Lunedì, 01 Giugno 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Alessandria - Oristano

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


00000Al

ALESSANDRIA - ORISTANO 10-2



La settima giornata del girone di andata, al Campo Comunale Ex Casermette, vede contrapporsi l’ACF Alessandria e l’ ACF Atletico Oristano.
Il 25 novembre era la giornata internazionale della Lotta alla Violenza sulle Donne, e il Dipartimento Calcio Femminile, sotto l’egida della Lega Nazionale Dilettanti – da sempre attenta ad ogni istanza di uguaglianza e rispetto dei diritti – ha organizzato per questo fine settimana una serie di attività sull’intero territorio nazionale volte a sensibilizzare il maggior numero di persone su questo delicato argomento.
Prima del fischio di inizio è stato letto dalle Capitane Amandola e Carta un testo inerente l’iniziativa; tutte le atlete hanno indossato un nastro rosso al polso come simbolo di partecipazione a questa Lotta.

 

La partita inizia con ritmo serrato e all’8’ è Zella che porta in vantaggio l’Alessandria: stoppa e piazza la palla sotto la traversa, 1 a 0.
Al 12’ Mattana arriva in area e Asteggiano interviene.
Al 20’ Soragni vola sulla sua fascia e spara il pallone alle spalle di Langella, 2 a 0.
Al 23’ un batti e ribatti nell’area dell’Oristano, nato da una bella apertura di Soragni in favore di Capitan Amandola, che si reimpossessa della palla e la scaraventa in porta: Langella respinge ma si trova all’interno della linea di porta e l’assistente lo segnala: rete assegnata, risultato 3 a 0.
Al 26’ punizione di Zella dalla tre quarti per Devecchi che impegna Langella.
Al 32’ è Soragni che dalla fascia, dopo essersi smarcata, crossa per Capitan Amandola che stoppa e al volo insacca segnando la sua doppietta, nonostante il tentativo in tuffo di Langella.
Al 35’ Soragni, padrona indiscussa della sua fascia, arriva nei pressi della porta e infila il pallone nel sette del palo opposto, portando il risultato sul 5 a 0.
Al 41’ il Direttore di gara in seguito ad un fallo in area di Devecchi, indica il dischetto: si incarica di battere il rigore D’Ancona che insacca il pallone alle spalle di Asteggiano, risultato 5 a 1.
Al 42’ Zella, abbondantemente fuori dall’area, calcia con precisione la sfera che termina in rete, risultato 6 a 1.
Al 44’ Soragni fissa il parziale sul 7 a 1 grazie alla sua tripletta personale.
Il secondo tempo vede la compagine sarda che, per nulla intimorita dal parziale, cerca di spingere il gioco e che tenta azioni pericolose, ad esempio al 3’ il contropiede di D’Ancona viene neutralizzato grazie all’intervento dell’intero reparto difensivo grigionero.
Al 9’ Bergaglia crossa per Amandola, interviene Tola E. che nel tentativo di sventare l’azione butta la palla in rete, inevitabile la disperazione da parte della calciatrice sostenuta da uno spontaneo applauso del pubblico.
Al 16’ Carta riesce a liberarsi dalla marcatura e si trova a tu per tu con Asteggiano che sventa di piedi.
Al 17’ Langella con uno spettacolare colpo di reni riesce a alzare oltre la traversa un vigoroso tiro di Soragni.
Al 21’ Carta gira il gioco in favore di Mattana, che tagliando alle spalle della difesa riesce ad incrociare sul secondo palo gonfiando la rete delle padrone di casa con un potente tiro: risultato 8 a 2.
Al 37’ Bianco scaraventa il pallone sul palo opposto beffando Langella; rete con dedicata ad una persona speciale da una commossa Emanuela .
Al 39’ Bergaglia serve palla all’accorrente Capitan Amandola che di testa segna la sua tripletta.
Risultato finale 10 a 2.
Giova precisare che l’Oristano si è presentata in Alessandria con alcune defezioni, infatti l’organico risultava ridotto all’indispensabile: 11 calciatrici. Bisogna inoltre, per correttezza, anche dare atto che l’estremo difensore sardo della partita odierna non era la titolare Fazio infortunata e in attesa di accertamenti medici.
La lettura della partita di Mister Cantone è la seguente: “L’Oristano è squadra ostica leggendo la classifica: tre vittorie e tre sconfitte. Il risultato finale non poteva essere scontato. In realtà si è trattata di una partita in discesa, siamo stati favoriti dalle assenze nelle fila sarde. Rendo merito e onore alla squadra avversaria per aver spinto per 90 minuti senza demordere, ancor di più apprezzabile il fatto che nonostante il risultato pesante le ragazze della Mister Secci non hanno buttato la partita sul piano fisico e neanche si sono fatte sopraffare dal nervosismo. Bella partita, tanto calcio giocato, zero cartellini.”

 

ACF Alessandria: Asteggiano, Anselmo (Zecchino 29’ st), Devecchi, Soragni (Garavelli 21’ st), Marinoni, Bianco , Capra, Zella, Accoliti (Bergaglia 39’ st) , Amandola, Barbesino. A disposizione: Giribaldi, Minato, Schiavi, Marigonda. Allenatore: Cantone

 

Atletico Oristano: Langella, Ledda, Pinna, Esu, Tola E., Carta, Mattana, D’Ancona, Tola V., Congia, Podda. Allenatrice: Secci

 

Marcatori: Zella (A) 8’ pt; 42’ pt – Soragni (A) 20’ pt; 35’ pt; 44’ pt – Amandola (A) 23’ pt; 32’ pt; 39’ st – Tola E. (O) autorete 9’ st; Bianco (A) 37’ st; D’Ancona (O) 41’ pt Rigore ; Mattana (O) 21’ st

 

Direttore di gara: Calefati di Saronno
Assistenti: Benou , Nespolo di Alessandria

 

Simona Borelli

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.