Martedì, 30 Novembre 2021

Chievo Verona fermato a Ravenna

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Niente riscatto per il Chievo Verona Women a ravenna dopo il passo falso contro la San Marino Academy. La squadra romagnola è una formazione forte, ma le gialloblù sono scese in campo con l'intento di riprendere la corsa scudetto. Mister Venturi può contare sul recupero dal 1′ di Sara Tardini, rientrata già per uno spezzone nel match di domenica scorsa dopo circa un mese di stop.



Qualche cambio anche dal punto di vista tattico, con l’inserimento di Stefania Dallagiacoma a completare la potenza di fuoco offensiva con Peretti, Boni a supporto di Marenic.

Approccio sicuramente più convinto rispetto allo scorso incontro per le gialloblù, che creano sin da subito alcuni presupposti per far male alle giocatrici di casa.
Al 5′ Marenic strappa palla a pochi passi dal limite dell’area, allarga per Peretti che serve di prima Boni. La numero 10 non riesce a coordinarsi bene per l’impatto decisivo, ma è la prima di alcune azioni promettenti, chiuse però sempre sul più bello dalla retroguardia ravennate.

La risposta delle padrone di casa arriva al 18′, quando l’ex della gara, Gaia Distefano, ruba un pallone a centrocampo e serve Poli. A pochi metri da Olivieri l’esterno del Ravenna preferisce un improbabile assist invece alla più semplice conclusione e Olivieri ci mette una pezza.
Partita fortemente condizionata da un terreno di gioco in condizioni non idonee che lascia poco spazio a un gioco tecnico, con entrambe le squadre che talvolta sono costrette ad alzare il pallone.

Traversa Tunoaia – L’occasione più ghiotta della prima mezz’ora arriva dal piede di Alexandra Tunoaia, che sfiora il primo gol con la maglia del Chievo Women. Il difensore riceve sul centrodestra e da oltre 30 metri lascia partire un gran tiro che si stampa sul montante.

Dopo pochi minuti le gialloblù sfiorano ancora il gol, questa volta su su palla inattiva, con Jelena Marenic. La centravanti serba, a pochi passi dall’area piccola, raccoglie la sponda di Salaorni e calcia al volo, mancando la porta per questione di centimetri.
Al 35′ si rifà vivo il Ravenna con la conclusione ravvicinata di Benedetti, sventata da Olivieri con un ottimo intervento.

Primo tempo a reti bianche, con il Chievo Women che conclude però i primi 45′ in crescendo. Si va negli spogliatoi con un’ultima parte convincente, trascorsa dalla squadra scaligera stabilmente nella metà campo avversaria.
Partita piena di agonismo e di contrasti al limite del fallo, con entrambe le compagini che sono mancate nell’appuntamento con la rete ma non nell’intensità di gioco.

Nella ripresa il copione sembra subito chiaro: Chievo che fa la partita e Ravenna che gioca in contropiede.
Alle ragazze di Venturi manca solo cinismo negli ultimi 16 metri, ma dominano nel gioco. La prima vera occasione arriva però da calcio piazzato, quando Salaorni sfiora il palo dopo un pericoloso colpo di testa.
Il Ravenna prova a rifarsi in avanti sull’asse Poli-Benedetti. Sponda della prima per la numero 46, ma Olivieri non fa sconti, si allunga e blocca.

Tanta lotta e scontri a centrocampo nella parte centrale della seconda frazione, con entrambe le compagini che non si risparmiano. Il Chievo cambia anche la mediana, con Bolognini e Salimbeni a rimpiazzare Gidoni e Tardini.
Alla mezz’ora Marenic si prende l’ennesima sfera di forza e duetta con Boni in area, diagonale preciso ma non potente della centravanti serba bloccato in due tempi da Serafino.

Ultima chance Chievo – Al 40′ della ripresa Dallagiacoma costruisce dal nulla una grande occasione: discesa sulla fascia della numero 29 che sfida e supera il terzino, serve in area l’accorrente Pecchini, che conclude senza pensarci due volte. Solo una prodezza di Serafino nega la gioia del gol all’instancabile laterale.

Il forcing finale delle ragazze clivensi non si tramuta nella tanto attesa rete, sul campo del Ravenna finisce 0-0.
Gialloblù che escono dal campo con più di qualche rimpianto per le occasioni da gol non sfruttate. La squadra di Venturi avrebbe sicuramente meritato qualcosa in più, ma la sfortuna e un po’ di imprecisione sotto porta hanno impedito di tornare a Verona con il bottino pieno.
Classifica di B che resta buona, con la vetta che dista solo due lunghezze. Prima del prossimo impegno in campionato, però, testa alla stimolante e prestigiosa sfida di Coppa Italia in programma allo stadio Olivieri contro l’Empoli.

CHIEVO WOMEN: Olivieri, Pecchini, Salaorni, Zanoletti, Tunoaia; Gidoni (12′ st Bolognini), Tardini (27′ st Salimbeni); Peretti, Boni, Dallagiacoma; Marenic. All: Giacomo Venturi

Ravenna: Serafino, Greppi, Giovagnoli, Barbaresi, Capucci; Poli (29′ Cimatti), Morucci, Ligi, Raggi, Distefano (77′ Boldrini); Benedetti. All. Massimo Ricci

Ammonite: Pecchini (C), Distefano (R), Greppi (R), Boni (C), Barbaresi (R)

Author: RedazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.