Mercoledì, 18 Settembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie B - 2013-2014

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

pink-sport-bari2014g
Il girone D ha festeggiato la promozione della Pink Bari in serie A, con una giornata di anticipo e ben 6 punti di vantaggio sulla Roma, 8 sull’Acese e 10 sulla Lazio. Una vittoria costruita con cuore, impegno e tanta determinazione di squadra, prestazioni eccellenti e un po’ di fortuna che hanno premiato il cammino della formazione guidata da mister Isabella Cardone verso la storica promozione in serie A.
22 gare disputate, costellate da 19 vittorie, 2 sconfitte con Acese e Roma e 1 pareggio nell’ultima giornata in casa della Ludos. Questo è il ruolino di marcia della capolista, conseguito con 61 reti fatte e 18 subite: miglior difesa del girone.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

realmarsico-Presidente-Giuseppe-ColellaConcluso il campionato domenica scorsa, per il Real Marsico è tempo di bilanci. La vittoria nell’ultima gara di Serie B, che ha visto le valligiane espugnare Lecce con un secco 3-1, è la conferma di una stagione vissuta senza patemi d’animo dalle gialloblu del presidente Giuseppe Colella, che hanno così concluso il campionato al 7° posto, con ben quattordici punti di distacco dalla zona playout. Una netta inversione di tendenza rispetto allo scorso anno, quando l’undici guidato da mister Valentina De Risi concluse al terzultimo posto, in piena zona playout. Quest’anno la salvezza è arrivata in largo anticipo, permettendo così alle ragazze di Marsico Nuovo di togliersi anche qualche soddisfazione, come l’aver imposto il 2-2 allo Stadio Del Sole alla corazzata Lazio ed eguagliare con la vittoria di Lecce il record di punti della stagione 2011/2012.
“Abbiamo vissuto una stagione tutto sommato tranquilla” – spiega il presidente Giuseppe Colella – “e la salvezza conquistata già a marzo ci facilita per la prossima stagione, visto che possiamo programmare il futuro con un largo anticipo. Adesso per le ragazze è il momento di riposare, mentre la società lavorerà alla pianificazione futura”. L’anno prossimo il Real Marsico festeggerà il decennale: un appuntamento a cui la società marsicana vuole arrivare preparata. “La stagione 2014/2015 sarà la quinta consecutiva nella Serie B nazionale, la settima complessiva in dieci anni di vita della società” – continua Colella – “e questo non può che farci enormemente piacere.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

orobica-formazione-realbardolino14
L’Orobica sconfigge di misura il Real Bardolino e si porta a quota 57 mantenendo un punto di vantaggio sul Sudtirol e due sul Meda, anch’essi vittoriosi. Partita difficile quella con le veronesi che ha dimostrato ancora una volta la solidità della formazione bergamasca ed il buon momento di forma delle ospiti, uscite dal campo con l’onore delle armi. Per l’occasione mister Marini propone la formazione titolare con l’impiego a centrocampo di Asperti come la scorsa domenica. Fin dalle prime battute le padrone di casa cercano il recupero diretto della palla con un forte pressing in mezzo al campo e nella trequarti avversaria e già dopo un minuto c’è già la prima azione con Vezzoli che serve Fodri, da questa in profondità sulla sinistra per Tihsler, il cui traversone è leggermente troppo lungo per Asperti.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

stella-azzurra-b-2014gg
Le aretine, decimate dalle assenze, sono state piegate per 2-1 sul campo del New Team Ferrara. Continuano a correre le ragazze delle Giovanissime che inseguono la vittoria della Coppa Toscana.
AREZZO – La Stella Azzurra incassa la prima sconfitta esterna di questa stagione. Nell'ultimo turno nel campionato di calcio femminile di serie B le aretine si sono presentate sul campo del New Team Ferrara decimate dalle assenze e dagli infortuni, inserendo così nella formazione titolare ben sette giocatrici della Juniores. Nonostante tale difficoltà, nel primo tempo la Stella Azzurra ha dimostrato di meritare il suo quarto posto in classifica tenendo bene il campo e arginando le offensive delle avversarie, costrette a vincere per uscire dalla zona Play Out.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

