Lunedì, 23 Settembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

REMUNTADA: LA GRIFO PRIMA COLMA LO SVANTAGGIO POI VINCE AI RIGORI

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


grifo primavera finali14
Marinelli il primo tempo e Pugnali il secondo permettono i rigori. Dal dischetto vince l’entusiasmo biancorosso.
Al “Comunale” di San Sisto di riparte dallo 0-2 di Napoli a favore delle partenopee, un’impresa dunque non certo facile per le grifoncelle di Valentina Belia, che però approcciano alla gara con la convinzione e la determinazione di chi ci crede davvero. Dopo il primo quarto d’ora di studio da parte di entrambe le formazioni, è la Grifo a prendere in mano la partita per tentare l’impossibile. Al 19’ la prima grande occasione. Marinelli si accentra da sinistra e scodella una gran palla alle spalle della difesa napoletana, Alessi sbuca da dietro e prova un pallonetto che esce di pochissimo. Dopo appena un minuto è ancora Alessi a sfiorare il vantaggio, stavolta su cross di Ceccarelli. Il gol però è nell’aria, infatti al 29’ ecco che Marinelli tira fuori dal cilindro un gran tiro da lontanissimo che sorprende Sorbino, forse mal posizionata.

A questo punto la Grifo allenta un po’ la presa, il caldo e il pressing effettuato fino ad ora si fanno sentire. Il Napoli non riesce comunque a rendersi pericoloso e allora tocca ancora alle biancorosse andare vicino alla rete, stavolta con una bella punizione di Ceccarelli che però trova un’ottima risposta da parte di Sorbino. Nella ripresa è ancora la Grifo a iniziare col piglio giusto e dopo solo cinque minuti costruisce due occasioni. La prima con Narcisi che da fuori imbecca l’incrocio ma Sorbino vola e devia in angolo, poi dal tiro dalla bandierina l’opportunità è sul piedi di Monetini, che da due passi manda alto. Da qui in poi la partita si spegne un po’ per azioni ed occasioni, ma iniziano minuti intensissimi dal punto di vista del gioco fisico, tanto da portare anche all’espulsione per gioco scorretto della numero dieci napoletana Di Maro (24’st). Solo al 40’ si torna al tiro in porta ed è ancora la Grifo a provarci, sempre con Ceccarelli. Sul ribaltamento di fronte poi, Moraca si guadagna un ottimo rigore che però fallisce spedendo a lato. Questo da nuova forza alle biancorosse e proprio un minuto più tardi, al 44’, Pugnali trova un gol da cineteca, 2-0. Dopo cinque di recupero si va ai calci di rigore. L’errore di Giuliano, il quinto rigore del Napoli, risulta decisivo per la vittoria biancorossa. La Grifo approda così alla finale.

Valentina Roscini, Presidente Grifo Perugia: “Sono emozionatissima. Era difficilissimo conquistare la finale dopo la sconfitta dell’andata, ma le ragazze hanno lottato con una grinta impressionante. Sono un gruppo bellissimo e hanno meritato questo successo. Con queste ragazze la Grifo sta facendo la storia e adesso la finale andrà come deve andare, sia Torino che Pordenone (possibili finaliste) sono formazioni molto forti. Ho avuto paura al momento del rigore di Moraca alla fine del secondo tempo, però ho cercato subito di tranquillizzare le ragazze, poi è andata bene”.
Valentina Belia, allenatrice Grifo Perugia Primavera: “E’ stata una partita molto difficile. Io credevo veramente in questa rimonta e in settimana ho cercato di lavorare più che altro sulla mentalità e le ragazze hanno risposto a pieno. Ci meritiamo la finale, così come in campionato abbiamo conquistato questo successo non mollando nulla e adesso anche giovedì bisogna fare così. Oggi siamo scese in campo cariche come volevo, cosa che non avevamo fatto a Napoli”.
GRIFO PERUGIA – CARPISA NAPOLI 6-5 d.c.r. (2-0)



GRIFO PERUGIA: Cucchiarini, Monetini (22’st Pellegrino), Ricci, Brozzetti, Ferretti, Rosmini, Alessi (39’st Ceccarelli L.), Narcisi (45’st Fortunati), Pugnali, Ceccarelli M., Marinelli. A disp.: Marroccoli, Catanossi, Franciosa, Ciacci. All.: Belia Valentina.
CARPISA NAPOLI: Sorbino, Grieco, Spigno, Aresu (33’st Marino), Di Marino, Giuliano, Sautto (1’st Tagliaferri), Russo, Ascolese (29’st Moraca), Di Maro, Arcuro (1’st Vecchione). A disp.: Parnoffi, Longobardo, Iavarone. All.: Riccio Alessandro.
ARBITRO: Stampatori di Macerata (Gianluca – Castellani)
MARCATORI: 29’pt Marinelli, 44’st Pugnali
NOTE: Al 43’st Moraca (C) sbaglia calcio di rigore. Al 29’ espulso Riccio allenatore del Napoli per proteste. Al 24’st espulsa Di Maro (C) per comportamento scorretto. Spettatori 150 circa. Ammoniti: Brozzetti (G), Sautto, Giuliano, Marino (C). Angoli: 6-2 . Recupero: 1’pt e 5’st.

Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Editore
Fondatore ed Editore di calciodonne.it

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!