Domenica, 20 Ottobre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

VERONA e BRESCIA…nel segno del SETTE!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


punto seriea15
Nella ventiduesima giornata di campionato Verona e Brescia hanno superato le loro avversarie con un risultato curiosamente uguale, due 7-1 che, a quattro giornate dal termine, danno l’avvio ad uno sprint finale che si presenta incerto e avvincente già a partire dalla prossima giornata, che vedrà il Verona impegnata in Sardegna contro la Torres ed il Brescia sul proprio campo contro la terza forza del torneo: il Mozzanica!
La Agsm Verona, capolista, si è sbarazzata facilmente della Pink Sport Time di Bari: una partita senza storia che ha visto le ragazze di Longega in vantaggio di tre reti a zero già alla fine del primo tempo. Dopo diverse opportunità per il Verona, la prima rete arriva al 28’, quando Bonetti mette in mezzo un traversone che Gabbiadini di testa mette in rete. Passano solo due minuti ed il raddoppio è cosa fatta: Ramera serve con precisione Gelmetti che con una mezza girata al volo supera Rizzi. La terza rete al 41’ è di Carissimi che, fuggita sul filo del fuorigioco, non dà scampo al portiere barese in uscita.

Nella ripresa è ancora il Verona che detta legge e sciupa altre due opportunità, anche se poi è la squadra barese ad accorciare le distanze con Clelland (62’). Dopo un palo di Gelmetti arriva la quarta rete e seconda personale di Gabbiadini che trafigge Rizzi dopo un bell’assist di Gelmetti. Al 78’ Carissimi con un gran tiro al volo supera l’estremo difensore barese. Due minuti dopo arriva la sesta rete ad opera di Sipos con un bel diagonale in area e ad un minuto dal termine il settimo sigillo veronese è merito di Gelmetti con un bel tiro che spiazza Rizzi.

Altra goleada, questa volta in terra comasca, ad opera del Brescia, che però solo nella ripresa ha espresso la sua “potenza”, mentre nella prima parte della gara il Como ha retto bene il campo, concedendo una sola rete al 44’ ad opera di Girelli, con un tiro cross che, con una traiettoria strana, si insacca alle spalle di Presutti.
La ripresa è un monologo bianco azzurro e fioccano le reti. Al 50’ Bonansea mette la palla in rete, con un tocco sotto, dopo un lancio di Tarenzi. Al 60’ è ancora Girelli che fa il tris per la sua squadra con un preciso tiro entro l’area. Al 65’ Boattin segna la sua prima rete “bresciana” con una grande conclusione in diagonale. Al 72’ si vede finalmente il Como: al 72’ Cama rende meno amaro il pomeriggio lariano con un fendente strepitoso che s’infila sotto la traversa di Marchitelli. Negli ultimi dieci minuti arrivano altre tre reti; Bonansea scarta in area anche il portiere al 80’; un minuto più tardi arriva la doppietta di Tarenzi che, con un perfetto tiro a giro, supera Presutti siglando la sua prima rete e subito dopo, con una conclusione precisa in area non dà scampo all’estremo difensore del Como.

“Una faticaccia” è stata superare l’Orobica di Mister Marini da parte di un Mozzanica che si è presentato sul campo Aldo Moro con ancora nella testa il bellissimo successo ottenuto in Coppa Italia sul Verona. Forse la sicurezza di una partita sulla carta facile ha limitato la determinazione delle ragazze di Mister Grilli che sul campo hanno trovato molte difficoltà a trovare la via della rete, anche se poi di occasioni ne hanno avute, sbagliando anche l’ennesimo calcio di rigore! Inizia bene il Mozzanica spingendo sull’acceleratore, ma prima Scarpellini, poi Mason e successivamente Giacinti peccano d’imprecisione. L’Orobica, che nel frattempo ha perso per infortunio Merli dopo uno scontro con Schiavi sancito da un giallo che risulterà poi pesante per l’esperta giocatrice bergamasca, cerca di difendere la propria porta chiudendo ogni spazio, ma alla mezz’ora Riboldi viene atterrata in area: il rigore assegnato al Mozzanica però viene calciato fuori da Scarpellini!
Sul finire del tempo ci prova anche Stracchi, ma il tiro è alto e all’ultimo minuto il Mozzanica se la prende con l’arbitro per la mancata concessione di un altro calcio di rigore per atterramento di Mason.
Nella ripresa il Mozzanica spinge in avanti ed altre occasioni vengono sprecate dalla attaccanti, ci provano Mason, poi Stracchi e Giacinti, ma non c’è nulla da fare.
Al 22’ secondo giallo per Schiavi e Mozzanica in 10, allora Nazzarena Grilli fa un cambio che risulterà vincente: esce Scarpellini per Cambiaghi.
Dopo un’altra occasione sprecata da Iannella, al 30’ Cambiaghi lancia Giacinti che dalla sinistra fa partire un cross perfetto che Mason, al rientro dopo tre mesi, mette in rete. Nei minuti di recupero arriva anche il raddoppio del Mozzanica, grazie ad una bella conclusione al volo di Cambiaghi.

