Martedì, 25 Giugno 2019
appstore googleplay
windows store
bari chievoverona40 fiorentina florentia50 juve milan40 mozzanica orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Parliamone

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
"L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare". Ho scelto questa frase celebre del campionissimo Gino Bartali, toscanaccio come me, per dare il via a questa nuova rubrica che ci accompagnerà per tutta l'estate!. Riflettendo, come faccio spesso, su questo calcio femminile e su quello che sta attraversando, ho pensato: chissà cosa avrebbe detto Gino Bartali se avesse conosciuto il calcio femminile di questi ultimi anni? Così ho dato via libera ai miei 007 di indagare sui vari temi che affliggono il movimento con lo scopo di aprire un dibattito costruttivo che porti alla conoscenza delle realtà e nel nostro piccolo contribuire e sollecitare il miglioramento. Uno degli aspetti riscontrati che ritengo più positivi da quando mettiamo in risalto certe realtà è la maturità e rispetto che gli iscritti hanno verso le opinioni altrui. Grandi! Anche questo ci fa capire che il CF ha raggiunto una maturità invidiabile e si merita di più! Cosa ci proponiamo? Intervisteremo le società e le atlete. Cercheremo di affrontare le loro problematiche, le difficoltà, i disagi. Faremo conoscere chi sono le donne che giocano a calcio! Approfondiremo tematiche atletiche e di organizzazione anche tramite sondaggi. Parleremo del SGS, della Nazionale e della Divisione. A tal proposito... lo sapevate voi che il 22 Giugno parte il campionato Italiano FIGC di Beach soccer per le squadre iscritte ai campionati di serie A, A2 e B??? quando sono stato informato ho pensato... wow, potremo vedere le big giocare e dare spettacolo anche sulla spiaggia!? come avvenne due anni fa con la Nazionale diretta da Mister Padovan in quel di Cervia! Una bella iniziativa forzata dalla LND perchè questa disciplina sarà alle prossime olimpiadi. Vedremo anche sulla spiaggia scontrarsi Bardolino e Torino? e l'infuocato derby toscano tra Agliana e Firenze?? e poi.. tutte le squadre piu forti.. grandeeeeeee!!! Vi piacerebbe eh!? naaaaa, niente di tutto questo!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Come scritto nei giorni scorsi, ecco la seconda parte dell’intervista a Giancarlo Padovan, ricca di idee e spunti interessanti. Alla domanda su un’eventuale sua candidatura alla presidenza del calcio femminile, il noto direttore di Tuttosport ha iniziato dicendo: “si, mi piacerebbe candidarmi alla presidenza della divisione calcio femminile, se..” Questa è la risposta che speravo di sentirmi dire quando pensai di intervistarlo. Un intervista circoscritta a poche domande che volevo porre a Padovan quale uomo di sport e di esperienza professionale da trasmettere a tutti i visitatori del sito. “ Il calcio femminile ha bisogno di credibilità e di risultati sul piano economico. Ha bisogno di idee nuove, di andare presso le società, di promuovere, visitare, di parlare e inaugurare. Di organizzazione” e continua dicendo “qualche società di calcio femminile probabilmente chiederà in un futoro non lontano di passare in società maschili professioniste e bisogna essere pronti a rispondere”, “bisogna migliorare la qualità e la quantità delle società, istituire play off e play out” Ma andiamo a leggere integralmente le risposte di Padovan alla mia intervista. di Walter Pettinati

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
DIVISIONE FAI QUALCOSA, RIMEDIA!! E' polemica! è polemica di quella grossa. 3615,00 € di multa alle società (vedi C.U. n.101) per non aver preso parte al torneo primavera. Una decisione che fa e farà discutere. Le società non ci stanno e si rivolgono ai legali per presentare i ricorsi al CAF. E' un ingiustizia! dicono le società perchè noi ci siamo attenuti ai regolamenti dei C.U. e adesso non se ne tiene di conto. L'errore l'ha fatto la Divisione e adesso rimedi. "Tutto il pasticcio parte dal C.U. n.1 in cui è palese il contraddittorio errore fatto dalla Divisione. Divisione che rettifica successivamente con il C.U. n.3. Ma allora, perchè non tiene di conto delle rettifiche quando deferisce le società. Perchè le società devono spendere soldi e tempo per una decisione ingiusta? la Divisione può e se non può, DEVE rimediare perchè l'ha provocata. Ma andiamo a vedere nei dettagli di cosa si tratta nello specifico..

