Sabato, 31 Ottobre 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

La Primavera del ChievoVerona Valpo domani ospita il Mozzecane

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Novanta minuti per continuare a sognare. La Primavera del ChievoVerona Valpo nell’ultima giornata della «regular season» in programma domani si gioca tutte le chances di qualificarsi alla fase finale del campionato. Allo Stadio Olivieri, con fischio d’inizio alle ore 14:30, la compagine del tecnico Veronica Brutti ha un solo risultato a disposizione: contro il Mozzecane servono i tre punti per sperare nel passaggio del turno.




Mattia Pasotto, allenatore in seconda della Primavera del Valpo, ha presentato questo imminente impegno: «Domani ci aspetta la partita più importante dell’anno – commenta il vice allenatore – sia perché è l’ultima, sia perché in caso di vittoria c’è la possibilità di passare ai quarti di finale nazionali, un bel traguardo sia per la società che per le ragazze.

Ci aspetta una gara complicata, contro una Fortitudo tosta e ben organizzata che già all’andata ci ha fermato sullo 0-0, per questo dovremmo partire subito forte, imponendo il nostro gioco e provando a metter in pratica ciò che abbiamo provato in settimana. In questi giorni ho osservato un gruppo determinato a legittimare questo obiettivo».

Una sfida cruciale che, complice il turno di riposo della Prima Squadra, c’è l’auspicio possa essere seguita dal maggior numero possibile di appassionati. «Vi aspettiamo tutti in Via Sogare – conclude Pasotto – il torneo di Serie A è fermo, quindi confidiamo che accorrano tanti tifosi a sostenere il Valpo Primavera».

Ufficio Stampa e Comunicazione

ChievoVerona Valpo SSD
www.chievoveronavalpo.it
https://www.facebook.com/chievoveronavalpo

Author: AdminEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.