Giovedì, 09 Luglio 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Il Curno porta via i tre punti da Rovato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


 

MONTORFANO-CURNO-1-3

Reti: Verzelletti (M) al 5’ p.t.; Altamura (C) al 18’, Rivetta (C) al 31’ e Brugali (C) al 43’ s.t.

Montorfano: FAVA, MOMETTI, GANDOSSI, PIETTA, DRERA (dal 19’ s.t. VALTULINI), SERLINI, LUSOLI (dal 24’ s.t. BELOTTI), NEGRETTI (dal 18’ MAFFEZZONI), RECENTI, SPINONI, VERZELLETTI. All. G. Corioni. A disposizione: Abeni.

Curno: MANZONI, MOTTA, BONZANI, MANZILLO, RIVETA, MACCARANA, BONANOMI, BRUGALI, SESSANTINI (dal 14’ s.t. CAPUANI), ALTAMURA (dal 33’ s.t. MARCHESI), INGEGNERI. All. G. Napoletano. A disposizione: Cortinovis, Colleoni, Arnoldi.

Arbitro: Sirio Cosentino di Chiari.

Note: Giornata di sole. Campo in erba sintetica. Presenti circa 50 spettatori. Recupero: 1’+3’.

Piccoli passi in avanti per il Montorfano che per più di un’ora spaventa la più quotata Curno, ma nel finale deve arrendersi alla maggiore fisicità ed esperienza delle avversarie. Privo di Polonini e Sbardellati e con Maffezzoni a mezzo servizio, mister Corioni deve reinventarsi per l’ennesima volta difesa e mediana: spazio dal primo minuto a Mometti sulla destra, con Recenti dirottata a centrocampo. Torna titolare al centro della difesa Drera al fianco di Pietta.

La partenza sorride alle padrone di casa che dopo cinque minuti trovano la rete del Vantaggio: Lusoli serve Verzelletti che si presenta davanti a Manzoni e la batte di giustezza. Le bergamasche non ci stanno e provano a recuperare lo svantaggio, ma sbattono ripetutamente addosso a Fava che al quarto d’ora sventa il tiro dal limite di Altamura, con l’aiuto del montante di sinistra e subito dopo sul tiro ad incrociare di Ingegneri. Al 22’ è ancora Ingegneri ad avere un buon pallone, ma il portiere formato tascabile delle locali le chiude lo specchio e si accartoccia sul pallone. Nel finale le franciacortine pasticciano in difesa, Altamura si trova il pallone a tu per tu con Fava, tenta il pallonetto, ma la n. 1 locale recupera la posizione e smanaccia a lato. In pieno recupero le ospiti conquistano una punizione dal limite, alla battuta va Sessantini che manda la sfera a lambire il palo alla destra di Fava. Si va così a riposo con le padrone di casa in vantaggio.

Nella ripresa le bergamasche entrano in campo aggressive e spingono nella propria metà campo le franciacortine. Al 13’ Ingegneri spreca calciando alto da pochi passi, ma cinque minuti dopo le ospiti pervengono al pareggio: la neoentrata Capuani supera Drera e dal fondo mette in mezzo un invitante rasoterra, sul quale Altamura si catapulta e scaraventa in rete. Il goal dà ancora più benzina alle bergamasche che vanno vicine alla rete al 22’ con Bonanomi, imprecisa sottoporta, mentre sull’altro fronte è Belotti (entrata in campo per Lusoli) a non arrivare per un nulla sul cross di Gandossi. Alla mezzora le locali creano una buonissima opportunità, con Maffezzoni che serve nel corridoio Verzelletti, il cui tiro è però bloccato in tuffo da Manzoni. Un minuto dopo le ospiti trovano il raddoppio: dalla bandierina la palla spiove sul primo palo, Rivetta, si avventa sulla sfera e tocca quel tanto che basta per anticipare tutte e infilare alle spalle di Fava. Le bergamasche hanno per due volte l’occasione per calare il tris, prima con Marchesi e poi con Capuani, ma le attaccanti ospiti peccano di imprecisione. Sull’altro versante Maffezzoni recupera la sfera e da pochi passi calcia di prima intenzione, ma il pallone va a sbattere clamorosamente contro la barra trasversale. A due minuti dal termine Brugali trova lo spiraglio, si infila tra due difensori e con un preciso rasoterra verso il primo palo batte per la terza volta Fava, chiudendo in pratica la contesa. Le padrone di casa restano ancora sul fondo della classifica a quota zero, ma mostrano importanti segni di crescita. Su ciò che di buono si è visto oggi mister Corioni dovrà ripartire per dare nuova linfa alle proprie ragazze e riuscire a trovare la quadratura del cerchio e i primi punti in questo campionato.

franzbaresi
Author: franzbaresiEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.