Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Mercoledì, 22 Novembre 2017
appstore Migastone googleplay
bari brescia empoli fiorentina juve mozzanica ravenna resroma sassuolo tava valpo verona w

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La Torres vince ancora 4-1!! Questa volta paga la Roma A segno Panico con una doppietta 16' e 52', 23' Masia (aut); 34' Barreca; 51' Bussu (aut) La Roma prova a fermare la corsa della Torres vincente in campionato ed in champions. Su un campo piccolo qual'è il Bettini di Cinecittà e contro un atteggiamento piuttosto fisico delle giallorosse, la Torres risponde subito con il primo vantaggio al 16': lo confeziona Panico. Al 23' le sassaresi raddoppiano al termine di una grande azione. Percussione di Valentina Valenti sull'out di destra, traversone velenoso che costringe l'ex Gioia Masia alla deviazione nella propria porta. Sembra una partita già conclusa ed invece al 34' l'arbitro Proietti di Terni concede una punizione dal limite dell'area piuttosto dubbia: si incarica della battuta Barreca che con una bella parabola supera Cupido. La Torres non si scompone nonostante la ritrovata carica delle lupacchiotte giallorosse. Si va al riposo sul 2-1 per le torresine. Nella ripresa la Torres entra in campo con la determinazione di chi vuol chiudere subito i conti..

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
ESORDIO AMARO QUELLO DELLE RONDINELLE NELLA MASSIMA SERIE Per la prima volta nella sua storia il Brescia affronta la serie A e fa subito i conti con la dura realtà. Squadra contratta, quasi timorosa per buona parte del primo tempo, forse lo scotto dell'emozione ed un modulo più preoccupato di difendere che di offendere. Peccato perché la squadra ospite seppur quadrata in ogni reparto non è apparsa insuperabile in fase difensiva ed un atteggiamento più propositivo avrebbe forse dato un responso diverso Pronti via ed il Venezia alla prima vera azione passa, manovra che si sviluppa sulla sinistra con Mason che si libera di Franchin cross al centro e Bittante in anticipo su tutte beffa Cavagna con un tocco ravvicinato. Le biancoazzurre faticano a reagire. Rivola cerca di ridisegnare la squadra, invertendo i ruoli tra Manzoni e Previtali R. e la manovra ne risente positivamente con alcuni tentativi in zona d'attacco anche se non supportati da un centrocampo apparso muscoloso ma con poca fantasia.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
UNA RIMONTA CHE VALE LA SUPERCOPPA di Mario Villa E' la Torres a far festa nella gara di apertura della stagione. La squadra di mister Arca si aggiudica la SuperCoppa Italiana mettendo fine all'egemonia che il Bardolino, ormai da due edizioni, aveva posto su questa competizione. Era la sfida che apriva la nuova stagione del calcio femminile, ma non solo...era la partita da vincere con da una parte il Bardolino, rimaneggiato dal mercato estivo e pronto a rifar suo il trofeo, mentre dall'altra parte la Torres, ammaccata dopo le ultime sconfitte in Campionato e Coppa Italia della scorsa stagione e quindi desiderosa di riscatto.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
CHE LA SFIDA ABBIA INIZIO...ANZI CONTINUI di Mario Villa Ricomincia la stagione del calcio femminile italiano con ancora loro come protagoniste. Bardolino e Torres, così lontane geograficamente ma sempre così vicine sul campo. Ormai è diventata una classica la sfida tra le venete e le sarde, una partita che forse si commenta da se visto lo spessore e il numero di successi che le due squadre mettono in campo. Di fronte le due avversarie che dominano la scena del calcio femminile italiano e che quest'anno insieme, proveranno a far parlare ancor più di se e dell'Italia calcistica in Europa; una sfida che non vale una stagione ma regala prestigio e soprattutto il primo trofeo stagionale: la SuperCoppa Italiana.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
SUPERCOPPA ITALIANA, BARDOLINO vs TORRES! Nella splendida Taormina le due grandi del calcio femminile Italiano si affrontano il 26 settembre 2009 ore 21,15. (Diretta Rai Sport più) per contendersi l'ambito Trofeo La Lega Nazionale Dilettanti - Divisione Calcio Femminile in collaborazione con A.S.D. TAORMINA CALCIO organizza la gara di Supercoppa tra la Società vincente il Campionato Nazionale di serie A e la Società perdente la finale della Coppa Italia della stagione sportiva 2008/2009. (coincidenza della società vincente il titolo di Campione d’Italia e la Coppa Italia). (dal comunicato Ufficiale DCF nr. 15 del 17 Settembre 2009) DIRETTA RAI SPORT PIU' - ORE 21.15

