Giovedì, 04 Giugno 2020
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Biellese - Romagnano

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


BIELLESE – ROMAGNANO 2-6 Tuberga

Il Romagnano fa suo il sempre sentito derby con la Biellese e torna nelle alte sfere della classifica alla vigilia della partita di domenica prossima col Cavallermaggiore che, in caso di successo delle granata, permetterebbe di agganciare proprio le cuneesi. A Biella, su un campo tutt'altro che perfetto, il Romagnano ha impiegato più di un tempo per venire a capo di un aversario, la Biellese, ostico e desideroso di giocare un brutto scherzo alle sesiane. Sesiane che, infatti, si sono sciolte solo nell'ultima mezzora, dilagando e facendo assumere al risultato finale proporzioni addirittura tennistiche. Le buone notizie vengono inoltre dai rientri (anche se part-time) della storica capitana Valentina Lomazzi (al posto della squalificata Giannetti) e di Antea Piana. Decaroli può così far rifiatare una delle stakanoviste, Marta Nidasio, schierando Buccella, Lomazzi, De Nicolò e la novità Iato in difesa davanti a Notaristefano, Veia in cabina di regia (in luogo di Pella) affiancata da Zaretti e Mazzei, mentre Tuberga, Soragni e Graziotto compongono il tridente. Non è però il solito Romagnano quello che approccia il derby con le laniere: un rinvio sbagliato dalla difesa ospite consente infatti alla bomber locale Veronique Orlandin di siglare subito l'1-0 dopo appena 7'. Solo a metà tempo le granata si svegliano dal torpore e ribaltano la situazione in 10', grazie alle pregevoli segnature su tagli in profondità di Tuberga e Graziotto. Quando ad inizio ripresa la Biellese pareggia con una punizione dal limite di Orlandin sembra il prologo di una ripresa di sofferenza, invece il Romagnano rialza la testa e mette all'angolo le avversarie, dilagando in maniera indiscutibile dal 60' in poi. A spianare la strada è un tiro al volo di Soragni proprio allo scoccare dell'ora di gioco, poi al 75' un contropiede di Graziotto chiude la pratica. Negli ultimi minuti arrivano anche le segnature di Zignone da fuori area e di Veia, al primo centro stagionale (come Tuberga), sfruttando un'indecisione difensiva della Biellese. Annullato inoltre nel recupero il gol del 2-7 di Zignone per fuorigioco.

Il commento di mister Decaroli: "Abbiamo faticato fino al 2-2 anche se, ad onor del vero, i gol li abbiamo subiti sulle due uniche nostre disattenzioni. Molto bene la seconda parte di gara, in cui abbiamo preso in mano le redini del gioco senza lasciare scampo alla Biellese".

Biellese: Paggio, Bani, Maugeri, Cortese, Pellegrino, La Piana, Savio, Triani, Orlandin, Briasco, Lorio. A disposizione: David, Mello Rella C., Gullino, Apicella, Primosa, Mello Rella, Andreo.



Romagnano: Notaristefano, Buccella, Iato (80' st Soncin), Lomazzi, De Nicolò (75' st Nidasio), Mazzei, Tuberga (70' st Zignone), Zaretti, Soragni (70' st Piana), Veia (83' st Pella), Graziotto. A disposizione: Medina. All.: Decaroli.

Arbitro: Mongelli di Vercelli.

Reti: 7' e 49' Orlandin, 25' Tuberga, 35' e 75' Graziotto, 60’ Soragni, 85' Zignone, 90' Veia.

Marco Curti

Nella fotografia: Elisa Tuberga

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Please publish modules in offcanvas position.