lazio-squadra-2014g
Ultima partita e trionfo di gol per festeggiare il termine di una stagione che, benché conclusasi senza una promozione rimasta possibile sino a poche giornate dal termine, non può che essere ricordata con un sorriso. Le biancocelesti, nell'atto finale di questo campionato, battono per otto reti a due il Tufara Unita, fanalino di coda del girone D e già da tempo retrocesso, con un punteggio assai simile a quello dell'andata, quando il match si concluse sul 7-2. In gol ieri Asia Celli e Rebecca Grassi, entrambe autrici di una tripletta, assieme a Giulia Monaco, al primo gol stagionale, e Rosella Tata, che mette la propria firma nel sigillo finale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

filippi-giorgia02CAVARZERE - Ultima trasferta di campionato amara per l’Imolese che rientra da Cavarzere con un passivo troppo pesante (3-1). Le rossoblu sono protagoniste nel primo tempo esercitando un maggior possesso di palla e creando diverse occasioni. Antonecchia, con un’azione personale, dribbla tre avversarie, poi mette in mezzo nell'area piccola ma nessuna delle sue compagne di fa trovare pronta. Le padrone di casa rispondono con Longato che approfitta di un’indecisione difensiva e si invola verso la porta ma davanti a Meletti spara alto. Per tutto il resto del primo tempo son tutte azioni dell’Imolese con maggior possesso palla ma mai con tiri convincenti.
Al 12’ Vancini lancia bene sull’esterno Filippi, che dribbla un’avversaria ma tira sull’esterno della rete. Due minuti dopo Antonecchia riceve palla spalle alla porta, si gira e tira sul fondo. La stessa Antonecchia libera, con protezione e assist per il tiro, Giulia Cavalcoli con deviazione in angolo. Al 19’ ecco un’altra bella azione per l’Imolese con Salvotti che lancia Antonecchia, fermata dal portiere del Gordige. Nella ripresa, dopo un’azione pericolosa per parte, al 12’, Cerato calcia una punizione da posizione defilata ma inganna Meletti segnando il gol del vantaggio locale.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

castelvecchio-venturelli-Ilaria14
Agli ordini dell’Arbitro Stampatori di Macerata, coadiuvato dai guardalinee Biagetti di Rimini e Gianessi della sezione di Cesena, scendono sul Comunale di Gambettola le padrone di casa del Castelvecchio e la vice capolista Vittorio Veneto.
Sotto un cielo nero che non promette niente di buono le due squadre per i primi 25 minuti giocano prevalentemente a centrocampo cercando di capire il punto debole delle avversarie.
27° azione di rimessa di Guiducci con palla lanciata verso Pondini, questa appoggia a Deidda che cede a Lisi, passaggio smarcante per Farnedi, tiro di quest’ultima e palla alta.
Le squadra veneta si fa vedere al 31’ quando Norido lascia partire un fendente che Leontyeva devia sopra la traversa in calcio d’angolo.
Ghiotta opportunità per le ospiti con Cisotto, tre minuti più tardi, in contropiede riceve dalla destra un passaggio di Da Re, entra in area si allunga la sfera e la palla termina tra le braccia di Leontyeva.
Due ruvidi contatti dei difensori ospiti sul capitano Erika Lisi, inducono le romagnole a protestare con l’arbitro a tirar fuori il cartellino giallo.
La gara continua su un copione di equilibrio dove il Castelvecchio dimostra buon ritmo e una buona aggressività, senza subire troppo, anzi, sono proprio le gialloverdi a creare pericoli nei pressi della porta avversaria, ma senza azioni di rilievo.
Nel momento di maggior pressione delle ragazze di Mister Nardozza, si concretizza il vantaggio delle ospiti; infatti in contropiede al minuto 42’ scende sulla fascia destra Simeoni effettua un cross in area, dove si catapulta Cisetto che colpisce la sfera gonfiando la rete alla sinistra di Leontyeva .
Il Castelvecchio reagisce ma gli attacchi delle romagnole sono imprecisi senza vere palle goal e così termina il primo tempo con il risultato di uno a zero in favore della squadra ospite.
Ripresa, padrone di casa in avanti e al 50° azione Lisi Farnedi, palla a Deidda cross al centro per Venturelli che arriva con un attimo di ritardo.
Inizia a piovere e il campo pesante non aiuta le due squadre e lo spettacolo non ne guadagna con inevitabile calo di ritmo.
Come spesso accade nel calcio non sempre chi attacca porta a casa il risultato e anche oggi questo detto viene confermato; 61° contropiede del Vittorio Veneto con Cisotto lanciata e rete, ma Leontyeva portiere gialloverde è pronta ed effettua un intervento decisivo, riuscendo a bloccare la palla.
Il secondo schiaffo arriva al 67° sugli sviluppi di un’azione in velocità, Furlan indovina il diagonale giusto e insacca su preciso assist di Simeoni.
Le gialloverdi, seppure in evidente difficoltà, riescono a reagire e al minuto 70 Pondini serve a Venturelli un delizioso filtrante che la punta con un tiro di destro gonfia la rete accorciando il risultato sul 1 a 2.
Il Castelvecchio inizia a credere nella rimonta e fa crescere la sua pressione.
Minuto 83’ atterrata al limite la solita Lisi, sulla palla Pondini che batte in area dove si crea un po’ di confusione ma è Reginato ad uscire con i pugni e liberare l’area di rigore.
Fino alla fine della gara le ragazze di casa tentano l’arrembaggio alla porta del Vittorio Veneto ma la difesa ospite tiene.
Arriva il triplice fischio di chiusura e il Castelvecchio esce dal terreno di gioco con una sconfitta ingiusta.-

