Lunedì, 25 Giugno 2018
bari brescia empoli fiorentina juve mozzanica ravenna resroma sassuolo tava valpo verona w
iten

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La società romagnola in attesa delle motivazioni per decidere le contromosse. Oltre alla beffa il danno!
Siamo curiosi di vedere la conclusione di questa vicenda che ci ha lasciati perplessi, anche considerato le mancate motivazioni del Dipartimento che continua a ignorare stampa e sportivi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

cgfLa Corte di Giustizia Federale, in data odierna, accoglie il ricorso della società Net.Uno Venezia Lido avverso la decisione del Giudice Sportivo sulla gara con la Jesina, annulla la decisione impugnata con il CU nr. 65 del 12/03/2014 e dispone la ripetizione della partita. Non si comprende come mai, spesso, le decisione del GS, impugnate successivamente dalle società con i ricorsi, vengono ribaltate dalla Corte di Giustizia Federale. Misteri della giustizia sportiva...
La società Jesina aveva presentato reclamo al GS per la mancanza della disputa della partita in casa delle veneziane e lo stesso GS, dopo aver valutato attentamente ogni documentazione, aveva deciso quanto segue:

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

cgfTESTO DELLA DECISIONE RELATIVA AL COM. UFF. N. 044/CGF– RIUNIONE DEL 5 SETTEMBRE 2012.
1. RICORSO DELLA S.S. LAZIO CALCIO FEMMINILE AVVERSO LE SANZIONI:
A) DELLA INIBIZIONE PER MESI 7 INFLITTA ALLA SIGNORA ELISABETTA CORTANI;
B) DELLA PENALIZZAZIONE DI PUNTI 2 IN CLASSIFICA DA SCONTARSI NELLA STAGIONE SPORTIVA 2012/2013 ALLA RECLAMANTE;

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La Corte di Giustizia Federale, in ACCOGLIMENTO del reclamo, visto l'art. 37, comma 4, ultima parte, C.G.S., dichiara la nullità del provvedimento di primo grado e rimette gli atti al primo giudice.
Il Procuratore Federale aveva deferito la presidente laziale per un difetto formale e non sostanziale escludendo il diritto di difesa. Infatti, l'Avv. di Cortani aveva presentato la richiesta di rinvio dell'udienza, motivata da un ricovero d'urgenza in terapia intensiva, che però non fu tenuta in considerazione e portò, alla presidente laziale, 12 mesi di inibizione ridotti a 7 mesi e due punti di penalizzazione in classifica da scontare nel campionato successivo. La Corte di G.F. ha annullato tale provvedimento e ha rimandato al procuratore gli atti perchè vengono nuovamente rivalutati alla presenza della parte deferita. Al di la dei fatti, che non sono di nostra competenza e spiegherà la società capitolina, è veramente deprimente che questi epiloghi si ripetano con troppa frequenza e i presidenti, per avere giustizia, sono costretti a presentare contro-reclamo alla Corte di Giustizia Federale e in alcuni casi anche al TAR o al CONI. Troppa superficialità nell'emanare deferimenti o ritenere inammisibili i reclami, sperando nella passività dei presidenti. Perchè il GS non valuta da subito ogni dettaglio? perchè non punire anche il procuratore federale in caso di errore? chi deve tutelare le società?

Pagina 1 di 2

Si possono piazzare scommesse sportive naturalmente anche sul calcio femminile. Il sito www.i-bookmakers.it vi offre le valutazioni di tutti gli operatori importanti e molte informazioni sulle scommesse sportive

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Please publish modules in offcanvas position.