Sabato, 04 Dicembre 2021

L'Arezzo calcio femminile cala il poker a Lucca: a segno Gnisci, Ceccarelli, Bove e Vicchiarello

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Le ragazze amaranto di mister Testini si presentano sull'erba dello Stadio Porta Elisa con le rossonere della Lucchese. Con Razzolini squalificata, l'allenatore dell'Arezzo è costretto a cambiare modulo.
Le padrone di casa partono forte e vanno subito vicine al vantaggio: la prima occasione è su calcio d'angolo ma la palla colpisce il legno superiore della porta. La scena si ripete al 12' minuto con Bengasi che prende la seconda traversa.



Ceccarelli si slancia in area di rigore, ma è provvidenziale per le pantere lucchesi l'intervento di Lehmann. Anche Verdi ci prova sempre da distanza ravvicinata, prima di venire murata dalla difesa rossonera.

Al 25' Gnisci firma di destro la prima rete amaranto, concludendo con successo una giocata tutta in verticale. Il primo vero lampo di questa partita, che regala il vantaggio alle calciatrici aretine, svolta la gara dopo 20 minuti di sofferenza per il Cavallino. Passano solo tre minuti prima che Ceccarelli stacchi e marchi con un colpo di testa il gol del 2-0, grazie al preciso calcio d'angolo battuto da Paganini. Doccia fredda per la formazione rossonera. Al 39' miracolo di Valgimigli che neutralizza il tiro di Uzqueda favorito dal rimpallo. Grande parata della portiera amaranto nonostante il guardalinee alzi la bandierina per segnalare il fuorigioco. Orlandi è protagonista suo malgrado di un contrasto durissimo sul primo palo al 42', tentando la girata. Il primo tempo si conclude con l'ACF Arezzo in vantaggio per due reti a zero.

Al 4' della ripresa, Paganini scambia con Verdi che prova in area di rigore con il mancino, ma Lehmann chiude in maniera provvidenziale. Subito una buona occasione per l'Arezzo, che prova ad aumentare i ritmi per chiudere la gara. Al 7', dopo un momento di tensione in campo, punizione per la Lucchese che trova Valgimigli attenta in presa. Poco più tardi segue una palla gol per la Lucchese (per fortuna dell'Arezzo) sprecata, con Valgimigli che si ritrova la sfera fra le braccia.

Al 12' minuto si accende un parapiglia in campo: l'arbitro ammonisce Vicchiarello e Tata per pacificare gli animi. Bengasi prova da lontanissimo e riapre la partita con il primo gol rossonero da oltre 30 metri (siamo al 14'). Al 19' Lorieri sostituisce Gnisci. Calciatrice della Lucchese a terra, la punizione battuta da Bengasi è assolutamente innocua. È ormai il 35' quando Bove sostituisce Ceccarelli. L'Arezzo cala il tris al minuto 41 grazie alle neoentrate Lorieri e Bove, che confezionano ottimamente un contropiede: cross dalla tre quarti di Lorieri che Bove trasforma in rete con un tiro all'angolino. C'è ancora tempo per il poker grazie al calcio di punizione dalla lunghissima distanza di Vicchiarello. Gol di pregevole fattura. Le citte amaranto conquistano così la prima vittoria e si attestano a quota quattro punti in campionato dopo due match.

Lucchese - Arezzo 1 - 4
Marcatrici: 25′ Gnisci, 28' Ceccarelli (primo tempo); 14' Bengasi, 41' Bove, 45' Vicchiarello (secondo tempo)

LUCCHESE: Marchetti, Campagni, Piccini, Todaro, Lehmann, Del Prete, Moni, Bengasi, Mastel, Uzqueda, Pieroni. A disp. Pieri, Villeda, Angeli, Veneziano, Lunghi, Eletto, Tata, Manganiello, Rowe
Allenatore: Nazzareno Tarantino

ACF AREZZO: Valgimigli, Tuteri, Costantino, Paganini, Orlandi, Ceccarelli (80' Bove), Verdi, Gnisci (64' Lorieri), Pasquali, Vicchiarello, Ferretti. A disp. Aliquò, Bove, Sabia, Zelli, Fratini, Lorieri
Allenatore: Emiliano Testini

Ammonite: Vicchiarello, Tata, Costantino
Direttore di gara: Giuseppe Scarpati
Assistenti: Fabio Del Papa, Dragos Gabriel

Author: RedazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.