Mercoledì, 20 Settembre 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Lauren Cheney

E’ il gol più bello quello che Lauren Cheney Holiday, 28 anni, ha segnato contro il tumore benigno al cervello scoperto lo scorso settembre quando era al quinto mese di gravidanza.  
A una settimana dopo il parto Lauren, moglie del cestista dei New Orleans Pelicans Jrue Holiday, è stata sottoposta, lo scorso 23 Ottobre, ad una operazione chirurgica per rimuovere il Tumore ( benign tumor from the right side of her brain), operazione che è perfettamente riuscita.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ohai

Secondo atto, dopo il primo del 19 ottobre scorso finito per 4-0, e anche questa volta trionfo degli Stati Uniti sulla Svizzera per 5 a 1.
Le ragazze, 11 le esordienti, di Jill Ellis (coach USA) hanno prima subito il gol della Svizzera con Sandrine Mauron (sandrine.mauron) che dopo 6 minuti dall’inizio della partita raccoglie in centro area una respinta dell’estremo difensore statunitense Ashlyn Harris (preferita per questa seconda partita a Alyssa Naeher) e insacca la palla nell’angolo destro della porta.
Poi non c’è stata più partita. Infatti al 24°esimo Carli Lloyd, servita da Kelly O’Hara, si trova un corridoio libero da avversarie e tira da 35 metri nell’angolo destro appena sotto la traversa della porta segnando il primo, dei due (suoi), gol alla Svizzera e ricordandoci che è il Pallone d’oro 2015 (World Player of the Year 2015).

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Lynn Williams segna il primo gol della serata

14.336 spettatori hanno assistito Mercoledì 19 Ottobre al Rio Tinto Stadium di Sandy nello Stato dello Utah alla vittoria della Nazionale Americana di Calcio Femminile. Una squadra rinnovata per i suoi undici ventiquattresimi.
Il primo gol, favorito da una disattenzione del numero 15 della difesa svizzera Caroline Abbé, è stato realizzato da Lynn Williams giocatrice dei Western New York Flash che pochi giorni fa hanno vinto il Campionato Statunitense.
Alla Williams, entrata all'inizio del secondo tempo, gli sono bastati 45 secondi per segnare il suo primo gol con la maglia degli Stati Uniti, Lynn è la duecentesima giocatrice americana a segnare un gol al debutto in nazionale con la maglia numero 13 appartenuta ad Alex Morgan non convocata da Jill Ellis.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

USA

E' il giorno dell'International Friendly Match tra USA vs. Svizzera alle 19 ora statunitense (le 3 ora italiana) la partita sarà disputata al Rio Tinto Stadium di Sandy nello Stato dello Utah e trasmessa da ESPN2 (negli Stati Uniti). 
Una nazionale statunitense rinnova da Jill Ellis (diventata coach della nazionale dopo Pia Sundhage) con undici esordienti su ventiquattro giocatrici convocate. 
Questa sfida, come accade spesso per la nazionale statunitense, verrà ripetuta il 23 Ottobre prossimo al U.S. Bank Stadium in Minneapolis nello Stato del Minnesota (ore 12.45 USA, circale 21 in Italia). 
Ellis ha rinunciato a molte giocatrice con esperienza (la media delle giovani giocatrici convocate è 17 anni), non senza polemiche, ma le sue intenzioni dichiarate sono quelle di arrivare alla qualificazione per i prossimi Campionati del Mondo Femminili in Francia con una squadra che punta alla vittoria finale. 

Lauren Cheney Holiday

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LAUREN

Lauren Cheney Holiday l'abbiamo potuta ammirare lo scorso luglio trionfare con la squadra statunitense alla World Cup in Canada (suo uno dei 5 gol della finale contro il Giappone), con la quale ha vinto due volte le Olimpiadi, poi lasciare la nazionale dopo una carriera lunga e vittoriosa per dedicarsi alla sua vita privata, alla famiglia, ad avere un figlio con queste parole "a new chapter of my life. I feel like this team isn't my identity, it's my choice. I think there's power in making a choice. I chose this team for 10 years, and now I'm going to choose my family." 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


Whitney Engen, 
difensore della nazionale femminile USA e dei Boston Breakers (ha giocato anche nei Chicago Red StarsWestern New York Flash e nel Liverpool, sotto tutta la sua scheda personale) esprime tutta la sua delusione, "sono sorpresa e devastata" , per la telefonata che Jill Ellis, coach della nazionale statunitense, le ha fatto informandola che "non sei più nei piani futuri della nazionale di calcio" .
Conclude la sua lettera con "non sono sicura del ruolo che il calcio giocherà nel mio futuro. Credo che i miei anni migliori siano davanti a me. Ho intenzione di prendere un pò di tempo da passare con la mia famiglia e decidere che cosa posso fare fuori dal campo. Ancora non so come ringraziarvi abbastanza per la vostra gentilezza".

