logo app

LND - FIGC

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

signorile belloli arrendetevi15

 

La coordinatrice del Dipartimento Alessandra Signorile ha comunicato, a nome del consiglio del Dipartimento, alle società di calcio femminile che alle 12:45 è stata protocollata presso la segreteria della LND la richiesta di dimissioni del presidente Belloli e congiuntamente è stato richiesto un incontro urgente con i vertici della FIGC.

Finalmente il Dipartimento si è adoperato per il rispetto delle calciatrici e società.
Proprio ieri ho contattato telefonicamente la coordinatrice Signorile che, al termine di un lungo e interessante dialogo, mi ha confermato che, nella riunione del 6 maggio nel momento in cui la segretaria Cottini ha distribuito il verbale della precedente riunione di marzo, ha prontamente confermato la frase espressa dal presidente Belloli e chiesto al vice presidente Cosentino l'autorizzazione, accordata, per inoltrare il verbale alla Procura Federale per avviare le indagini del caso.

 

Walter Pettinati

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

roma caput mundi15Al via la competizione internazionale della Lega Nazionale Dilettanti, riservata ai calciatori under 17, organizzata dal Comitato Regionale Lazio giunta alla sua nona edizione. Prima assoluta per il calcio femminile con il torneo “Il Calcio è rosa - Donne e pace”.
Roma, 5 marzo 2015 – E’ tutto pronto per la nona edizione di Roma Caput Mundi, il torneo internazionale della Lega Nazionale Dilettanti nato nel 2005 su impulso del Comitato Regionale Lazio. Più di trecento sportivi giungeranno da tutta Europa per mettersi in gioco davanti ai riflettori della stampa e degli addetti ai lavori. Numeri imponenti di una manifestazione che da quasi due lustri rappresenta una realtà consolidata di caratura internazionale, premio più che meritato per il grande lavoro messo in atto in questi nove anni da una ormai ben rodata macchina organizzativa.
Sarà un’occasione interessante per i giovani talenti individuati dalla Lega Nazionale Dilettanti, attraverso le sue capillari attività di scouting, per confrontarsi sul campo con differenti scuole calcistiche del Vecchio Continente dando il via ad un importante momento di scambio culturale, sportivo e umano per tutti i ragazzi e ragazze che ne prenderanno parte. Un appuntamento che quest'anno verrà infatti arricchito da “Il Calcio è Rosa - Donne e pace”, la competizione dedicata al calcio femminile al debutto assoluto nei confini del Roma Caput Mundi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

dcf alessandra signorileLa presidente della Pink Sport Time passa alla guida del Consiglio durante la prima assemblea della stagione 2014/2015 del calcio femminile.
La nomina è arrivata direttamente nel corso della riunione tenutasi lo scorso 2 febbraio a Milano, Alessandra Signorile è il nuovo Coordinatore del Consiglio del Dipartimento Calcio femminile. Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Felice Belloli, ha infatti indicato la numero 1 della Pink Sport Time come nuova guida del Consiglio di cui ne era già componente fin dalla sua fondazione.
Pugliese d.o.c., determinata, appassionata e fine conoscitrice del sistema calcio, Alessandra Signorile ha sempre fatto sue le istanze del movimento per il progresso costante, anche se spesso difficoltoso, del DCF e sono numerose le battaglie a suo nome che la vedono vincitrice.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