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Ancora atti di violenza nei campionati regionali e ancora alla ribalta la Regiona Campania. Nella partita valida per i play off giocata sabato 6 maggio tra il REAL SANNIO - REMA PIANURA 8 - 1, è successo di tutto. BASTA! Non se ne può più di leggere questi "comunicati". Non si può rischiare questi eventi per una partita di calcio e poi femminile! E' chiaro che diminuiscono le squadre iscritte ai campionati regionali! ..si faccia qualcosa! Pubblichiamo l'estratto del comunicato regionale campania dove troviamo nei provvedimenti disciplinari le punizioni inflitte... Saranno giuste o si dovrebbero prendere provvedimenti diversi? Lasciamo a voi ogni considerazione.....

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
DAL SGS CAMPANIA NON SONO RIUSCITO AD OTTENERE UNA RISPOSTA UFFICIALE Prima di scrivere queste parole ci ho riflettutto molto. Perchè questo fatto mi lascia un certo amaro in bocca e un pò di sdegno per l'indifferenza. Ma veniamo al punto: alcune settimane fà ho ricevuto due richieste tramite posta elettronica. Due famiglie di bambine di 9 anni che cercano una scuola calcio. Una famiglia è di Napoli (zona Vomero) l'altra di Caserta. Ho scritto al Comitato Regionale Campania che mi ha immediatamente risposto dicendomi di rivolgermi al SGS Campania. Ho scritto ben due volte al SGS Campania per avere informazioni a riguardo e poter indirizzare le due famiglie verso società che potessero soddisfare la passione delle loro bambine, ma non ho ricevuto nessuna risposta! Altro che progetto scuola calcio..altro che visibilità e promozione! Adesso mi affido a chi abita in quelle zone e può fornire indirizzi di società maschili o meglio femminili organizzate per la scuola calcio. Ma il SGS non dovrebbe dare un valido supporto?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
GIOVEDI' 3 MAGGIO SI E' SVOLTO IL 1° CONGRESSO FEDERALE DELLA GESTIONE ABETE. ASSENTE AL CONGRESSO LA PRESIDENTE DELLA DIVISIONE CALCIO FEMMINILE PROF. NATALINA CERASO LEVATI L'inserimento nel consiglio federale della Presidente della Divisione sembrava un grande passo in avanti per il calcio femminile e invece la nostra Presidente figura tra i pochi assenti alla prima opportunità del suo nuovo incarico. Anche se l'argomento principale era basato sul calcio professionistico è pur sempre un occasione per stringere nuovi contatti utili allo sviluppo del calcio femminile. Assente anche sabato alla prima partita di qualificazione all'Europeo contro la Svezia. Polemica anche per le semifinali di Coppa Italia in concomitanza con la Nazionale Under 19!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Ho deciso di scrivere queste righe per sensibilizzare tutte le persone che gravitano attorno a questo meraviglioso sport ma che purtroppo, a volte, per comodità o superficialità, danneggiano tutto il movimento perché, coi loro atteggiamenti, non aiutano a dare credibilità al nostro calcio femminile. Quanto sto per raccontare ha dell’assurdo ma è accaduto durante una partita del campionato di serie A2 femminile. come ben tutti sappiamo di livello nazionale!!!! E' assurdo che nessuno voglia fare nulla per verificare le cose (vedrai poi nell'articolo che si parla di fatti oggettivi e non soggettivi, quindi facilmente documentabili e verificabili... non stiamo parlando di un rigore dato o non dato da parte in un arbitro che può avere interpretato a suo modo un'azione, ma di una misurazione palesemente contraffatta e dimostrata dai documenti federali che non si vogliono prendere in considerazione per non screditare qualcuno, ma chi??? la divisione? l'arbitro? chi????) Prima di una partita di campionato, la squadra ospite fa reclamo scritto alla terna arbitrale in merito alle visibili ristrette dimensioni del terreno di giuoco su cui si deve svolgere l’incontro. di Marisa Gorno

