Sabato, 22 Luglio 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

castelvecchio Nagni Carlotta
Nella sfida che vale l’accesso al secondo turno di Coppa Italia, si affrontano alle ore 20,30 sul rettangolo verde di Savignano sul Rubicone, che si presenta in buone condizioni, la squadra toscana dell’Arezzo. La partenza delle padroni di casa è buona, al quinto grossa occasione, lungo lancio di Nagni ma Casali in area di rigore calcia alto.
Sblocca il risultato il Castelvecchio al 15°; calcio d’angolo battuto da Martina Amaduzzi, palla a Angeli che gli restituisce la sfera al limite dell’area, qui il difensore romagnolo lascia partire un missile che si insacca al sette della porta difesa da Antonelli.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

tavagnacco-torres-finale-coppaitalia14
Il Tavagnacco sconfigge la Torres nella finale di Coppa ITALIA portandosi a casa la coppa già vinta la scorsa stagione. Partita giocata sul filo dell’incertezza per tutti i 90 minuti con il Tavagnacco che è stato più pericoloso nella parte iniziale della partita dove ha collezionato due nitide palle goal, mentre la Torres è stata pericolosa con un tiro dal limite di Fuselli che ha centrato in pieno la traversa e pochi minuti dopo è Patrizia Panico che sola in area colpisce la sfera di testa mandandola poco alta sopra la traversa. Partita vivace, giocata ad un buon ritmo con diversi capovolgimenti difronte , anche se è il Tavagnacco che si avvicina più pericolosamente alla porta avversaria con Brumana che con un tiro dal limite, costringe Thalmann ad una splendida parata.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

tavagnacco-Coppa-IT-20132014
SANTARCANGELO di ROMAGNA. Romagna mia. La terra promessa della Graphistudio regala, dopo la prima volta di un anno fa a Forlì, la seconda Coppa Italia consecutiva. Esorcizzata finalmente la Torres al culmine di una finale emozionante, le ragazze di Rossi chiudono in gloria la loro tribolata stagione. Eppure alle friulane manca l’anima: Parisi (stiramento) siede addirittura in tribuna, Tuttino (caviglia malconcia) in panchina. In compenso torna Camporese, già testata nella semifinale di Roma. Bischi va a curare la fascia destra mentre Martinelli, frutto buono per tutte le stagioni, è lo schermo di centrocampo. La Graphistudio parte forte e, al 6’, un cross velenoso di Brumana costringe Tona a rifugiarsi in angolo. Sull’angolo successivo Bissoli, di testa, sfiora il vantaggio.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

coppa-italia-finale14
Domani alle ore 18,00 al “Valentino Mazzola” di Santarcangelo di Romagna si disputa la finalissima di Coppa Italia tra Graphistudio Tavagnacco e Torres con la diretta su RaiSport 2 a la differita di RTV San Marino. Le friulane scendono in Romagna per bissare il successo dello scorso anno, contro il Verona, e mettere in bacheca la seconda coccorda; le sarde per ribadire la vittoria sulle rivali in occasione della supercoppa 2013 e arricchire di un’ulteriore titolo di prestigio la società rossoblu e lasciare un segno indelebile al termine di una bella stagione, conclusa con il secondo posto in campionato, dietro il Brescia dei record.
Il Tavagnacco arriva alla finale dopo aver battuto per 2 a 0 la Res Roma in semifinale e il terso posto in campionato, di fronte la blasonata Torres, che è riuscita a rimontare e battere di misura il brillante Mozzanica davanti al pubblico di casa, dopo la sconfitta subita a Brescia che gli è costato l'ennesimo scudetto.
Tutto è pronto per l’ultima grande emozione della stagione 2013-2014.
Dirige l'incontro il sig. Giorgio Sangregorio della sezione dell'Aquila. coadiuvato dagli Assistenti Dario Capritta eChristian Ballardini della sezione di Ravenna.
In TV:
Diretta su RaiSport2 dalle ore 18.00
Differita su San Marino RTV sabato 7 giugno alle ore 21.10. (Canale 520 Sky, 73 digitale, webTV)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

