Prima ufficiale casalinga per il Mozzanica

Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Preparazione 032 piccolaLe biancocelesti tornano a disputare una gara ufficiale sul terreno di casa domenica 21 settembre, nella gara di ritorno con la Fortitudo Mozzecane, valida per il primo turno di coppa Italia. Dopo il tre a zero esterno di 12 giorni fa, la strada pare in discesa, ma guai a dirlo a Mister Grilli che non ammette cali di concetrazione tra le sue. "Le ragazze si stanno allenando bene e stanno assimilando tante cose, offrendo il massimo impegno sempre", queste le parole dell'Oracolo di Città di Castello prima dell'allenamento di stasera. 

Dopo le scorribande con la maglia azzurra sono rientrate alla base Stracchi, Iannella e Mason, mentre Nicole Garavelli è attesa tra oggi e domani. Buona in generale la forma di tutte le atlete mozzanichesi, solo qualche acciacco per l'attaccante ex Verona e l'esterna ex Torres che non dovrebbe comunque mancare all'appello domenica, così come Riboldi e Spinelli che erano rimaste ferme ai box all'andata. Arduo pronosticare se Nazzarena Grilli voglia mantenere l'assetto titolare per il match contro la Fortitudo, o se invece opterà per dare riposo alle nazionali e fare qualche esperimento. Stesso discorso per le nostre avversarie, anche se presupponiamo che Valter Padovani, tecnico delle venete, voglia schierare comunque la migliore formazione disponibile. 

Con le partite di domenica si chiude questo lunghissimo primo turno di coppa, dalla struttura a dir poco cervellotica. Per le biancocelesti l'attenzione è puntata anche alla gara tra Orobica e Bocconi (2-1 all'andata) che sancirà il nome dell'avversario del Mozzanica, nel secondo turno di domenica 28.

Probabili formazioni:

Mozzanica: GRITTI; DOSSI, SCHIAVI, LOCATELLI, TONANI; PIVA, BRAMBILLA, SCARPELLINI, MAURI; RIBOLDI, GIACINTI. All. Nazzarena Grilli.

F. Mozzecane: BEGNONI, PECCHINI, MECENERO, FACCIOLI, CAFFARA, VENTURINI, RASETTI, MASELLI, CAVALLINI, PERETTI, RIZZI. All. Valter Padovani.

franzbaresi
Author: franzbaresiEmail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.