Lunedì, 20 Gennaio 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Stagione 2009/2010

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
BARDOLINO VERONA VINCE A ROMA ED ‘E AD UN PASSO DALLA QUALIFICAZIONE CHAMPIONS. Bardolino Verona vicinissimo alla qualificazione Champions! Imponendosi per cinque reti ad una sul campo della Roma, e approfittando del pareggio tra le neo-campionesse d’Italia della Torres e il Tavagnacco, le ragazze del Bardolino Verona rimangono sole al secondo posto in classifica, posizione utile per la qualificazione alla prossima Champions League. Perdurando le assenze delle infortunate, Mister Longega a Roma schiera la stessa formazione che si era imposta sull’Atalanta sette giorni prima. Le gialloblu partono subito forte in avanti nonostante il terreno di gioco sia particolarmente appesantito dalla pioggia caduta. Vantaggio veronese al quarto minuto: palla crossata in area per la perfetta incornata di Melania Gabbiadini. Memori dei precedenti in campionato e Coppa le ghialloblu vogliono chiudere subito il match ed al ventiseiesimo pervengono al raddoppio grazie alla conclusione di Melania Gabbiadini che dalla destra finta il cross ed invece pennella una conclusione che coglie il palo lontano e si insacca.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
TAVAGNACCO BRAVO MA SFORTUNATO. CON LA TORRES FINISCE 1-1 Sotto di un gol, pareggia con Brumana e sfiora la vittoria. Europa più lontana Tavagnacco esce imbattuto dal terreno delle campionesse d'Italia della Torres al termine di una gara ben giocata ma sfortunata visto le tante occasioni da gol avute e non concretizzate per pochi centimetri. Il Tavagnacco deve ora cercare i tre punti con l'Atalanta e sperare in un mezzo, o completo, passo falso delle veronesi (impegnate con il Chiasiellis) per agguantare lo spareggio che vale la Champions o, nella migliore delle ipotesi, stappare lo spumante per una straordinaria qualificazione in Europa. Torres al gran completo per la prima da scudettate innanzi al proprio pubblico. Graphistudio con il tandem Brumana-Mauro in attacco supportato dall'estro di Camporese sulla fascia sinistraurno di squalifica e Bissoli al centro della difesa dopo il t. Parte bene la formazione ospite con Camporese che al 4' serve un bell'assist a centro area per l'accorrente Brumana che, a pochi passi da Cupido, manca il tocco vincente. Al 6' risponde il Torres con Manieri il cui tiro-cross lambisce la parte alta della traversa. Dopo una buona occasione per le friulane, sventata dall'attenta Cupido, le padrone di casa passano: punizione battuta velocemente dalle sarde e cross nel mezzo per Panico che calcia di potenza e trafigge l'incolpevole Marchitell. Il gol sassarese rompe gli equilibri e la partita diventa nervosa e spezzettata.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il Venezia sebbene sconfitto dalla Reggiana riesce a salvarsi, resta in A per il secondo anno consecutivo. La partita è stata giocata dalle veneziane nel primo tempo un pò contratte, con la Reggiana più concreta il Venezia si fa vedere al 15’ con un tiro di Galvan di poco fuori ma l’occasione più grande clamorosa al 45’ contropiede Bittante-Capovilla quest’ultima calcia ma Tasselli respinge. Al2’ del secondo tempo Galvan mette al centro per Capovilla che stoppa di petto e calcia debolmente Tasselli respinge, al 5’ Parejo recupera palla da una punizione del Venezia lancia Costi che entra in area e trafigge Penzo, al 15’ Chinello da sinistra calcia di poco fuori, al 23’ di nuovo Chinello da una fuga da sinistra riprova il tiro questa volta il portiere respinge, al 25’ Bittante si fa anticipare al momento del tiro, 42’ Penzo respinge di piede su Parejo, 45’ dopo calcio d’angolo palla a Bittante che dal limite tira para Tasselli, al 47’ Sabatino prova un tiro senza convinzione Penzo scivola e la palla entra in porta. Ultimo impegno sabato prossimo a Monza con la già retrocessa Fiammamonza, oltre a quest’ultima retrocede in A2 anche l’Atalanta battuta 2 a 1 in casa dalla Lazio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL BRESCIA VINCE LA PARTITA A TAVOLINO. IL GIUDICE SPORTIVO PUNISCE L'ATALANTA CON IL 0 - 3 UNA BRUTTA NOTIZIA PER LE CALCIATRICI BERGAMASCHE. MA GAMBA NON AVEVA SCONTATO LA SQUALIFICA CONTRO IL CHIASIELLIS ??? L'ATALANTA NON CI STA' E PREANNUNCIA IL CONTRO RECLAMO IL GIUDICE SPORTIVO RESPINGE IL RECLAMO DELL'ATALANTA SENZA MOTIVAZIONI Il Giudice Sportivo; - esaminato il ricorso della societa' Fem. Brescia in merito alla gara in epigrafe e relativo alla posizione irregolare della calciatrice GAMBA MONICA (Atalanta); - considerato che dal referto ufficiale dell'arbitro risulta che la suddetta GAMBA MONICA abbia regolarmente disputato la gara in oggetto pur essendo soggetta alla sanzione della squalifica di una gara comminata a seguito della pubblicazione del C.U. N° 59 del 22.4.2010 a cura della Divisione; - pertanto risulta acclarata la posizione irregolare della calciatrice GAMBA MONICA dell'Atalanta. - delibera la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3; - la penalizzazione di un punto in classifica; - nonche' una ulteriore giornata di squalifica alla calciatrice GAMBA MONICA.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Granata irresistibili Dopo aver stravinto il girone e aver superato abilmente agli ottavi di finale lo Zensky Padova, le ragazze del TCF hanno la meglio anche sulla Reggiana con un perentorio 5-0. Nell’andata dei quarti di finale le torinesi si sono imposte sull’emiliane con un risultato importante. La vittoria casalinga consente alle granata di pensare in positivo in vista della gara di ritorno, domenica prossima a Reggio Emilia. La partita si è sbloccata al 34’ del primo tempo grazie alla rete di Ponzio, poi dopo appena 5’ Moretti ha raddoppiato su rigore. Nella ripresa poi ci hanno pensato Spanu e Ambrosi ad arrotondare il risultato. Lettieri, invece, al 90’ ha messo in ghiacciaia la partita e molto probabilmente anche la qualificazione alla Final Four di San Pellegrino.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le granata cedono solo all’ultimo. Il Torino non riesce nell’impresa di fermare la seconda forza del campionato per la seconda volta in questa stagione. Dopo la vittoria dell’andata, le piemontesi hanno tenuto testa a un Tavagnacco in lotta per la zona Champions. Le ospiti infatti si sono arrese soltanto a 5’ dal termine, quando Di Filippo ha trafitto Russo, che in precedenza aveva neutralizzato un rigore a Brumana. Si ferma così a tre vittorie consecutive la striscia positiva delle granata, che però oggi hanno perso un punto rispetto alla Roma (che ha pareggiato 2-2 con il Venezia) prossimo obiettivo delle ragazze di Amendola. La prossima settimana le torinesi torneranno a giocare tra le mura amiche. Il Torino infatti ospiterà il Fiammamonza, ormai matematicamente retrocesso, per l’ultima gara di campionato davanti al pubblico amico. Obiettivo, vincere, per cercare di inseguire quel quinto posto distante solo tre punti.

Pagina 8 di 57

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!