tavagnacco20132014g
Le due “potenze” di nuovo di fronte venerdi prossimo 6 giugno a Santarcangelo di Romagna: in palio la Coppa Italia.
Brescia permettendo, è ormai il “Classico” del calcio femminile italiano: dopo essersi contese la Supercoppa lo scorso settembre (vinsero le sarde) Tavagnacco e Torres si sfideranno nuovamente venerdi prossimo 6 giugno, a Santarcangelo di Romagna (avvio alle 18, con diretta su Rai Sport1), in palio la Coppa Italia 2013/2014, trofeo detenuto dal club del presidente Picheo. Le gialloblu si sono sbarazzate in semifinale della Res Roma, avversario che le aveva severamente impegnate in campionato ma che, nel match senza domani disputato ieri nella capitale, ha dovuto inchinarsi all’esperienza e al superiore tasso tecnico del team di Rossi. Il tecnico deve rinunciare a Parisi (stiramento) consegnando a Vicchiarello le chiavi del centrocampo, mentre Rodella agisce da esterno alto. Tra i pali, dopo un recupero record dall’infortunio dell’11 maggio scorso, torna, infine, Penzo. Al 5’ Zuliani fa le prove generali del gol ma, sul cross di Bonetti la buiese, pur anticipando Pipitone, spedisce alto. Ancora Bonetti (minuto 11) ispira Brumana: la craniata della capitana si impenna sulla traversa. Al 20’ anche la Res dà qualche segnale di vita: Pitaccio si ritrova sola davanti a Penzo ma il suo pallonetto è alto. Al 35’si fa viva Vicchiarello: la punizione rasoterra scheggia il palo esterno. Al 37’è invece Brumana, sempre su palla inattiva, a sfiorare l’incrocio. Il “pero” è maturo e cade al 38’: Rodella crossa dal fondo, sul primo palo si avventano Ciccotti e Zuliani. Il difensore entra maldestramente spiazzando il proprio portiere. La ripresa si apre con uno spavento per la Graphistudio ma, la conclusione in mischia di Simonetti, termina a lato. Al 12’, dopo tre mesi di assenza, si rivede Camporese, che rileva l’infortunata Tuttino (problemi alla caviglia). Elisa, motivatissima, non tarda troppo ad entrare nel match. Al 16’, infatti, un suo traversone viene impattato da Brumana che sfiora il palo. Poco dopo ancora le due “senatrici” in evidenza: la girata al volo del capitano, sempre su suggerimento della patavina, fa “solo” gridare al gol. Che arriva al 25’: nuovo duetto Camporese - Brumana e servizio per Zuliani, il cui rasoterra non perdona Pipitone. Al 35’ le padrone di casa reclamano per un intervento dubbio in area di Bischi ma, come direbbe il compianto Boskov, “rigore è quando arbitro fischia”. Coluccini, Villani e Nagni provano poi a preoccupare Penzo, ma ci vuole ben altro per impensierire la ritrovata chioggiotta. Al 40’va infine annotata una clamorosa “autotraversa” di Cicciotti, preoccupata dal pressing di Zuliani mentre, al 46’, Brumana e Vicchiarello avrebbero l’opportunità di implementare il bottino. Ma può bastare cosi: ora, per bissare l’impresa di un anno fa a Forlì, bisognerà respingere la Torres, sbarazzatasi a fatica (2-1) del Mozzanica. “A parte un paio di situazioni, abbiamo sempre controllato la gara - recita mister Rossi - sono contento della prestazione della squadra e, soprattutto, del rientro di Camporese, situazione dalla quale abbiamo tratto grandi benefici. Adesso andiamo a giocarci la finale, sperando che l’esito sia diverso da quello della Supercoppa…”

RES ROMA – GRAPHISTUDIO 0 - 2

Reti: 38pt Ciccotti (autorete), 25st Zuliani.

