Mercoledì, 20 Novembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

EMILIA ROMAGNA CAMPIONE D'ITALIA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


torneo-regioni14-emiliag
Le ragazze di Ricci Maccarini battono le campionesse in carica della Lombardia. Decide il match la rete di Giusy Faragò.
Le campionesse in carica scendono in campo con la voglia di replicare la vittoria in Sardegna della scorsa edizione. La tribuna del "Sergio Pase" di Pasiano di Pordenone è gremita e festante ed il tifo per le due contendenti non manca. Fin da subito macinano gioco grazie alle proiezioni offensive di Antwi, ma le avversarie, non sono arrivate in finale per caso. Nei primi dieci minuti infatti Lenzini e compagne lo mettono subito in chiaro. Al quarto d'ora Lombardia vicinissima al vantaggio. Il suggerimento da corner non viene sfruttato a dovere da Biffi che manca di un soffio la deviazione vincente a tu per tu con Ierardi.

La pressione lombarda produce due calci piazzati e l'ammonizione di Corradini è uno degli effetti. L'Emilia Romagna comunque non mostra timori reverenziali e si difende con ordine anzi, al 24' Tardini dal vertice dell'aera sgancia un cross al bacio per Faragò che aggancia, si gira e conclude. Provvidenziale l'intervento di Manuela Cattaneo che però non trattiene e rischia sul successivo tiro di Spizzoli, murato da Vaghi. Il primo tempo è vivace ed a tratti anche troppo "maschio" dove, qualche intervento rude delle calciatrici in campo, non è comunque sanzionato dalla Daneluz che preferisce uno stile di conduzione più "anglosassone", del resto la posta in palio è alta. Occasionissima emiliano romagnola intorno al 35', quando Tardini, ha la palla dell'uno a zero ma sfiora il palo alla sinistra dell'estremo difensore lombardo. La squadra di Enzo Vizza cerca con rapide ripartenze di chiudere la prima frazione trovando la giocata che possa sbloccare il match. Da una di queste, scaturisce il secondo cartellino giallo ai danni della formazione dell'Emilia Romagna, Faragò ferma la Belloni sulla fascia destra ma l'entrata è scomposta. Nei pochi minuti restanti, qualche affondo lombardo ma la difesa di mister Maccarini respinge. Alla ripresa delle "ostilità" è ancora la Lombardia a cercare con insistenza la rete e nel giro di due minuti, Gatti, si divora altrettante occasioni clamorose, non inquadrando la porta, a portiere ormai battuto. Tre minuti più tardi, al 5' del secondo tempo, altra opportunità. Ghidini è lasciata sola in area dopo un'azione avvolgente delle compagne che la liberano al tiro ma la parata della Ierardi è da Champion's. I tre pericoli in sequenza svegliano le ragazze dell'Emilia Romagna che riprendono in mano il centrocampo. Buone le giocate di Tardini e Faragò ma l'ultimo passaggio è spesso preda della difesa lombarda. Minuto 11, è la giornata di Francesca Ierardi. Ghidini riceve, aggancia la palla e calcia verso l'incrocio. La traiettoria è perfetta, ma la numero 12 dell'Emilia Romagna, con un gesto atletico molto bello, ci arriva e salva la propria porta. La risposta la offre il colpo di testa di Costantini che si spegne molto vicino a lato opposto di Cattaneo. E' una partita da numeri uno evidentemente perché al 20' è la Cattaneo a compiere il miracolo nell'angolino basso su un missile della Grenzi da calcio di punizione. La gara è gradevole ed imprevedibile grazie ai numerosi rovesciamenti di fronte. Le ragazze sentono la pressione dei minuti che scorrono e sembrano pagare in termini di lucidità negli ultimi 11 metri. La doccia fredda per le campionesse in carica arriva a 10 minuti dal termine a causa di un colpo di testa imperioso della Faragò che, ricevuto un pallone direttamente da calcio d'angolo, trafigge imparabilmente Cattaneo. Rotto l'equilibrio il pubblico si scalda e si entra nella fase finale. La Lombardia accusa il colpo e si getta in avanti più con il cuore che con la testa mentre le ragazze dell'Emilia Romagna controllano e difendono il prezioso vantaggio in ogni modo conquistando la Coppa della 53^ edizione del Torneo delle Regioni consegnata dal Segretario Generale della Lega Nazionale Dilettanti, Massimo Ciaccolini. Grande festa per le ragazze in divisa blu. Una vittoria frutto del carattere, della pazienza e della testa, quella di Faragò.

EMILIA ROMAGNA-LOMBARDIA 1-0
EMILIA ROMAGNA - Ierardi, Bursi, Gargan, Prati, Corradini, Costantini, Grenzi, Spazzoli, Faragò, Lenzini, Tardini. A disposizione: Bassi, Burani, Poluzzi, Gobbi, Lenzi, Boselli, Halit Jaha, Monticelli, Orlandini. Allenatore: Ricci Maccarini.
LOMBARDIA - Cattaneo, Antwi, Belloni, Benincaso (34' st Foti), Biffi, Gatti, Ghidini, Lacchini, Pasquariello (42' st Lusuardi), Straniero, Vaghi (36' st Di Muro). A disposizione: Angarano, Arnaboldi, Visentini, Grossi, Colombo. Allenatore: Enzo Vizzi.
Arbitro: Daneluz di Pordenone. Assistenti Anzolin di Latisana e Pittelli di Tolmezzo.
Reti: 35' st Faragò (E.R)
Ammonizioni: 16' pt Corradini (E.R), 36' pt Faragò (E.R)

 



fonte: http://www.lnd.it/torneodelleregioni/

Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Autore
Fondatore e Autore di calciodonne.it

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!