Giovedì, 09 Luglio 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Vittoria anche nella trasferta di Almé. Il Montorfano sì è risvegliato!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


 

A.D.C. ALME’-MONTORFANO-1-4

Reti: Sbardellati (M) al 10’ e 35’, Lusoli (M) al 17’ e Maffezzoni (M) al 45’ p.t.; Anesa (A) al 10’ s.t.

ADC Almé: NORIS (dal 1’ s.t. BRIGNOLI), SALVINI, UBIALI, DENAGLIA, ZUCCHETTI, SALVETTI, BUGADA, BUSI TURANI (dal 20’ s.t CIANCITTO), ANESA, GHERARDI, GRITTI. All. Stefano Amigoni. A disposizione: Cozzolino.

Montorfano: FAVA, RECENTI, GANDOSSI, PIETTA, PAGANOTTI (dal 14’ s.t. DRERA), SERLINI, LUSOLI (dal 40’ s.t. SCALVINI), POLONINI, NEGRETTI (dal 28’ s.t. MOMETTI E.), MAFFEZZONI (dal 32’ s.t. VALTULINI), SBARDELLATI. All. Giovanni Corioni. A disposizione: Verzelletti.

Arbitro: Sig. Ferrari Lorenzo di Bergamo.

Note: Giornata di sole, campo in buone condizioni. Presenti circa 50 spettatori. Recupero: 1’+ 2’. Al 1’ s.t. causa infortunio il portiere Noris dell’Almé è stato sostituito dalla giocatrice n. 7 Bugada.

 

La bella addormentata Montorfano si è destata dal suo torpore durato un intero girone d’andata e ora appare inarrestabile. Ben 6 punti nelle ultime due gare, un bottino già di per sé ben più ampio dell’unico punto racimolato fin qui dalle franciacortine, ottenuto nel pareggio a reti bianche con il Lumezzane. Le ragazze biancocelesti giocano una buonissima gara, a dimostrazione che il successo sull’Atletico Dor non è stato un caso, ma il primo squillo di tromba di un percorso di sacrificio e lavoro che finalmente sta dando i suoi frutti. Anche oggi in terra bergamasca il Montorfano mostra determinazione e idee, ma in più quella concretezza, mancata in tante altre occasioni.

Mister Corioni recupera Polonini, ma deve fare a meno di Verzelletti, grande protagonista della vittoria di sette giorni fa con una tripletta. Il tecnico erbuschese deve quindi rivedere ancora una volta i suoi piani e riposiziona in prima linea Sbardellati, spostando Paganotti al centro della difesa e riconsegnando le chiavi della fascia sinistra a capitan Gandossi. Le bresciane appaiono sin da subito vogliose di arrivare dalle parti di Noris e dopo soli 10 primi passano in vantaggio: Sbardellati riceve palla ed entra in area dalla sinistra, il suo mancino è preciso, fulmina la n. 1 locale e termina la sua corsa in rete. Passano una manciata di minuti e le franciacortine raddoppiano: grande azione sulla destra di Recenti che dal fondo mette in area un cross basso sul quale si avventa Lusoli, brava ad indirizzare di prima intenzione nella rete avversaria da distanza ravvicinata. L’uno-due delle ospiti è un brutto colpo per le padrone di casa che faticano a sbrogliare la matassa. Alla mezzora sono ancora le biancocelesti a farsi pericolose, ma Sbardellati viene chiusa da Noris in uscita alla kamikaze. Il terzo goal è però solo rimandato: è il 35’ infatti quando su un rimpallo in area, la sfera giunge alla solita Sbardellati che al volo di sinistro pesca l’angolo basso alla destra della n. 1 locale, realizzando la doppietta personale. Un minuto dopo le bergamasche hanno una ghiottissima occasione per riaprire la sfida, ma Bugada si divora letteralmente la rete, calciando a lato a porta sguarnita. L’errore viene pagato a caro prezzo, poiché a pochi istanti dal duplice fischio del signor Ferrari, Polonini serve in verticale Maffezzoni che si infila tra le maglie avversarie, si presenta davanti a Noris e la supera per la quarta volta con un delizioso rasoterra. Davvero una giornata storta per il portiere locale che poco dopo si infortuna in uno scontro di gioco con Negretti ed è costretta ad abbandonare il terreno di gioco.

Al rientro dagli spogliatoi Sbardellati ha una buona opportunità, ma il suo pallonetto termina oltre lo specchio di poco o nulla. Fava, quasi inoperosa nella prima frazione, timbra il cartellino al 5’ con una tempestiva uscita bassa a sradicare la sfera dai piedi di Gritti, lanciata a rete. Al 10’ però, nulla può il portiere formato tascabile delle ospiti sul comodo cucchiaio di Anesa che riesce quindi ad accorciare le distanze. La rete ridà un po’ di verve alle locali che però, oltre ad un tentativo fuori misura di Gritti, non riescono ad impensierire l’attenta difesa avversaria. Le franciacortine fanno quadrato e controllano senza rischiare la restante parte della gara, andando vicine alla quinta rete al 16’ con Lusoli e nel finale con la girata al volo di Drera, entrata in campo al 60’ al posto di Paganotti, di poco fuori dallo specchio. Una vittoria senza discussioni quindi, una prova di compattezza e di maturità da parte delle ragazze di mister Corioni. Se questo è il vero Montorfano, per le biancocelesti si preannuncia un ritorno ricco di soddisfazioni.

franzbaresi
Author: franzbaresiEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.