialloblu non lascia scampo a Casaroli.

Pagina 9 di 18

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!