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

western nyflas
Ha vinto New York (Flash) la sfida contro Washington (Spirit) e si aggiudica gli Championship della Lega Professionistica americana di calcio femminile. Una partita bellissima finita ai calci di rigori.
Finita 1 a 1 ai tempi regolamentari con un gol di Crystal Dunn per Washington e il pareggio, meritato, per New York di Samantha Mewis, si va ai supplementari dove Crystal Dunn mette a segno il suo secondo gol della serata.
Sarà Lynn Williams negli ultimi secondi dei tempi supplementari, imbeccata perfettamente da Jessica McDonald, a pareggiare le sorti della partita portandola sino ai calci di rigore.
Tre parate di Sabrina D'Angelo (Canadese, medaglia d’oro olimpica, di chiare origini italiane) consegnano il trofeo nella mani dei WNY Flash che nella semifinale avevano battuto le favorite del Portland Thorns nelle cui fila giocano 5 nazionali statunitense.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

rivoluzione statiuniti16
Dopo le ultime Olimpiadi e l'uscita prematura (ai quarti contro la Svezia allenata da Pia Sundhage, ex allenatrice USA) della squadra statunitense Jill Ellis, coach della nazionale, ha selezionato le 24 calciatrici per il "WNT camp" che inizierà a giorni in preparazione delle amichevoli contro la Svizzera del 19 e 23 Ottobre prossimo.
Tredici delle ventiquattro giocatrici convocate appartengono alla rosa che ha partecipato alle ultime Olimpiadi la novità è rappresentata dalle undici esordienti mai convocate in nazionale maggiore tutto ciò con l'obiettivo dichiarato della prossima Coppa del Mondo Femminile FIFA che si disputerà in Francia nel 2019.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

champions

Sa di beffa clamorosa per Seattle la sconfitta per 2 a 1 patita contro le ragazze di Kansas nella finalissima della NWSL visto la stagione dominata fin dall'avvio, con solo due sconfitte subite nell'arco della "regular season" e il gioco spumeggiante espresso in campo; ma forse è stata proprio questa sicurezza eccessiva (molti sostenitori dei Reign dichiaravano di aver imbastito addirittura la miglior squadra al mondo), che ha portato alla rovina le ragazze di Seattle e ha fatto stravincere la modestia, che poi modestia non è visto la qualità della squadra e il loro gioco altrettanto interessante, delle ragazze di Kansas. Ma ecco la cronaca dell'atto conclusivo della NWSL.

 

Questa finale, ritenuti da tutti gli addetti ai lavori come la finale più giusta, per ciò che si è visto durante la stagione, ha messo di fronte due squadre dalla mentalità molto simile, due squadre che hanno nella ricerca del possesso palla la loro dote migliore. I Seattle Reign partono favoriti, forti della superiorità mostrata durante tutto il campionato e avvantaggiati dal fatto di giocare la finale davanti al proprio pubblico, in un Starfire Stadium(lo stadio che ospitò i Reign nella stagione inaugurale della NWSL, il CenturyLink Field non era disponibile) praticamente tutto esaurito. La prima occasione è per i Kansas City che, al 20', vanno vicini al goal con un tiro da fuori area di Jenna Richmond che esce sfiorando il palo alla sinistra di Hope Solo. Due minuti più tardi i Kansas City passano in vantaggio: Holiday è brava a gestire il contropiede e a servire Amy Rodriguez con una palla dal tempismo perfetto, con Rodriguez che batte con freddezza Hope Solo. I Seattle Reign reagiscono subito, guidati dalla solita Kim Little che al 23' costringe Barnhart alla respinta di piede su un tiro da posizione defilata. Pochi minuti più tardi Kim Little mette in mezzo un cross perfetto ma Kawasumi sbaglia incredibilmente, spedendo di testa la palla fuori da distanza ravvicinata. I Kansas City sfiorano il raddoppio al 36' con la solita Amy Rodriguez, brava ad anticipare la difesa dei Reign. Nel secondo tempo la prima occasione è per i Reign, con Kim Little che batte una punizione dal limite: il tiro è molto potente ma centrale e viene bloccato con sicurezza da Barnhart. I Kansas City trovano il raddoppio al 55', con una strepitosa azione di Lauren Holiday, che semina il panico in area di rigore eludendo tre difensori prima di servire un assist perfetto per Rodriguez che insacca in scivolata. I Reign tentano di reagire e negli ultimi dieci minuti alzano la pressione alla ricerca disperata di un goal per riaprire la partita, goal che sfiorano all'84', con tiro da fuori di Megan Rapinoe che viene respinto dalla traversa. Due minuti più tardi i Reign riaprono la partita proprio con Rapinoe, goal scaturito da un'azione confusa seguente a un corner. I Reign negli ultimi minuti tentano il tutto per tutto ma i Kansas City riescono a mantenere il vantaggio fino al triplice fischio, portando a casa il titolo di campioni della NWSL 2014.