belloli-felice14Eletto a capo della LND l’ex Presidente del CR Lombardia, raccoglie il testimone di Tavecchio. Antonio Cosentino vicario.Vice Presidenti Claudio Bocchietti, Alberto Mambelli e Sandro Morgana.
L'Assemblea Straordinaria Elettiva della Lega Nazionale Dilettanti, tenutasi oggi presso l'Hotel Hilton Rome Airport di Fiumicino, ha eletto e quindi issato Felice Belloli al timone della LND. Un movimento che coinvolge oltre 14.000 società, permette che si giochino 700.000 partite l'anno, impegna 1 milione e 200 mila tesserati e che fattura quasi due miliardi di euro. Belloli raccoglie il testimone da Carlo Tavecchio che per quindici anni ha guidato la LND ed ora è a capo della FIGC. Sono stati eletti anche il vicario Antonio Cosentino e i vicepresidenti Claudio Bocchietti (Nord), Alberto Mambelli (Centro) e Sandro Morgana (Sud). Presente tutto il gotha del calcio italiano. Il presidente della FIGC Carlo Tavecchio, in platea il vice presidente della FIGC e presidente della Lega Pro Mario Macalli, i membri d'onore della Federazione Franco Carraro e Antonio Matarrese, l'ex presidente della FIGC e Membro della Giunta CONI Giancarlo Abete, il direttore generale della FIGC Michele Uva, il presidente dell'AIA Marcello Nicchi e il presidente del Settore Tecnico Gianni Rivera. Davanti ai presidenti dei Comitati Regionali ed a tutti i delegati assembleari presenti in blocco (87 su 87) Felice Belloli ha raccolto il testimone simbolico da Carlo Tavecchio sedendosi così sullo scranno più alto della Lega Nazionale Dilettanti. Belloli visibilmente e comprensibilmente emozionato ha salutato la platea facendo una fotografia del momento calcistico italiano in piena evoluzione: "Mi piace sottolineare proprio in questo momento come Tavecchio eletto a capo della FIGC sia stato un evento storico che ci deve rendere orgogliosi.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

belloli-feliceLe società di Serie A e B hanno designato a maggioranza l'attuale presidente del CR Lombardia Felice Belloli quale candidato alla guida della LND.
Si è svolta oggi a Roma l'Assemblea Straordinaria Elettiva delle società appartenenti al Dipartimento Calcio Femminile della Lega Nazionale Dilettanti. Obiettivi principali dell'assise erano le candidature del nuovo presidente della LND e del suo vicepresidente vicario. La partecipazione è stata ampia, con 52 club su 68, pari al 76,4% dell'intero organico rappresentato dalle società dei campionati di Serie A e Serie B. Le società hanno designato a maggioranza Felice Belloli quale candidato alla presidenza della Lega Nazionale Dilettanti ed all'unanimità Antonio Cosentino quale vicario. Dopo i saluti di rito del delegato LND al calcio femminile Antonio Cosentino, assistito dal segretario Patrizia Cottini e dai membri del consiglio, la conduzione dei lavori è stata affidata a Luigi Barbiero, attuale coordinatore del Dipartimento Interregionale, l'organismo che gestisce le attività della Serie D. Successivamente ha preso la parola Alberto Mambelli, che sta portando a compimento la sua parentesi come reggente della Lega Nazionale Dilettanti dopo l'elezione di Carlo Tavecchio a presidente della FIGC. "Si è chiusa un'era durata 15 anni che ha portato la nostra Lega a raggiungere dei livelli d'importanza impensabili - ha affermato Mambelli - se ne sta per aprire una nuova alla quale bisognerà approcciarsi con lo stesso entusiasmo. Entusiasmo e progetti chiari che dovranno essere messi in campo per uno sviluppo definitivo del calcio femminile nel nostro Paese.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

calciodonne-logo-notizieLo scrivente Dipartimento Calcio Femminile, a seguito dell’annullamento del C.U. n. 24 del 03/10/2014 che definiva retrocessioni e promozioni per la Stagione Sportiva 2015/2016, attuato attraverso il C.U. n. 24bis del 06/10/2014, stabilisce il nuovo format che prevede per la Stagione Sportiva 2015/2016 il Campionato Nazionale di Serie A a 12 squadre.

CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A
Va premesso che, in base alle disposizioni inderogabili dell'art. 51 NOIF:
a) la squadra prima classificata viene dichiarata Campione D’Italia
b) in caso di parità di punteggio al termine del campionato tra 2 squadre, il titolo sportivo in competizione (Campione d’Italia o retrocessione diretta al campionato immediatamente
inferiore) verrà assegnato mediante spareggio in campo neutro, con eventuali tempi supplementari e calci di rigore;
c) in caso di parità di punteggio tra 3 o più squadre si procederà preliminarmente alla compilazione di una speciale graduatoria (cd. Classifica avulsa) tra le squadre interessate in base all'art.51, c. 3, 4 e 5, con spareggio in gara unica su campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigore tra le due squadre meglio classificate, se si tratta di titolo di Campione d’Italia o tra le due squadre peggio classificate se si tratta di retrocessione al campionato immediatamente inferiore.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

calciodonne-logo-notizieIeri, 3 ottobre, il Dipartimento calcio femminile ha pubblicato il comunicato n.24 con le modalità di promozioni retrocessioni della stagione in corso. Successivamente, le società sono state informate che il suddetto comunicato è stato annullato.
Al Dipartimento calcio femminile forse non sapevano che il Consiglio Federale, in dato 18 luglio, aveva deliberato che per la stagione 2015-2016 il numero delle squadre partecipanti al Campionato di Serie A Femminile sia ridotto a 12 (dodici) ???

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

calciodonne-logo-notizieComunicato Ufficiale N° 24 del 3 Ottobre 2014
1. COMUNICAZIONI DEL DIPARTIMENTO CALCIO FEMMINILE MODALITÀ DI RETROCESSIONI E PROMOZIONI Stagione Sportiva 2014/2015
CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A
Va premesso che, in base alle disposizioni inderogabili dell'art. 51 NOIF:
a) la squadra prima classificata viene dichiarata Campione d’Italia mentre le ultime due classificate
retrocederanno direttamente al campionato inferiore;
b) in caso di parità di punteggio al termine del campionato tra 2 squadre, il titolo sportivo in competizione (Campione d’Italia o retrocessione diretta al campionato immediatamente inferiore) verrà assegnato mediante spareggio in campo neutro, con eventuali tempi supplementari e calci di rigore;
c) in caso di parità di punteggio tra 3 o più squadre si procederà preliminarmente alla compilazione di una speciale graduatoria (cd. Classifica avulsa) tra le squadre interessate in base all'art.51, c. 3, 4 e 5, con spareggio in gara unica su campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigore tra le due squadre meglio classificate, se si tratta di titolo di Campione d’Italia o tra
le due squadre peggio classificate se si tratta di retrocessione al campionato immediatamente inferiore.
Retrocessioni nel Campionato Nazionale immediatamente inferiore.
Al termine della stagione sportiva 2014/2015 retrocederanno nel Campionato immediatamente inferiore della stagione sportiva 2015/2016 numero 4 Squadre;
retrocederanno direttamente nel Campionato Nazionale inferiore le squadre classificatesi al 14° e 13° posto.
La 12°, 11°, 10° e 9° classificate disputeranno i play out, con le modalità di seguito indicate.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

calciodonne-logo-notizieCOPPA ITALIA STAGIONE SPORTIVA 2014-2015: REGOLAMENTO E ACCOPPIAMENTI
La Lega Nazionale Dilettanti – Dipartimento Calcio Femminile indice, per la Stagione Sportiva 2014/2015, la Coppa Italia di Calcio Femminile, riservata alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie “A” (14), e Serie “B” (55).
1.PARTECIPAZIONE DELLE SQUADRE
Alla competizione sono iscritte d’ufficio le 69 Società componenti l’organico dei Campionati Nazionali di Serie “A” e “B”.
La Società A.C.F. BRESCIA FEMMINILE vincitrice del Campionato Nazionale di Serie A e la Società U.P.C. GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO vincitrice della Coppa Italia, stagione Sportiva 2013/2014, prenderanno parte alla manifestazione dal III° Turno, in considerazione del fatto che il 27 settembre p.v., salvo impegni della Nazionale, le due Società dovrebbero disputare la gara di Supercoppa.

Pagina 4 di 11

© 2018 Pettinati. All Rights Reserved.