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL REAL STATTE E' CAMPIONE D'ITALIA BATTUTA LA VIRTUS ROMA AI RIGORI - Straordinaria partita al Palazzetto dello sport di Cercola. La tripletta di Nicoletti risponde ai gol di Pastore, Pomposelli e Guercio. Ai calci di rigore ci pensa capitan D'Ippolito a siglare il gol-scudetto Ci sono voluti i calci di rigore, ma alla fine il Real Statte vince il suo terzo scudetto della storia contro una bellissima Virtus Roma. Il punteggio alla fine dei tempi regolamentari è stato di 3-3, grazie alla fantastica tripletta di Nicoletti che ha risposto ai gol della Roma di Pastore, Pomposelli e Guercio. Alla lotteria dei calcio di rigore ci ha pensato capitan D'Ippolito, la storia del club rossoblù, a consegnare lo scudetto alle sue compagne. Una partita che sarà ricordata a lungo da entrambe le formazioni, che hanno dato vita ad una partita stupenda, tirata fino all'ultimo secondo. Per i presenti al Palazzetto dello sport di Cercola questa partita è stato lo spot di questa bellissima disciplina

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Straordinario Real Statte , Isef battuto 5-3 Grande primo tempo, concluso sul 3-0, di Buonfrate, D'andria e Nicoletti le marcature. Nella ripresa ci pensano Convertino e D'Ippolito a blindare il risultato. Inutile la tripletta di Blanco per le napoletane. Straordinaria vittoria del Real Statte ai danni di un coriaceo Isef Poggio Marino. Le tarantine, imponendosi per 3-5 raggiungono la Virtus Roma nell'atto conclusivo della Final Eight. Una partita stupenda, dove lo Statte ha tirato fuori tenacia, combattività e cuore. Il primo tempo vede un Real Statte che parte subito bene, come dimostrano le due conclusioni a breve raggio di Nicoletti. Esce fuori la reazione dell'Isef con il palo di Blanco, ma è un fuoco di paglia che si spegne ben presto. Compatta, organizzata e letale in avanti, la compagine di mister Marzella fa capire chi è il più forte sul parquet del Palazzetto dello sport di Cercola. Apre le danze Roberta Buonfrate sugli sviluppi di uno schema su calcio di punizione battuto da Nicoletti. Tra le file dell'Isef la Flaminio è annullata da Convertino, la Blanco è tutto fumo e niente arrosto. Il raddoppio dello Statte arriva inesorabile con la neo entrata D'Andria facile di piatto destro a tu per tu con Mascia. L'Isef comincia ad andare seriamente in panne, il Real ne approfitta e colpisce ancora, l'autrice del gol è Convertino che non perdona Mascia da distanza ravvicinata con un destro secco e basso. Ma se il 3-0 con cui si chiudono i primi venti minuti è mortificante, l'immediato 4-0 della ripresa, firmato ancora da Convertino, è devastante. Al dodicesimo si rivede finalmente l'Isef che accorcia le distanze con Blanco: l'argentina a tu per tu con Margarito stavolta non sbaglia e insacca la palla in rete. Questo gol non sfilaccia certo lo Statte, che continua a controllare agevolmente la gara. Ma l'Isef mostra gran cuore che la porta a realizzare, ancora con la Blanco, il gol del 2-4. La stessa giocatrice sudamericana mette un po' di ambasce allo Statte realizzando anche il 3-4 che galvanizza, ad un minuto dalla fine, il pubblico di casa. Ma a venti secondi dal fischio della sirena capitan D'Ippolito scrive la parola fine sulla contesa, punendo Mascia con un tocco di giustezza ravvicinata che spedisce le sue compagne in finale. Sarà di nuovo sfida con la Virtus Roma