 

Come magra consolazione, molte delle ragazze di Seattle hanno ricevuto diversi premi individuali per la stagione disputata, tra cui spunta sicuramente Kim Little, la vera sorpresa di questa stagione, che conquista il titolo di capocannoniere e miglior giocatrice del torneo.

Ecco tutte le vincitrici:

Miglior Allenatore: Laura Harvey (Seattle Reing)

Miglior Portiere: Alyssa Naeher (Boston Breakers)

Miglior Difensore: Becky Sauerbrunn (FC Kansas City)

Miglior Rookie: Julie Johnston (Chicago Red Stars)

MvP: Kim Little (Seattle Reign)

Capocannoniere: Kim Little (Seattle Reign)

 

La miglior formazione della NWSL 2014:

Posizione

Giocatore

Club

Nazione

Note

Portiere

Alyssa Naeher

Boston Breakers

USA

 
         

Difensore

Kendall Fletcher

Seattle Reign FC

USA

 

Difensore

Ali Krieger

Washington Spirit

USA

1 goal

Difensore

Christie Rampone

Sky Blue FC

USA

1 goal, 2 assist

Difensore

Becky Sauerbrunn

FC Kansas City

USA

8 reti inviolate

         

Centrocamp.

Verónica Boquete

Portland Thorns FC

Spagna

4 goal, 6 assist

Centrocamp.

Jess Fishlock

Seattle Reign FC

Galles

4 goal, 8 assist

Centrocamp.

Kim Little

Seattle Reign FC

Scozia

16 goal, 7 assist

         

Attaccante

Lauren Holiday

FC Kansas City

USA

8 goal, 7 assist

Attaccante

Nahomi Kawasumi

Seattle Reign FC

Giappone

9 goal, 5 assist

Attaccante

Amy Rodriguez

FC Kansas City

USA

13 goal, 3 assist


La seconda migliore formazione:

Posizione

Giocatore

Club

Nazione

Note

Portiere

Hope Solo

Seattle Reign FC

USA

5 Reti inviolate

         

Difensore

Lauren Barnes

Seattle Reign FC

USA

 

Difensore

Stephanie Catley

Portland Thorns FC

Australia

5 assist

Difensore

Stephanie Cox

Seattle Reign FC

USA

 

Difensore

Julie Johnston

Chicago Red Stars

USA

Miglior Rookie

         

Centrocamp.

Carli Lloyd

Western New York Flash

USA

8 goal, 5 assist

Centrocamp.

Allie Long

Portland Thorns FC

USA

9 goal, 3 assist

Centrocamp.

Heather O'Reilly

Boston Breakers

USA

9 goal, 5 assist

         

Attaccante

Jessica McDonald

Portland Thorns FC

USA

11 goal, 1 assist

Attaccante

Christen Press

Chicago Red Stars

USA

6 goal

Attaccante

Jodie Taylor

Washington Spirit

Inghilterra

11 goal, 2 assist

A questo punto bisognerà aspettare diversi mesi prima di rivedere nuovamente le star del "soccer" americano in campo per una nuova stagione della NWSL; in ogni caso eventuali mosse di mercato o inserimenti di nuove squadre verranno prontamente riportate. A presto!

 

Gianessi Mattia & Lorenzo Ceccarelli.

#NWSL

Pagina 1 di 5

Si possono piazzare scommesse sportive naturalmente anche sul calcio femminile. Il sito www.i-bookmakers.it vi offre le valutazioni di tutti gli operatori importanti e molte informazioni sulle scommesse sportive

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Search