RES ROMA: Pipitone, Collini (12st Biasotto), Gambarotta (40st Ceccarelli), Ciccotti, Villani, Morra (28st Marzi), Pittaccio, Coluccini, Simonetti, Magni, Fracassi. Allenatore: Melillo

GRAPHISTUDIO: Penzo, Bischi, Martinelli, Tuttino (12st Camporese), Latetrza, Bissoli, Bonetti (35st del Prete), Vicchiarello, Zuliani (40st Usenich), Brumana, Rodella. Allenatore: Rossi.

ARBITRO: Pelegatti di Livorno

AMMONITE: Laterza, Zuliani, Rodella.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

SISSI 4Piva accende le speranze biancocelesti, ma nella ripresa Panico e Iannella ribaltano il risultato.

 

Mozzanica – Si infrangono i sogni di giocare la finale di Rimini di questa edizione della Coppa Italia, per le ragazze biancocelesti. Capitan Locatelli e compagne accarezzano per lunghi tratti dell’incontro la speranza di staccare il pass per l’ultimo appuntamento della stagione, giocano un’ottima gara, vanno in vantaggio, ma nella ripresa è la Torres di Mister Manuela Tesse a spuntarla, grazie alle doti realizzative delle sue interpreti. Mister Fracassetti si conceda così dal Mozzanica al termine di una stagione di altissimo livello, che ha visto crescere questa squadra e arrivare a ridosso delle grandi, sfiorando una finale di Coppa Italia. Il tecnico orobico, schiera le stesse undici di Verona, con Viviana Schiavi ancora dirottata sulla destra. Le sarde si presentano con la formazione della decisiva gara di campionato persa col Brescia. Solo panchina per Giorgia Motta. Le due squadre entrano in campo esibendo il messaggio "Calcio Femminile I Like It!", iniziativa di calciodonne.it, volta a richiamare l'attenzione sul nostro movimento, alla quale hanno aderito importanti vip come Ilaria D'Amico e Ilary Blasi.

La prima occasione della gara arriva al 5’ sui piedi di Giacinti, su invito a nozze di Riboldi. La n. 9 bergamasca si attarda nella conclusione e permette il recupero in extremis a Elisabetta Tona. La risposta delle ospiti arriva al 7’ con il tiro fuori bersaglio di Iannella al termine di una concitata azione nell’area orobica. Le sassaresi conquistano un corner al 13’, alla battuta va Maendly, per la testa di Patrizia Panico che da due passi incorna tra le braccia di Gritti. A centrocampo la tensione è altissima e si lotta all’arma bianca su tutti i palloni. Al 21’ il Mozzanica conquista palla, Mauri si porta a ridosso dei 16 metri e consegna la sfera sulla destra a Piva, la cui conclusione è un’autentica fucilata che si infila accanto al palo alla sinistra di Thalmann. Mozzanica in vantaggio e delirio sugli spalti e sul campo per la prodezza dell’Imperatrice Sissi. La Torres potrebbe pareggiare subito al 26’, quando sul taglio in area di Panico per Fuselli, Gritti esce alla Kamikaze e fa sua la sfera in due tempi. Le ospiti hanno accusato il colpo e ne è prova il tentativo dalla distanza di Stracchi la cui mira è decisamente infelice. E’ invece il Mozzanica ad avere per le mani il possibile colpo del K. O: Riboldi lancia in profondità Giacinti che attraversa una prateria, si presenta davanti a Thalmann ma si fa ipnotizzare letteralmente dal portiere elvetico della Torres, che salva in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, la palla giunge a Tonani il cui sinistro è sporcato dalla deviazione di Iannella che per poco non trova la rete sarda. Prima frazione che si chiude con il meritato vantaggio di misura delle locali.

