Domenica, 08 Dicembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Cuneo - Romagnano

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


alt

Organico limitato e condizione generale della squadra non ottimale bastano per spiegare la seconda sconfitta consecutiva del Romagnano nel campionato di A2, girone A. Allo stadio Comunale di Beinette, a una decina di chilometri da Cuneo, le ragazze allenate da Fabio Morganti si sono arrese per 4-2 al Cuneo San Rocco che con questa affermazione riscatta il pesante 5-1 subito nella prima trasferta stagionale di Mozzanica.
 

In casa granata va registrato un passo indietro rispetto alla sfortunata gara con l'Atalanta, tuttavia la fortuna tarda a passare nei pressi del Sesia, visto l'infortunio lampo della giovane Deborah Soragni che ha costretto mister Morganti a cambiare dopo pochi minuti di gioco l'assetto tattico della squadra. L'assenza di capitan Lomazzi per impegni lavorativi ha fatto il resto e per la prima volta dopo tanti mesi, Marabelli è stata costretta a raccogliere nella propria porta ben quattro palloni.



Il Romagnano deve ora cercare di non cadere nella trappola della rassegnazione, perché la sconfitta di Cuneo dev'essere uno stimolo per provare a correggere alcuni errori che per restare in categoria non dovranno essere più ripetuti. Uno di questi è sicuramente l'approccio alla partita che a Beinette è stato disastroso, poiché le cuneesi conducevano già per 2-0 dopo appena un quarto d'ora di gioco. L'impegno e l'abnegazione non mancano, ma probabilmente si sta pagando il doppio salto di categoria e la cosa può essere considerata come una valida giustificazione.

Tornando alla partita di Cuneo, novità iniziali nel 4-2-fantasia di Fabio Morganti: davanti a Marabelli, Giannetti affianca De Nicolò al centro della difesa, con Buccella e Soncin terzini. Pella e Bevilacqua pronte a fare filtro davanti alla difesa, Piana, Zignone e Graziotto alle spalle di Soragni, preferita a Medina come terminale offensivo.

Il primo quarto d'ora di gioco è un incubo infinito per le giocatrici ospiti, totalmente in bambola ed avulse dalla contesa. Il Cuneo San Rocco svolge il suo compitino e senza strafare ottiene il doppio vantaggio: al 2', in seguito ad una mischia, la palla arriva fuori area sui piedi di Luciano, la cui bordata batte imparabilmente Marabelli. Il raddoppio al 14' con un lancio lungo dalle retrovie a pescare Allena che dopo aver vinto un contrasto insacca a fil di palo. L'infortunio alla caviglia di Soragni complica ulteriormente le cose, tuttavia l'ingresso di Medina porta beneficio alle granata, alle quali non viene concesso un rigore abbastanza netto (e non è la prima volta) per un fallo su Medina. Col passare dei minuti Marabelli e socie alzano il baricentro e al 27' accorciano le distanze con un pallonetto di Piana che batte Sfamurri in uscita sull'assist di Pella, a sua volta servita da Medina.

La gara rimane in equilibrio per il resto della contesa fino agli ultimi minuti, tanto che ad inizio ripresa il Romagnano coglie anche il pareggio: una bella azione corale permette a Graziotto di trovarsi a tu per tu con Sfamurri e di freddarla con un tiro in diagonale al 50'. Passata l'emozione e la paura, tra le sesiane inizia ad insinuarsi un calo fisico, sempre più evidente con il passare dei minuti, ma al 75' un tiro di Piana diretto verso la porta, dopo un errato rinvio di Sfamurri, viene intercettato con un braccio dal difensore locale Naso e l'arbitro si limita ad ammonire la padrona di casa. Morganti sostituisce Pella e Soncin con Tuberga e Zaretti, ma all'80' il Cuneo torna in vantaggio con Cobelli, brava a sfruttare con l'interno destro un cross della compagna Figone. Tre minuti dopo la rete che chiude il match ad opera di Armitano, grazie ad un tiro dalla distanza che, complice una deviazione, termina irrimediabilmente in rete nell'angolino alto.

Queste le parole a fine gara di mister Fabio Morganti: "Sono rammaricato per queste due sconfitte, la squadra gioca bene e dà il massimo, stiamo pagando il salto di categoria e una rosa numericamente limitata. Nello sport si vince quando si sbaglia meno e noi in questo momento non siamo concreti e veniamo puntualmente puniti. Lavoreremo ancora pià duramente per ovviare a queste mancanze".

Cuneo San Rocco: Sfamurri, Armitano, Vallauri, Naso, Leto, Buzzoni (65' Sechi), Allena (75' Gardini), Figone, De Paoli, Luciano, Cobelli (88' Pittavino). A disposizione: Asteggiano, Testa. All.: Chiarenza.

Romagnano: Marabelli, Buccella, Giannetti, Pella (63' Tuberga), De Nicolò, Soncin (80' Zaretti), Piana, Zignone, Soragni (13' Medina), Bevilacqua, Graziotto. All.: Morganti.

Arbitro: Gualtieri di Asti.

Reti: 2' Luciano, 14' Allena, 27' Piana, 50' Graziotto, 80' Cobelli, 83' Armitano.

Marco Curti

Nella fotografia: Antea Piana

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!