Lunedì, 01 Giugno 2020
iten

Romagnano - Pinerolo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


ROMAGNANO - PINEROLO  0-2
Veder finire una partita in nove contro undici non capita tutti i giorni in campo maschile, figurarsi nel calcio femminile, dove la correttezza spesso regna sovrana.

Non è successo nella sfida tra Romagnano e Pinerolo, una gara estremamente tranquilla per oltre un tempo e che è stata poi condizionata dall'arbitro Matina di Palermo. Intendiamoci, il Pinerolo è una squadra più forte del Romagnano ed è meritatamente lassù a giocarsi il primo posto. Ma ciò che secca l'ambiente sesiano è l'impossibilità di giocare alla pari anche nel secondo tempo. Perché al momento dell'episodio chiave (l'espulsione di capitan Giannetti) le granata erano sotto di un solo gol ed erano pienamente in partita.
Le torinesi hanno tenuto il pallino del gioco fin dai primi minuti dall'alto delle loro qualità e sono passate in vantaggio al 26' con una punizione di Annalisa Favole. Subito dopo però le locali hanno avuto una colossale occasione per pareggiare: Puricelli ruba una seconda palla e si fa strada tra le maglie avversarie, ma Brullo è miracolosa ed evita il pareggio. Prima del riposo il Pinerolo coglie anche una traversa su corner, ma si va all'intervallo con il Romagnano che ha saputo tenere testa. All'8' della ripresa un intervento scomposto di Giannetti viene punito con l'espulsione diretta, un'entrata molto simile a quella subita da Nidasio una settimana fa a Luserna, ma in quel caso fu solo ammonizione. L'arbitro invece opta per il cartellino rosso all'interno di un contesto molto corretto e gli animi si scaldano. Il Pinerolo raddoppia al 15' con una percussione di Paoletti finalizzata da Lavarone, poi rischia solo su una punizione di Lo Russo a lato di poco. Ma a pochi minuti dal triplice fischio Di Piero, ammonita ingiustamente un quarto d'ora prima, riceve il secondo giallo e finisce sotto la doccia, seguita subito dopo dal tecnico Sacchi che a fine gara non nasconde il suo sfogo. "Il nostro atteggiamento oggi è stato positivo, non abbiamo mai perso la bussola contro una squadra che è decisamente più forte di noi. Ma è la seconda partita di fila che veniamo penalizzate e questo sta cominciando a pesare".

Romagnano: Brancaglion, Lomazzi, Giannetti, DI Piero, Scalcon, Milanaccio (20'st Rovereti), Puricelli (36'st Cervellin), Betlamini, Pella (20'st Lanza), Lo Russo, Veronese (28'st Saglietti). A disposizione: Gallo, Femia, Briasco. All.: Sacchi.




Pinerolo: Brullo, S. Favole, Armitano, Gentile, Aimetti, Solito, Lavarone (31'st Culasso), Gilli (13'st Olivero), Paoletti, A. Favole (35'st Rubioglio), Rosano. A disposizione: Triolo, Favaro, Magnarini. All.: Panigari.


Arbitro: Matina di Palermo.
Reti: 26' A. Favole, 15'st Lavarone.
Note: espulse all'8'st Giannetti (R) per gioco violento, al 44' st Di Piero (R) per doppia ammonizione.

 

Ufficio Stampa Romagnano Femminile

 

Nella fotografia: Claudia Giannetti

Enrico Manassero
Author: Enrico ManasseroEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Please publish modules in offcanvas position.