Lunedì, 01 Giugno 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

San Bernardo Luserna - Jesina

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


02LuJe

S.BERNARDO LUSERNA – EDP JESINA 5-3
Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Vittoria per muovere la classifica e per dimenticare la brutta prestazione di sabato scorso a Como (persa 3 a 0) prima di affrontare tre gare per niente facili con Verona, Fiorentina e Mozzanica.
Un Luserna inedito con un inedito 4-2-3-1. Davanti al portiere Russo si schierano Mazzuchetti, Joly, Greppi e Stefania Favole.
Vivirito e Puglisi ad interdire le manovre avversarie e rilanciare per la velocità di Moretti (alla prima gara quest'anno) la geometria di Annalisa Favole e l'estro di Pinna con Barbieri terminale offensivo.
L'inizio è timoroso e la EDP Jesina ci prova con un colpo di testa alto. L'iniziativa la tengono le ospiti per una decina di minuti fino al 12' quando Moretti insacca su lancio da sinistra. Al 23' si trasforma in assist trovando Pinna a sinistra che batte il portiere con un pallonetto. Le marchigiane reagiscono, ma si vedono annullare la rete per fuorigioco. Al 30' azione conclusa con una parata su conclusione di Vivirito. Sulla ripartenza intervento in extremis di Greppi a scivolone appena fuori area. Al 33' su angolo ancora Moretti è la più pronta.
Le Jesina pressa per accorciare le distanze e Russo deve deviare in angolo una conclusione dal limite.
Al 43' da Annalisa Favole a Puglisi che di prima pesca Pinna che questa volta conclude con un rasoterra che si insacca in diagonale.
Pungolata dalle doppiette delle compagne anche Barbieri cerca gloria personale ma oggi non è precisa nelle conclusioni mentre la Jesina non si dà per vinta e nel giro di tre minuti sembra potere riaprire la gara. Al 22' Catena (Jesina) è la più pronta ad avventarsi su una corta respinta, 3 minuti più tardi Vagnini da una posizione quasi impossibile ma che sembra stregata per il S.Bernardo Luserna con un diabolico tiro in diagonale che si insacca sotto la traversa.
Le ospiti prendono coraggio e vigore mentre le padrone di casa sembrano attanagliate dal timore di subire una clamorosa rimonta.
Al 36' la chiude Pinna al termine dell'azione forse più spettacolare: Genovese lancia per Barbieri che di tacco al volo libera la compagna. Sobrero su una avversaria finge la conclusione per mandare fuori tempo il portiere e conclude prima dell'intervento di un difensore.
Nonostante il divario di tre reti la Jesina ci prova ancora con una punizione dal limite bloccata dal portiere e allo scadere coglie la terza rete con De Sanctis.
Sabato impegnativa trasferta a Verona contro le vice campionesse d'Italia che cercano nella competizione interna la rivincita per la prematura eliminazione in Europa. Prossimo impegno casalingo il 19 quando giungerà a Venaria la Fiorentina attuale capolista. Inizio alle 14,30.
Continua la corsa in testa alla classifica della Primavera del S.Bernardo Luserna che in serata ad Alba regola per 4 - 1 le pari età della neonata Area Calcio Alba Roero.

 



S.BERNARDO LUSERNA: Russo, Favole S., Joly, Greppi, Vivirito, Barbieri, Favole A., Mazzuchetti, Pugliesi, Moretti, Pinna. A disposizione : Serafino, Tosetto, Tudisco,Ippolito, Genovese, Massarelli, Prencipe
Allenatore : Tatiana Zorri

 

EDP JESINA: Guidi, Mosca, De Sanctis, Scarponi, Alunno, Picchiò, Porcarelli, Battistoni, Polli, Fontana. A disposizione Cantori, Cuciniello, Monterubbiano, Fabbretti, Bagnini, Costantini, Piergallini.
Allenatore :Giugliano Domenico

 

Terna arbitrale: Andrea Calzavara di Varese; Simone Jean Pierre Mattiotti di Ivrea e Lorenzo Gatto di Collegno

 

Ufficio stampa S.Bernardo Luserna

0LuJe

01LuJe

 

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.