Sabato, 07 Dicembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Coppa Italia news 2015-16

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

roma giulia monaco b

 

Bellissima gara, sul difficilissimo campo dell'Atletico Oristano in Sardegna, disputata dalla Roma calcio femminile che però non è fortunata e perde di misura con un goal siglato in sospetto fuorigioco. Ma il calcio è questo, pertanto nulla da recriminare, si ricomincia subito a lavorare e a preparare la prossima non facile gara di campionato: il derby fuori casa.

Questi i commenti di mister Seleman: "Oggi non posso dire nulla alla squadra. Sono state grandi! A fine partita un dirigente si è avvicinato e mi ha detto che non sempre vince la squadra che ha giocato meglio. Questa frase è la sintesi della gara. Abbiamo fatto 90 min di grande calcio, il loro portiere è stata la migliore in campo e le faccio i complimenti perché è un grandissimo portiere. Oggi abbiamo fatto un errore noi e uno forse l'arbitro che non si è accorto del fuorigioco che portava al goal, ma comunque se noi eravamo più attente potevamo evitarlo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

fimauto2 valpo1516

 

Nel secondo turno di Coppa Italia il Fimauto Valpolicella batte il Vittorio Veneto per due reti ad una ed accede agli ottavi di Coppa Italia.
Mister Fracassetti privo di alcune pedine, tra cui Faccioli squalificatae le sorelle Mascanzoni ammalate sceglie di schierare un 4-3-1-2 con Zanotti e Usvardi dal primo minuto e Peretti dietro Boni e Leon.
Il Valpo parte subito forte conquistando metri e facendo vedere delle belle giocate.
Fimauto pericoloso da subito con Peretti che in girata di sinistro al volo impegna Cazzaro.
Passa solo un minuto ed è Usvardi che coglie la traversa interna su deviazione appena percettibile di Cazzaro, ma la palla rimbalza sulla linea dando al portiere il tempo di fare sua la palla anticipando l’accorrente Boni.
Al 10' è ancora Fimauto, azione costruita sull’asse Usvardi-Boni la palla passa a Zanotti sulla sinistra che mette in mezzo bene di nuovo per Boni che conclude pericolosamente di poco alto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

grifo 1516
A San Sisto le squadra di Belia vince (2-1) grazie all'attaccante, ma spreca tanto. Prima storica qualificazione agli ottavi.
Secondo turno di Coppa Italia, la Grifo Perugia ospita l’Imolese nella gara spareggio che sancirà il diritto di passaggio alla fase successiva. Tenuta classica a strisce verticali rossoblu per le emiliane, inedita maglia gialla e pantaloncino verde per le perugine. La gara inizia con le squadre raccolte a centrocampo per il minuto di raccoglimento per le vittime di Parigi. Pressa subito alto la squadra di Belia cercando di mettere in difficoltà la difesa avversaria ed è il 7’ minuto quando Pellegrino smarcata in area centra di sinistro la traversa. Al 10’ un cross pericolo dall’out sinistro di Monetini, Ceccarelli M. non arriva sull’incornata. Pellegrino, al 13’, cerca dal limite dell’area di sorprendere con un pallonetto il portiere, ma il tiro è facilmente parato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

orobica inter ci15
Si é fermata sul campo dell'Orobica l'imbattibilitá stagionale delle nerazzurre, che nella gara del secondo turno di Coppa Italia sono state sconfitte dalle padrone di casa per 2-0, al termine di una partita in cui la squadra di Brustia si è fatta apprezzare per il gioco e per le tante occasioni da gol costruite, ma con le bergamasche bravissime nello sfruttare in modo cinico gli unici due tiri in porta con cui hanno deciso il match a loro favore.
Il fischio d’inizio, come è avvenuto su tutti i campi di gioco, è stato preceduto da un raccolto e commovente minuto di silenzio per commemorare le vittime delle folli stragi per le vie di Parigi, poi la commozione ha lasciato spazio allo sport.
Contro le bergamasche mister Brustia lascia a riposo molte titolari per lasciare spazio alle giocatrici che hanno avuto meno possibilità di mettersi in mostra in questo inizio di stagione, mandando in campo Selmi tra i pali, una difesa a quattro con Brevi, Casiello, Spinelli e Pedrazzani, mentre nel centrocampo a tre, accanto all’immancabile Ferrario, ha schierato Regazzoli e Longoni, con Bonfantini e Pandini alle spalle della punta centrale Alessia Rognoni.

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!