Nella ripresa le isolane entrano in campo con maggior convinzione e, approfittando della momentanea superiorità numerica per l’uscita dal campo di Viviana Schiavi, trovano al 5’ il lampo dell’inossidabile Patrizia Panico che riporta la gara in parità: Stracchi serve con il goniometro la n. 9 rossoblu’ che non si fa pregare e batte Gritti con una zampata sotto porta. Le padrone di casa non si scompongono e al quarto d’ora Scarpellini da metà campo serve centralmente Giacinti che dal limite tenta la volée senza trovare però il bersaglio grosso. Col passare dei minuti le ospiti guadagnano metri preziosi. Al 28’ il rilancio dalle retrovie di Tona diventa un assist per Panico che entra in area, ma trova sulla sua strada una grandissima Alessia Gritti che sventa la minaccia. L’estrema orobica nulla può però cinque primi più tardi, quando Iannella stacca sul pallone crossato da Domenichetti e di testa inventa una parabola beffarda che si infila nella porta bergamasca, ribaltando così il risultato. La rete sarda è un’autentica mazzata per le locali che al 35’ rischiano di capitolare. Angolo di Domenichetti, Panico lasciata colpevolmente sola in piena area può incornare indisturbata, la palla sbatte sulla traversa e torna alla n. 9 sassarese che in rovesciata manca la porta di pochissimo. Nei restanti dieci minuti le padrone di casa non riescono più a impensierire la porta ospite e la Torres stacca così il biglietto per Rimini, dove affronterà venerdì 6 giugno il Tavagnacco, vittorioso sulla Res Roma. Giusto il rammarico a fine gara per un’occasionissima sprecata di entrare nella storia della competizione per le biancocelesti, ma un brave comunque alle ragazze per quanto fatto in questa stagione. Ora arriva il tempo del meritato riposo per le protagoniste Mozzanichesi, appuntamento a tutti i nostri tifosi al prossimo campionato e sempre Forza Mozzanica!

 

MOZZANICA-TORRES-1-2

Reti: Piva (M) al 21’ p.t.; Panico (T) al 5’ e Iannella (T) al 32’ s.t.

MOZZANICA: GRITTI, RIZZON (dal 44’ s.t. GARAVELLI), TONANI, BRAMBILLA (dal 35’ s.t. CAMBIAGHI), SCHIAVI, LOCATELLI, PIVA, MAURI, GIACINTI, SCARPELLINI, RIBOLDI. All. Paolo Fracassetti. A disposizione: Orlando, Dossi, Brayda, Fusar Poli, Bianchi.

TORRES: THALMANN, BARTOLI, TUCCERI CIMINI, STRACCHI, TONA, FUSELLI, DOMENICHETTI, MAENDLY (dal 37’ s.t. MARCHESE), PANICO, GALLI (dal 18’ s.t. MOTTA), IANNELLA. All. Manuela Tesse. A disposizione Criscione, Erman, Piacezzi.

Arbitro: Matteo Marcenaro di Genova, assistenti: Giusi Schiavina di Mantova e Marzia Maltese di Milano.

Ammonite: Maendly (T) al 1’, Panico (T) all’8’, Schiavi (M) al 9’, Bartoli (T) al 32’ s.t.

Note: Giornata di sole, campo in ottime condizioni. Presenti sugli spalti 400 persone. Migliori in campo: Piva (M) e Iannella (T).

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

resroma-coppaitalia-prendiamocela14

Una sfortunata autorete e un gol di Zuliani portano il Tavagnacco in finale di Coppa Italia
S’infrange in semifinale il sogno Coppa Italia della Res Roma che perde 2 a 0 contro il Tavagnacco, nel match disputatosi a Ciampino per l’indisponibilità del “Raimondo Vianello”.
Una sfortunata autorete di Ciccotti sul finire della prima frazione di gioco, e un gol di Zuliani ad inizio ripresa, consentono alle friulane di raggiungere in finale la Torres, corsara sul campo del Mozzanica.
Mister Melillo ha optato per il 4-5-2 con Pipitone tra i pali, Colini, Morra e Ciccotti in difesa, Gambarotta, Simonetti, Villani, Coluccini e Fracassi a centrocampo, con la coppia d’attacco formata dal tandem Pittaccio – capitan Nagni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

