Martedì, 30 Novembre 2021

Il San Marino batte in rimonta un bel Cittadella

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Dopo la vittoria di Verona, la San Marino Academy ritrova Acquaviva per ospitare il Cittadella delle ex Vecchione, Corazzi – in campo dall’inizio – e Larocca. Per l e Titane, le novità rispondono ai nomi di Papaleo e Bertolotti, titolari al posto di Massa e Jansen. A scattare meglio dai blocchi sono le ospiti, in divisa bianca da trasferta: sugli sviluppi di un corner, la palla arriva fuori per Masu che trova un gol da cineteca, colpendo in controbalzo e di mezzo esterno un pallone indirizzato all’incrocio dei pali. Niente da fare per Alessia Piazza che in precedenza aveva disinnescato un sinistro dalla distanza di Peruzzo.



La reazione dell’Academy è affidata al piazzato di Fusar Poli, che pesca la sponda sul secondo palo di Venturini, la quale indirizza troppo a ridosso dell’area piccola. In seguito, ci prova Papaleo che scappa in fascia e rientra sul mancino prima di proporre un traversone interessante su cui mancano inserimenti. Una bella iniziativa di Micciarelli al 12’ fa suonare un campanello d’allarme nella retroguardia granata, che riesce a chiudere appena in tempo sul destro dai venti metri di Bertolotti – armato dallo scarico di Barbieri. Un minuto più tardi è proprio Bertolotti a scavalcare la linea difensiva avversaria per scommettere sulla velocità di Papaleo, che brucia la diretta marcatrice me si allarga troppo, arrivando alla conclusione di mancino sull’esterno della rete.

Il Cittadella ha una buona opportunità in contropiede sull’asse Lattanzio-Vecchione, ma Alessia Piazza è attenta ed esce coi tempi giusti. L’Academy ha però preso la partita in mano con personalità e le ospiti pensano principalmente a gestire: condizione che porta le Titane a risultare più vivaci. Al 20’ la difesa veneta libera con affanno sulla torsione in area di Venturini, mentre al 28’ scatta il cartellino giallo per Masu. Le Titane guadagnano progressivamente campo e nascondono la palla alle avversarie: una buona circolazione libera Menin in fascia poco dopo la mezz’ora. Arrivata al vertice, si porta sul destro per un tiro-cross che Papaleo non riesce a deviare per questione di millimetri. Ma c’è deviazione e quindi corner. Sugli sviluppi del quale, proprio Papaleo arriva alla conclusione potente da posizione defilata che Toniolo respinge dalle parti di Barbieri, colpita dalla sfera da breve distanza. Mischia furibonda nei pressi della linea di porta e tocco risolutore di Yesica Menin, che al 33’ firma il gol del meritato pareggio sammarinese.

Ora l’inerzia è tutta per l’Academy, che continua a spingere per cercare il sorpasso. Al 35’ Micciarelli si inventa un gran filtrante per Papaleo, che non arriva ad agganciare in piena area per un soffio. Dopodiché è Brambilla a provarci, spedendo fuori col mancino un pallone ben lavorato da Barbieri. Le Titane sono padrone del campo, dimostrando come il repentino vantaggio ospite sia stato frutto di un mero episodio. Ma a far la differenza, nel calcio, è solo il punteggio che a fine primo tempo recita 1-1.

Ad iniziare la ripresa sono le stesse ventidue titolari e dopo una fase di ulteriore studio reciproco, è la San Marino Academy a trovare la combinazione giusta. È ancora Papaleo ad innescare l’azione realizzativa, crossando dalla sinistra per Barbieri che aggancia spalle alla porta, facendo perno sul piede destro per aggirare Peressotti e battere col mancino sotto il ventre di Toniolo, che tocca ma non può evitare la rimonta. Settimo centro stagionale per Barbieri, sesto in questa Serie B.

Le Titane sono efficaci anche nella propria metà campo, limitando molto le qualità offensive del Cittadella che – nella prima metà di frazione – arriva a calciare solo dopo una leggerezza di Fusar Poli, scippata del pallone sulla trequarti difensiva, da dove Lattanzio prova a disegnare un lob controllato con facilità da Piazza. Al 69’ le ospiti non capitalizzano una punizione con palla posizionata mezzo metro fuori dal lato corto dell’area, mentre due minuti più tardi Brambilla subisce un fortuito colpo al volto nel cerchio di centrocampo che la costringe a lasciare il campo per le cure mediche del caso.

Rientrerà in campo la centrocampista lombarda, poi rilevata da Jansen all’81’. Nel mezzo, buona opportunità per la neoentrata Pizzolato, che scappa in velocità a Micciarelli e Venturini per arrivare a calciare dal cuore dell’area: tocco sull’esterno della rete di Piazza, ma Gagliardi non se ne avvede e comanda rimessa dal fondo. Le Titane replicano con la punizione dal vertice guadagnata con grande esperienza da Barbieri e calciata da Jansen, che va forte al centro dove un flipper si risolve a favore della difesa. Finale all’arma bianca per il Cittadella, che ha la palla buona all’87’ con Zanni: il suo destro al volo dopo una respinta di testa termina però a lato del montante di Piazza, che ne ha accompagnato la traiettoria con lo sguardo.

La gestione del finale dell’Academy è quasi impeccabile, non fosse per un’unica palla arrivata nel cuore dell’area proprio negli istanti conclusivi dell’incontro. Larocca cerca di anticipare Groff e frana a terra: arriva il fischio dell’arbitro, ma a sancire la chiusura dell’incontro per la rabbia veneta e il sollievo sammarinese. Seconda vittoria consecutiva in campionato per l’Academy di Conte, che rimonta e sorpassa in classifica il Cittadella a margine di una prestazione attenta, concentrata ed aggressiva. Se quest’attitudine dovesse diventare una costante, le Titane sarebbero un cliente estremamente difficile per tutti.

Serie B Femminile, 8. giornata |

San Marino Academy-Cittadella 2 - 1
Marcatrici: 4’ Masu, 33’ Menin, 55’ Barbieri

SAN MARINO ACADEMY [4-2-3-1]
A. Piazza; Marrone, Groff, Venturini, Micciarelli; Brambilla (dall’81’ Jansen), Fusar Poli; Menin, Bertolotti (dal 56’ Baldini), Papaleo (dal 67’ Massa); Barbieri
A disposizione: Montanari, Montalti, Nozzi, M. Piazza, Alborghetti, Kiamou
Allenatore: Alain Conte

CITTADELLA [4-1-4-1]
Toniolo; Ripamonti, Peressotti (dal 56’ Larocca), Masu, Fracaros (dal 62’ Zanni); Corazzi; Domi (dall’80’ Meggiolaro), Lattanzi, Peruzzo, Vecchione (dal 62’ Zorzan); Zannini (dal 62’ Pizzolato)
A disposizione: Meneghetti, Lovato
Allenatore: Salvatore Colantuono

Arbitro: Alice Gagliardi di San Benedetto del Tronto
Assistenti: Gregorio Maria Galieni di Ascoli Piceno e Roberto Maroni di Fermo

Ammoniti: Masu, Domi

Author: RedazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.