CASTELVECCHIO- VITTORIO VENETO = 1 – 2
Marcatori: 42 Cisetto (V), 67’ Furlan (V), 70 Venturelli (C).
CASTELVECCHIO
Leontyeva, Fusconi, Amaduzzi A., Teodorani, Beleffi (67’ Baiocchi), Guiducci (75’ Carlini), Deidda, Venturelli, Lisi, Pondini, Farnedi (64’ Vicini) .
A disposizione Pacini, Amaduzzi M., Balacchi, Guidi.
Allenatore Gianluca NARDOZZA

VITTORIO VENETO
Reginato, Furlan (87’ Tonon), Salamon, Piai, Casagrande, Da Re, Simeoni, Zanella, Cisetto, Norido, De Martin (84’ Rossi).
A disposizione Cazzaro, Sommariva, Cettolin, Da Ros.
Allenatore Gianni FATTOREL

Gambettola (FC) 27 Aprile 2014

Cronaca redatta da Franco Scolozzi

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

oristano-gruppo-vittoria14THARROS. Grande prova delle ragazze di Silvetti che battono il Cuneo e si prendono la rivincita dell'andata. Le sarde partono subito bene e impongono il proprio gioco sin dalle prime battute, i 14 punti di differenza non si notano per niente. Al 10' le sarde sono già padrone del campo, dimostrando di saper giocare a calcio. Al 18' l'Oristano ci prova con Romina Pinna, palla fuori di poco; le ospiti sono troppo basse e non riescono ad imporsi e subiscono l'attacco delle avversarie. Al 25' le padrone di casa vanno vicinissime al vantaggio: contatto dubbio in area ai danni di Pieri, l'arbitro fa correre. Pochi minuti dopo ancora Pieri, in grande spolvero quest'oggi, tenta il tiro, ma spara alto. Alla mezz'ora il Cuneo passa al primo affondo: lancio che taglia la difesa, cross per Pesce che di testa la mette dentro, piemontesi in vantaggio. L'Oristano non ci sta e sembra non aver subito gol e al 41' pareggia meritatamente: Pieri pesca in area Romina Pinna che fa tutto bene, salta l'estremo piemontese e serve a Mattana un rigore in movimento, 1 a 1.

Pagina 3 di 49

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!