resroma-tavagnacco14coppaMeno di 24 ore separano la Res Roma dal grande evento della storica semifinale di Coppa Italia, che si disputerà a Ciampino sabato 31 Maggio alle ore 16.
Le giallorosse giungono al big match dopo aver eliminato il Fiano Romano, la Stella Azzurra, l'asd Roma e l'Acese, battuto ai rigori lo scorso 30 Aprile, mentre le friulane sono reduci dalla vittoria contro il Firenze ottenuta nei minuti di recupero.
In campionato le due squadre si sono incontrate due volte e in entrambe le occasioni ha vinto il Tavagnacco, vincente 2 a 0 nel match di andata, e 1 a 0 nella gara di ritorno.
La formula prevede la gara secca con supplementari e rigori in caso di parità nei tempi regolamentari; la vincente affronterà la vincitrice dell'altra semifinale tra Mozzanica e Torres.
“Ci attende una partita difficilissima - ha dichiarato il tecnico giallorosso Fabio Melillo - Per noi è già un onore esser arrivati tra le prime quattro in questa competizione, quindi abbiamo poco da perdere, anche se ci teniamo a far bene per salutare degnamente il nostro pubblico che ci ha seguito con passione e dedizione per tutta la stagione. Questa è sempre una fase particolare dal punto di vista atletico, quindi conterà molto la forza mentale e caratteriale per affrontare un impegno del genere.”
La gara sarà trasmessa in differita Mercoledi 4 Giugno alle ore 23.30 su Dinamica Channel, canale 809 di Sky e 249 del digitale terrestre.

Ufficio Stampa Res Roma Calcio Femminile

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

MOZZANICA TORRES piccolaNeanche il tempo per far festa che le nostre ragazze devono rigettarsi a testa bassa nel lavoro settimanale. La vittoria sul Verona è ancora negli occhi e ha lasciato strascichi di legittimo entusiasmo nell'ambiente biancoceleste, ma Capitan Locatelli e compagne sanno bene che ogni risultato è importante solo se ne segue un altro e quindi già da lunedì il timoniere Fracassetti e la sua ciurma stanno preparando con la massima concentrazione la sfida di sabato con la Torres di Patrizia Panico. Sul fronte sassarese in dubbio è solo la presenza di Giorgia Motta, rieggregata nei ranghi solo nei giorni scorsi. Per il resto Manuela Tesse dovrebbe avere tutte le titolari a sua disposizione. La gara sarà disputata regolarmente sabato alle ore 16.00. La richiesta di spostare il match a domenica 1 giugno non è stata accolta dalle nostre avversarie. Anche mister Fracassetti dovrebbe poter contare sull'undici ideale, nonostante alcuni acciacchi che in settimana non hanno consentito ad alcuni elementi della rosa di allenarsi con piena regolarità. Assente sicura Giorgia Spinelli che sta però svolgendo nei tempi programmati il lavoro di recupero e non è escluso possa farcela per l'eventuale finale di Rimini. Queste le parole del presidentissimo Sarsilli sulla gara vinta col Verona e sulla semifinale di sabato 31 maggio: "Era una partita difficile quella che ci aspettavamo e così è stato, ma le ragazze sono state bravissime e ci hanno regalato questa bella soddisfazione. Prima di ogni gara penso sempre in positivo, poi è il campo che deve parlare, non posso certo dire che ero sicuro di una vittoria sul Verona, ma che ce la saremmo giocata alla pari questo si. Con la Torres ci aspetta una gara altrettanto dura e forse anche di più, ma le ragazze sono cariche e sarà sicuramente una bella partita, sono gare che si possono vincere anche con un episodio al 90'." All'inizio della stagione il presidente aveva promesso che sarebbe scoppiata una bomba, forse si riferiva a questo finale..."Diciamo che in campionato qualche partita che non dovevamo perdere è andata come è andata, ma nel complesso è stato un buon campionato, quindi è più corretto dire che quest anno abbiamo acceso la miccia e la bomba scoppierà nel prossimo. Ora pensiamo a questa partita, l'avversario è tosto, ma noi dobbiamo giocarcela con tranquillità, sicure delle nostre possibilità." L'altra semifinale vedrà il Tavagnacco affrontare nella capitale la Res Roma, un impegno di certo da non sottovalutare per le friulane, ma sicuramente alla loro portata.

