Giovedì, 13 Agosto 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Derby a Formello contro la Roma

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


lazio_logoArchiviata la bella vittoria (3-1) di domenica scorsa sul campo dell'ASD Women Civitavecchia, nella prima uscita stagionale di Coppa Italia, subito un altro importante appuntamento con gara 2 attende la S.S. Lazio Calcio Femminile.  Ad una settimana dall'esordio nel campionato di serie A – in programma sabato 8 ottobre sul campo del Firenze A.S.D. - le biancocelesti allenate da Roberto Piras, domenica 2 ottobre alle ore 15.30 al campo C della Borghesiana, se la dovranno vedere con le neopromosse della Res Roma Femminile, che nello scorso weekend sono state le artefici dell'eliminazione della GS Roma Calcio Femminile.

DEBUTTO COUTO - E sarà proprio in questo match che, per la prima volta, indosserà la casacca biancoceleste Carla Sofia Basilio Couto. La forte attaccante portoghese non ha giocato a Civitavecchia, in quanto non era ancora a disposizione il suo transfer, arrivato questa settimana.

DERBY A FORMELLO – A parte l'impegno in Coppa Italia, un'altra notizia riguarda la seconda giornata di campionato.

Seconda giornata in cui le aquilotte saranno impegnate in un derby contro le "cugine" della G.S Roma Femminile, che andrà di scena alla vigilia della stracittadina maschile, ossia sabato 15 ottobre a Formello, dove i "colleghi" del maschile di certo non faranno mancare il loro supporto.



Roma, 29 settembre 2011

Walter Pettinati
Author: Walter PettinatiWebsite: www.pettinati.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Autore
Fondatore e Autore di calciodonne.it

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.