Giovedì, 28 Maggio 2020
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Juventus - Luserna

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Femm. Juventus – Luserna 2-4 

alt

Pubblico delle grandi occasioni oggi al campo di Via Faccioli per lo scontro con la prima in classifica. Gradinate gremite e numerosa la rappresentanza dei sostenitori del Luserna. Le condizioni del campo dopo la pioggia dei giorni scorsi sono al limite della praticabilità e penalizzano non poco lo spettacolo che le due squadre sarebbero in grado di garantire in condizioni normali. Inizia sotto i migliori auspici la partita per le giovani bianconere, che già al secondo minuto passano in vantaggio grazie alla solita Gueli che, scorgendo Campanino in posizione leggermente avanzata, la scavalca con un preciso tiro spiovente. Passa appena un minuto e il Luserna risponde con la Bruno che da posizione favorevole lascia partire un tiro pericoloso che la Milone riesce a neutralizzare con un bell’intervento. Al 10’ la svolta della partita: Curcio in questa occasione forse non adeguatamente contrastata dalla difesa della Juventus, lascia partire un tiro apparentemente non irresistibile, Milone sembra sicura di fare suo il pallone che però le sfugge dalle mani e carambola in rete per l’1 a 1. Al 18’ la Juventus potrebbe ripassare in vantaggio ma Gueli, lanciata da Giuliano, viene anticipata di un soffio dalla Campanino in uscita disperata. Al 21’ un'indecisione in uscita della nostra Milone consente alla Bruno di scavalcarla e da posizione molto angolata sulla destra indirizza la palla verso la rete rimasta sguarnita per l’1 a 2. La Juve non si demoralizza e sfiora subito il pari con Falbo che sugli sviluppi di un corner si avventa su un pallone invitante in area, ma sfortunatamente si scontra con il portiere che riesce ad anticiparla. Al 24’ arriva il terzo rocambolesco goals del Luserna: tiro spiovente di Bruno che rimbalza e scavalca una demoralizzata Milone. La Juve sbanda vistosamente e due minuti dopo capitola per la quarta volta, tocca alla Daniele questa volta trovare lo spiraglio giusto dal limite dell’area. Le ragazze di Bonvegna provano a recuperare una partita per loro sfortunata e costruiscono 2 buone occasioni da goal nella parte finale del primo tempo, la prima al 37’ sugli sviluppi di una punizione calciata da Gueli dalla fascia laterale, sulla quale si avventano Dema e Falbo che pur ostacolandosi a vicenda riescono a mandare a fil di palo, al primo minuto di recupero tocca a Benatello concludere di poco a lato una bella azione personale al limite dell’area. Nel secondo tempo le giovani ragazze di Bonvegna intensificano gli sforzi per tentare di raddrizzare il risultato, ma il Luserna fa valere l’esperienza delle sue ragazze (l’età media dell’11 titolare sfiora i 27 anni) e riescono a controllare senza troppi rischi la partita. Nemmeno l’espulsione di Zola al 36’ per fallo da ultimo uomo, fa alzare bandiera bianca alle indomite bianconere che riescono ad accorciare meritatamente le distanze al 40’ grazie ad un rigore procurato proprio dalla più giovane in campo, la promettentissima Gilli (15 anni appena compiuti) che subentrata a Benatello all’11’ della ripresa, prima si procura un rigore e poi lo trasforma con la tranquillità di una veterana fissando il risultato sul 2 a 4. L’allenatore del Luserna D’Herin nell’analisi della partita rende comunque merito alle nostre ragazze della buona prova disputata, sottolinea come l’inizio gara sia stato favorevole alle ragazze bianconere, vantaggio poi ribaltato dalle sue atlete, brave anche a sfruttare per iniziare la rimonta l’infortunio del portiere avversario abbagliato dal sole. Tutto sommato considera giusto il risultato e ritiene che la sua squadra non abbia rubato nulla. Considera la Juventus Femminile una bella squadra, molto giovane e con grandi prospettive di crescita nei prossimi due anni, le condizioni del campo, molto allentato, hanno penalizzato maggiormente le giovani bianconere che insieme al Romagnano e al Musiello considera le principali antagoniste al suo Luserna per la promozione in A2.

Femminile Juventus: Milone, Falbo, Cardone (61' Tomei), Giuliano, Bretto, Zola, Ienopoli, Dema, Boniforte, Gueli, Benatello (56' Gilli). A disposizione: Camarchio, Pagliano, Longhin, Rigoni, Usseglio. Allenatore: Bonvegna.



Luserna: Campanino, Bianco, Ventrice, Curcio, Daniele (79’ Olivero), Massarelli, Minniti (67’ Boggio), Gueli, D’Ancona (82’ Scavino), Bruno (50’ Carofalo), Mazzucchetti (85’ Pons). A disposizione: Serafino, Ippolito. Allenatore: D’Herin.

Ammonite: Carofalo, Bretto e Gueli. Espulsa Zola.

Marcatori: 2’ Gueli (J), 10’ Curcio (L), 21’ e 24’ Bruno (L), 26’ Daniele.

R.T.

Nella fotografia: Giovanna Gilli

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Please publish modules in offcanvas position.