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
A questo punto che bisogna fare??? Non vogliamo inveire sui fatti che riportiamo di seguito e non lo facciamo. Sono episodi di attualità che si ripetono ogni giornata di campionato. Stiamo parlando dei campionati di serie B Nazionali, Primavera e serie C regionali e siamo stufi di menzionare questi fatti che distorgono il vero calcio femminile: Nella partita tra Firenze e Livorno (under 19) una giocatrice del Livorno aggredisce l'arbitro nello spogliatoio e lo ferisce con un calcio ad un ginocchio.. Squalifata fino al 15/09/2009. Ne hanno parlato i giornali di tutta Italia... (che bella pubblicità) Nel campionato di serie C campania (come riportato anche nei commenti su www.napoli.com), il capitano del Real Sannio sferra un pugno allo stomaco ad una compagna rea di aver propiziato un calcio di rigore. Svenimento e momenti di terrore per la sfortunata giocatrice che sicuramente già in colpa per un errore calcistico ha rischiato la propria vita. Ma perchè tanto accanimento fra giocatrici, fra società e spettatori (di solito ci sono solo i familiari e gli amici)? perche una partita non si considera un evento "sportivo" da giocarsi sul campo senza violenze fisiche e verbali, sena vedere i dirigenti che nascondono i palloni quando la propria squadra è in vantaggio? a volte non vince il più forte ma il più fortunato ma ci può stare.. come può esserci malafede se non ci sono milioni di Euro? mi sapete rispondere a queste domande?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
"Violenza, violenza e violenza.." Questo mi viene da dire nel leggere i provvedimenti disciplinari che riguardano la serie B Nazionale. Non parliamo delle serie regionali in cui ogni partita di campionato o coppa emergono dei veri bollettini di guerra Credo sia opportuno affrontare questo argomento a viso aperto. Tutte le atlete, dirigenti e società colpite da fatti di violenza fisica e/o verbale in campo e fuori dal campo sono sollecitate a farlo presente e mettere in risalto questi fatti vergognosi che scostano dal vero calcio femminile che si vive in serie A. Di seguito apro questa discussione con una mail che ci è stata inviata da Claudia Finizio, addetta stampa del Real Marsico, nel commentare la partita giocata contro il Picenum valida come 14° giornata di campionato serie B girone D. Come mai ogni domenica si verificano fatti incresciosi di violenza? Voi, cosa ne pensate? .. e soprattutto, di chi sono le colpe? bastano i provvedimenti disciplinari sportivi o dovrebbe scattare automaticamente una denuncia su esposto dell'arbitro?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Che l?intervista concessa a calciodonne.it potesse infastidire qualcuno lo avevo gi? messo in preventivo, comprendo che per qualcuno non sia facile riuscire a pensare al calcio femminile come ad uno sport dove la parte agonistica, la ricerca dell?obiettivo e il risultato unito al divertimento, siano i veri valori che dovrebbero accomunare atlete e societ?. Sono convinto,e l?ho piu? volte scritto, che le proprie ideologie sentimentali, religiose, politiche, non dovrebbero fare parte del calcio femminile unicamente perch? il luogo per determinate esternazioni non ? quello giusto. Credo che il calcio femminile possa crescere molto, ma per farlo abbiamo bisogno di giovani atlete e soprattutto di genitori disposti a mandare le proprie figlie a praticare questo sport. Vorrei promuovere un sondaggio chiedendo quanti allenatori (di calcio femminile) manderebbero le proprie figlie a giocare in una squadra di calcio femminile. Purtroppo parlando con molti di loro credo che quasi nessuno lo farebbe!! Triste situazione? Ma, molti di loro chiudono il discorso dicendo non c? e? nulla da fare o ti adegui o ? meglio che esci da questo sport?ancora pi? triste? Domenica scorsa al termine di una pessima partita di calcio femminile , vengo avvicinato dalla mister della squadra avversaria che con triste ironia mi fa i complimenti per l?intervista concessa per l'appunto a calciodonne.Personalmente nel recarmi nello spogliatoio stavo riflettendo sui motivi per i quali la mia formazione non era riuscita ad esprimerne un gioco concreto e fluido e sono rimasto sconcertato dal fatto che il pensiero della signora fosse rivolto alle mie esternazioni. Si pubblica la risposta della Signora Annamaria Bernabe', Mister della Dinamo Ravenna

Pagina 44 di 46

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!