C’è voluto solo un minuto al Firenze per sbloccare il risultato, quando su un traversone di Vicchairello, Rinaldi, con un perfetto tiro al volo, sigla la sua prima rete di giornata, ne farà altri due…!
La partita è stata nella prima frazione di gioco abbastanza equilibrata, senza molte occasioni da rete da parte delle ragazze viola, con il Cuneo pericoloso in alcune ripartenze con la sempre “minacciosa” Sodini, che, ad inizio ripresa, confeziona il pareggio piemontese, grazie ad un tiro che passa sotto le gambe di Matsubayaschi e termina in rete.
Il Firenze allora ha una reazione e Vicchairello, con una bella azione personale, mette in condizione Rinaldi di arrivare al limite dell’area e di concludere in rete superando Ozimo.
Dopo altre due occasioni sprecate dalle ragazze di Fattori, con Guagni e Vicchierello, e due da parte del Cuneo, con Franco e Sodini, si arriva a tre minuti dal termine con la terza rete personale di Rinaldi, che mette in rete una corta respinta di Ozimo su tiro di Guagni.

Gran bella Res Roma, quella vista oggi sul campo Raimondo Vianello, che ha superato il Riviera di Romagna con tre belle reti, assicurandosi così la quasi matematica salvezza a 31 punti! Inizia subito bene la compagine di Mister Melillo che è già in goal dopo un solo minuto: punizione precisa di Ciccotti, Villani di testa mette alle spalle di Vicenzi. Le ragazze giallo rosse, insistono in avanti e prima Pirone, alto, poi Palombi, con Vicenzi che para alla grande, non riescono a raddoppiare. Caccamo dall’altra parte ci prova, ma Pipitone è sempre attenta e para la conclusione. Al 21’ Simonetti, servita da Pirone, lascia partire un delizioso pallonetto che non dà scampo a Vicenzi…grande goal della giovanissima giocatrice romana!
Passano pochi minuti e l’arbitro assegna un rigore al Riviera per un atterramento in area di Caccamo, Petralia spedisce fuori la sfera dagli undici metri!
La Res Roma “festeggia” lo scampato pericolo andando a segnare la terza rete al 36’ con Palombi, bravissima a liberarsi in area con un dribbling e a mettere la sfera alle spalle del portiere romagnolo.
Nella ripresa il ritmo cala, ma non le occasioni da rete per la Res Roma che sfiora ripetutamente il poker con Pirone, Palombi e Simonetti, poi la stessa bomber napoletana colpisce la traversa!

Bello ed emozionante sino ai minuti finali il DERBY fra il Tavagnacco ed il Pordenone, risolto “all’ultimo secondo” dall’ennesima prodezza di Brumana!
Partenza in perfetto equilibrio fra le due squadre, anche se le conclusioni più pericolose sono per il Tavagnacco con Parisi e Tuttino
Al 30’ arriva il vantaggio del Tavagnacco: passaggio di Brumana per Parisi che supera il portiere del Pordenone con un gran tiro dalla distanza. Passano solo due minuti e Veritti (all’esordio in serie A), in una confusa mischia in area, raddoppia per il Tavagnacco. Uno due micidiale che però non demoralizza le ragazze di Toffolo che si portano in avanti e al 38’ accorciano le distanze con Peroni ben servita da De Val.
Al 43’ arriva il pareggio, palla che sfila in area e Lotto con un forte tiro mette alle spalle di Copetti. Il tempo finisce con una conclusione di Camporese di poco alta.
La ripresa è abbastanza simile al primo tempo e le occasioni non mancano, ci prova Tuttino e, dall’altra parte, De Val, ma la sfera si perde sul fondo in entrambe le circostanze. Poi Sardu impegna Belgrado e Camporese centra il palo esterno.
Al 45’, Camporese prende un altro palo… e all’ultimo minuto Brumana, dalla corta distanza, fa partire un preciso pallonetto che Belgrado non riesce a raggiungere tanta precisa è la direzione della sfera!
San Zaccaria -Torrers  giocata oggi.

Partita ricca di emozioni e gol al "Soprani" tra le padrone di casa del San Zaccaria e la Torres. La gara termina 3 a 3 nei minuti di recupero quando la Torres riesce a mettere a segno la rete del pari che gela le speranze di vittoria delle romagnole. Le reti : al 10' Serrano,al 34' Cimatti per il San Zaccaria, al 5 st. Cimatti,  al 6' Flaviano, al 25 st. ancora Cimatti, al 46' Serrano!   Complimenti a Cimatti per la tripletta e Serrano per la doppietta!



La 23’ giornata, quattro dal termine…, presenta il match più importante della giornata con lo scontro ad alta quota fra il Brescia ed il Mozzanica, seguono Torres-AGSM Verona, Riviera di Romagna-Firenze, Pink sport Time Bari-Tavagnacco, Pordenone-Res Roma, Orobica-San Zaccaria e Cuneo-Como.

Risultati e classifiche

MARIO MERATI

Mario Merati
Author: Mario MeratiEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!