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
L’esperta Roma si aggiudica con merito la semifinale scudetto del calcio a 5 femminile battendo il Bardolino Verona per 3 reti ad una A conclusione di una prima frazione di sofferenza per la compagine gialloblu, le veronesi a sorpresa passano in vantaggio grazie alla grande azione di Jessica Troiano che supera in dribbling la difesa romanista e trafigge Moretti con un preciso diagonale. Nella ripresa una super Brunozzi tiene a galla le veronesi fino al 5’ quando le giallorosse pareggiano con uno schema finalizzato da Storari. Suonano la carica i tifosi della capitale e le lupacchiotte pervengono al vantaggio con Tittoni autrice di una grande conclusione. La Roma allunga al 13’ con Pomposelli che batte brunozzi da distanza ravvicinata. L’ultimo sussulto gialloblu è di capitan Battistoli ma la sfera sbatte contro l’incroci odei pali e torna tra le mani del portiere romanista. Vince con merito la Roma e vola alla finalissima-scudetto. Per il Bardolino Verona rimane la finalina per il terzo e quarto posto a conclusione di una stagione comunque molto positiva per la sezione calcio a 5. Al secondo anno di impegno nel settore indoor le veronesi sono riuscite a posizionarsi tra le prime quattro formazioni in Italia, risultato mai raggiunto prima da una formazione scaligera di calcio a 5.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
CALCIO A 5 Final-Eight Scudetto: Bardolino Verona - Trilacum 3-2 Veronesi in semifinale! A Napoli il Bardolino Verona batte il Trilacum Trento e approda alla semifinale scudetto! Sorvillo (doppietta) e Zangao regalano la vittoria alle gialloblu Nella gara di apertura delle Final- Eight Scudetto del calci oa 5 femminile le ragazze del Bardolino Verona si impongono per 3 reti a 2 sulle trentine del Trilacum ed ottengono una storica qualificazione per la semifinale. Le telecamere di Sky e l’inno di Mameli fanno tremare un pò le gambe delle gialloblù che subiscono a sorpresa la rete trentina dopo appena tre minuti di gara con Meneghelli che pizzica la sfera di testa mettendo fuori causa Brunozzi. Bardolino subito all'arrembaggio con Ghigliordini che coglie l'incroci odei pali ed il portiere trentino Cretti impegnata in più occasioni. Ci pensa una super Sorvillo, premiata al termine come migliore in campo, a rovesciare il risultato con una doppietta nel giro di due minuti. La napoletana d'origine prima infila cretti in contropiede, poi la trafigge su tocco da calcio di punizione per un fallo dalla stessa subito.In apertura di ripresa la brasiliana Zangao con una conclusione da fuori precisa e potente sigla la terza rete gialloblu.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il Real Statte parte bene, Pro Reggina ko Le ragazze di coach Marzella si impongono con un secco 7-2. Decisive le doppiette di Nicoletti, D’Ippolito e i centri di D’Andria, Dipierro e Convertino. Per le amaranto doppietta di Arena. Un Real Statte sicuro, concentrato e cinico si sbarazza con un netto della Pro Reggina nella gara inaugurale della Final Eight. Approccio alla partita perfetto e ben disposte in campo, le rossoblù partono già dalle prime battute di gioco con la chiara intenzione di schiacciare le calabresi, giunte al Palazzetto dello sport di Cercola (Na) prive del capitano Violi e del portiere Trovato, entrambe impegnate per gli esami di stato. Lo Statte mette subito in cassaforte la partita con dodici minuti giocati su un livello altissimo, troppo per le amaranto che hanno potuto soltanto affidarsi alle ripartenze della sua giocatrice migliore, Pamela Presto. Due volte Nicoletti, D’Andria e D’Ippolito impongono un pesante 4-0. Nonostante le importanti defaillance, la squadra di mister Politi tenta di riportarsi in partita con un pregevole uno-due firmato da Arena. Le due marcature ravvicinate non intimoriscono certo il Real Statte che firma subito il gol della reazione con capitan D’Ippolito. Sul 5-2 si conclude il primo tempo.

Pagina 1 di 90

Si possono piazzare scommesse sportive naturalmente anche sul calcio femminile. Il sito www.i-bookmakers.it vi offre le valutazioni di tutti gli operatori importanti e molte informazioni sulle scommesse sportive

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Search