Giovedì, 14 Novembre 2019
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

DELUDENTE PAREGGIO CASALINGO PER LA MUSIELLO SALUZZO

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


alt

MUSIELLO SALUZZO – AOSTA 2-2

Un'Aosta agguerrita approfitta della svogliatezza del Musiello Saluzzo, strappa un meritato pareggio e lascia l'amaro in bocca alle padrone di casa che non approfittano dello scivolone del Luserna contro l'Alba. Le saluzzesi sono apparse lente, a tratti stucchevoli e deconcentrate, tanto da essere raggiunte due volte e sbagliare un rigore allo scadere. L'Aosta ha fatto la sua gara in modo ordinato e preciso, approfittando degli errori delle avversarie per mantenersi in partita ed uscire dal campo indenne. Nei primi minuti, il Saluzzo parte bene con Lovera su punizione, alto di poco al 3', e Paoletti, diagonale fuori al 4'. Al 5', Cursi si invola sulla fascia e lascia partire un velenoso cross a mezza altezza su cui si avventano Bianco ed un difensore ospite che devia la traiettoria ed inganna il portiere Mognol che si ritrova la sfera in rete. Il subitaneo vantaggio sembra smorzare gli animi delle padrone di casa che lasciano maggiori spazi alle ospiti e si fanno vedere solo su palla inattiva, Paoletti due volte di testa su corner e Tortone in mischia. Le valligiane non stanno a guardare e Ghersi impegna Triolo su punizione al 16'. Sul ribaltamento di fronte, la solita Paoletti centra la traversa di testa su corner e Minetti calcia alta un'invitante punizione al 23'. Il Saluzzo lascia campo alle avversarie che iniziano a presentarsi con frequenza dalle parti di Triolo. Al 37', errore difensivo del Saluzzo che perde palla in fase di ripartenza. Aresu ne approfitta, entra in area temporeggiando in attesa delle compagne e viene toccata dall'irruente Cursi: calcio di rigore perfettamente trasformato da Torno. La prima frazione termina con la reazione delle padrone di casa che però frutta solamente un diagonale debole di Paoletti, al 42', ed una girata imprecisa di Minetti allo scadere.

Nella ripresa il Saluzzo prova a costruire ma ogni sforzo viene vanificato dalla svogliatezza e dall'imprecisione delle sue bocche di fuoco. Al 49', una spenta Mellano calcia debolmente su pregevole assist di Paoletti, al 52' Tortone incorna su angolo ma un'avversaria devia fortunosamente, al 62' un'evanescente Bianco non arriva puntuale all'assist su punizione di Lovera, al 65' ancora Paoletti di testa sempre su corner: fuori. Lo sforzo offensivo, seppur caotico e disorganizzato, viene comunque premiato al 67' quando Tortone calcia in rete con tutta la rabbia possibile un pallone lisciato in area, nell'ordine, da Paoletti, Minetti e Bianco sugli sviluppi di un corner. Le padrone di casa fanno l'errore di intendere il vantaggio come l'inizio della solita goleada e appena tre minuti dopo, al 70', vengono giustamente punite per la loro supponenza da Roveyaz che approfitta di un incredibile svarione difensivo saluzzese depositando comodamente in rete di testa con Triolo ad assistere. L'ingresso di Bruno Franco e Melifiori per Bianco e Tortone non modifica l'andamento della gara, con l'Aosta che agisce furbescamente di rimessa e le saluzzesi che gettano via una quantità enorme di palloni, in ogni parte del campo. Minetti calcia due punizioni dalla sua mattonella senza nemmeno inquadrare la porta e Paoletti tira debolmente fuori un pallone invitante. Clamorosa l'occasione mancata da Melifiori all'89' quando, imbeccata magistralmente da Minetti, si presenta a tu per tu con Mognol e lascia partire un tiro incredibilmente sbilenco che si spegne sul fondo. Sembra ormai una partita destinata al pareggio ma al 93' ecco il colpo di scena: Chialvo recupera palla in area avversaria, Ghersi cerca l'anticipo ma trova la gamba e l'arbitro fischia il rigore. Dal dischetto la stessa Chialvo che ha il grande merito di caricarsi sulle spalle una responsabilità enorme ma l'altrettanto grande demerito di calciare malamente a lato, vanificando il possibile vantaggio e facendo mestamente calare il sipario su una gara piena di grossolani errori e senza determinazione.



Domenica prossima, le saluzzesi andranno a fare visita al Cit Turin per uno scontro che vedrà opposte le prime due della classe e potrebbe ridefinire le gerarchie della serie C femminile.

MUSIELLO SALUZZO: TRIOLO 5,5, GIORDANINO 5, CURSI 6, BIANCO 5 (dal 73' BRUNO FRANCO) , LOVERA 5,5, GIORDANO 6, TORTONE 6,5, MELLANO 5 (dal 78' MELIFIORI 5), PAOLETTI 6, CHIALVO 5,5, MINETTI 5. A disposizione: LAURENTI, DUTTO, ROSSO, PAGLIANO, GENNARI.

AOSTA LE VIOLETTE: MOGNOL 6,5, PERRIN 7, FERRANDO 7, TORNO 7,5, GHERSI 6,5, CAGNETTI 6, GLAREY 6,5, NEGRA 6, ROVEYAZ 7, ARESU 7, GIOVANETTO 6,5 (dal 90' COCCOMIGLIO sv). A disposizione: SALLUARD, HISCOCK

Reti: 5' Autorete (MS), 37' Torno (A) rig., 67' Tortone (MS), 70' Roveyaz (A)

Note: corner 8-10 per Aosta, tiri 14 (6 in porta) Musiello Saluzzo, 12 (5 in porta) Aosta, ammonita all'85' Glarey (A).

Z.S.

Nella fotografia: Emanuela Bianco

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Please publish modules in offcanvas position.