Venerdì, 14 Agosto 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

BRESCIA - VENEZIA 0 - 1

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


ESORDIO AMARO QUELLO DELLE RONDINELLE NELLA MASSIMA SERIE Per la prima volta nella sua storia il Brescia affronta la serie A e fa subito i conti con la dura realtà. Squadra contratta, quasi timorosa per buona parte del primo tempo, forse lo scotto dell'emozione ed un modulo più preoccupato di difendere che di offendere. Peccato perché la squadra ospite seppur quadrata in ogni reparto non è apparsa insuperabile in fase difensiva ed un atteggiamento più propositivo avrebbe forse dato un responso diverso Pronti via ed il Venezia alla prima vera azione passa, manovra che si sviluppa sulla sinistra con Mason che si libera di Franchin cross al centro e Bittante in anticipo su tutte beffa Cavagna con un tocco ravvicinato. Le biancoazzurre faticano a reagire. Rivola cerca di ridisegnare la squadra, invertendo i ruoli tra Manzoni e Previtali R. e la manovra ne risente positivamente con alcuni tentativi in zona d'attacco anche se non supportati da un centrocampo apparso muscoloso ma con poca fantasia. Al 42° punizione di Zanoletti deviata dalla barriera palla per Previtali R. tiro altissimo.1 minuto dopo cross dalla destra e ancora Previtali ci prova da distanza ravvicinata ma il tiro al volo non è fortunato. Ripresa con le rondinelle più agguerrite anche se la prima occasione è ancora per le venete con Mason che coglie la traversa su colpo di testa. al 64° contropiede di Previtali R. lancio per la neoentrata Vukcevic lungo di un soffio. Le padroni di casa ci credono, gli innesti della punta montenegrina e della talentuosa Cernoia danno fantasia e profondità fino a quel momento latitanti. Al 67° Vuckevic trova il corridoio per Manzoni in ritardo sull'uscita del portiere. Il Venezia soffre ma non rinuncia ad offendere e Ciarlo al 71° deve superarsi per respingere una conclusione pericolosa di Chinello. E' Vukcevic la più pericolosa per le padrone di casa, al 78° stacco imperioso su calcio d'angolo di Previtali colpo di testa fuori dallo specchio, mentre a tempo scaduto con una grande punizione dai 30 metri alza di poco la mira. Termina così la prima gara della stagione con i tre punti che vanno al Venezia mentre il Brescia deve fare il mea culpa l'atteggiamento rinunciatario della prima frazione
Author: AdminEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.