 

Probabili formazioni di sabato 31 maggio, ore 16.00.

MOZZANICA 4-4-2: GRITTI; SCHIAVI, RIZZON, LOCATELLI, TONANI; SCARPELLINI, PIVA, BRAMBILLA, MAURI; RIBOLDI, GIACINTI. All. Fracassetti.

TORRES 4-2-3-1: THALMANN; BARTOLI, PIACEZZI, TONA, TUCCERI CIMMINI; DOMENICHETTI, STRACCHI; IANNELLA, MAENDLY, FUSELLI; PANICO. All. Manuela Tesse.

L'arbitro sarà Matteo Marcenaro della sezione di Genova, coadiuvato dalle assistenti Giusi Schiavina di Mantova e Marzia Maltese di Milano.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

coppa-italia-semifinali14
Fine settimana di calcio femminile con la Coppa Italia, giunta alle semifinali da giocarsi con gara secca. Dentro o fuori: Res Roma vs Tavagnacco e Mozzanica vs Torres si sfideranno per un posto al sole della finalissima che vale l'ambito trofeo. Si gioca alle ore 16 in campagnia dei risultati live trasmessi su www.calciodonne.eu
La neo promossa Res Roma attende, sul campo "A.Fuso" di Ciampino, il Tavagnacco, terza forza del campionato che scende sulla capitale con la voglia di riscatto per la mancata qualificazione Champions, di fronte le ragazze di Mister Melillo che, soddisfatte per la salvezza ottenuta, saranno obbligate a disputare una prova perfetta per fare il colpaccio davanti al pubblico amico e conquistare una storica finale.
Precedenti: il campionato ha visto la doppia vittoria delle friulane: 2 a 0 a Tavagnacco e 1 a 0 a Roma. Il pronostico è tutto per le gialloblu ma le padrone di casa sapranno opporsi con determinazione e ne uscirà una sfida avvincente e incerta fino alla fine.
IL sorteggio ha premiato le bergamasche del Mozzanica che affronteranno la Torres in compagnia dei propri tifosi, galvanizzati dalla bella vittoria conquistata sul campo del Verona. Mozzanica - Torres sarà un match tatticamente difficile da giocare: le bergamasche dovranno giocare la partita dell'anno e non sbagliare niente per avere la meglio sullo squadrone di mister Tesse; Panico e compagne sono avversarie temibili, sempre pronte a colpire alla minima disattenzione, determinate a finire la stagione in bellezza. Sicuramente una bella partita.
Precedenti: il campionato ha visto prevalere le sarde per 2 a 0 e 1 a 0, ma il magic moment delle bergamasche potrebbe riservare la sorpresa. Pronostico: partita da tripla.
Si ricorda agli sportivi che in caso di parità al termine dei novanta minuti e dei tempi regolamentari, la squadra vincente che accederà alla finale, sarà determinata mediante esecuzione dei tiri di rigore.
La finale della Coppa Italia si giocherà il 6 Giugno alle ore 18.00 tra Rimini e Santarcangelo di Romagna.

Pagina 1 di 10

Search

Si possono piazzare scommesse sportive naturalmente anche sul calcio femminile. Il sito www.i-bookmakers.it vi offre le valutazioni di tutti gli operatori importanti e molte informazioni sulle scommesse sportive

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Search