NON BASTANO LE OCCASIONI FINALI, UN GOL DI GIACINTI REGALA ALLE LOMBARDE LA QUALIFICAZIONE DI COPPA

Stampa
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

verona raga 14Mozzanica (Bg). Vigilia pasquale in campo per due top team del massimo campionato quali Mozzanica e Agsm Verona che si affrontano sul campo delle bergamasche nella gara unica ad eliminazione diretta valida per i quarti di finale della Coppa Italia.
Il tecnico scaligero Longega deve rinunciare all'infortunata Cecilia Salvai, oltre che a Sandy Maendly, e opta per una difesa a tre con Di Criscio centrale, Ledri a destra e Squizzato a sinistra.. Tra le fila bergamasche non è della partita l'ex di turno Marta Mason.
Grossa opportunità per le scaligere in avvio di gara con Tatiana Bonetti che di testa va a deviare il cross di Gabbiadini chiamando Gritti al difficile intervento. Sul conseguente calcio d'angolo il cross di Bonetti termina sul palo.
Fiammata del Mozzanica al quarto d'ora di gioco con Giacinti che penetra centralmente e coglie un clamoroso palo. Subito dopo sempre Giacinti chiama Ohrstrom alla respinta. Portiere gialloblù che si esalta anche sul tentativo di Iannella.
Alla mezz'ora Panico tenta la conclusione respinta da Gritti, riprende Gelmetti che calcia male. Il tentativo della numero undici veronese si trasforma in un assist per Gabbiadini sfortunata nel contrasto con il portiere Gritti.
La prima frazione, dopo 45' combattuti, si chiude a reti bianche.
Nella ripresa, dopo un buon momento delle gialloblù è il Mozzanica a passare in vantaggio con Valentina Giacinti che parte in posizione di sospetto fuori gioco, si invola in area e batte Ohrstrom.
Le veronesi subiscono il contraccolpo del gol bergamasco e rischiano di subire il raddoppio con la neo entrata Cambiaghi che impegna Ohrstrom e poco dopo coglie la traversa.
Ancora la scatenata Cambiaghi chiama nuovamente Ohrstrom al difficile intervento.
Il Verona fallisce alla mezz'ora l'opportunità per il pareggio con Gelmetti che raccoglie l'assist di Gabbiadini ma tutta sola spara alle stelle.
Due minuti più tardi Lilla Sipos, subentrata in campo a Fuselli, calcia fuori un diagonale.
In contropiede il Mozzanica sfiora nuovamente il raddoppio con Cambiaghi che si fa murare da Carissimi.
Sul fronte opposto ci prova di testa Patrizia Panico ma non è giornata per il capocannoniere del campionato.
A tempo scaduto le scaligere cercano in mischia la zampata del possibile pareggio, ma le lombarde riescono ad allontanare il pericolo.
Nei minuti di recupero le gialloblù falliscono tre opportunità incredibili: Squizzato coglie la traversa e Ledri da due passi si fa respingere l'incornata. L'ultima clamorosa opportunità arriva su calcio di punizione di Patrizia Panico che chiama al miracolo la numero uno bergamasca Gritti.
Verona meritatamente fuori dalla Coppa Italia, in semifinale ci va il Mozzanica che troverà il Brescia.
Ora le gialloblù dovranno concentrarsi unicamente sul campionato: sabato prossimo in via Sogare arriverà il Bari e Gabbiadini e compagne sono chiamate ad un pronto riscatto per riprendere la marcia in vetta.

MOZZANICA 1
AGSM VERONA 0
Reti: St. 12' Giacinti

Mozzanica: Gritti, Doss (13' st. Cambiaghi)i, Tonani, Stracchi, Schiavi, Locatelli, Iannella, Rizzon, Giacinti, Scarpellini, Riboldi.
A disposizione: Capelletti, Pernigoni, Fusar Poli, Parsani, Edoci, Garavelli, Cambiaghi.
Allenatore: Nazzarena Grilli.

Agsm Verona: Ohrstrom, Squizzato, Ledri, Carissimi, Fuselli (14' st. Sipos), Di Criscio, Bonetti, Gabbiadini, Panico, Ramera, Gelmetti.
A disposizione: Bongiovanni, Marconi, Sipos, Baldo, Pavana.
Allenatore: Renato Longega.

Arbitro: Massimiliano Aly di Lodi.
Assistenti: Bonomo di Milano e Oliverio di Lodi.
Note: Giornata con cielo nuvoloso e vento, terreno in discrete condizioni. Spettatori oltre 400. Ammonita Di Criscio

L'Ufficio Stampa

Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Autore
Fondatore e Autore di calciodonne.it