Martedì, 19 Settembre 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

dietazona parte2
Per quanto riguarda le proteine, è bene sceglierle il più possibile da carni magre o fonti proteiche a bassissimo contenuto di Omega-6. Teniamo presente anche l’esistenza di proteine di origine vegetale come i derivati della soia e del lupino. Purtroppo oggi anche le fonti di proteine animali magre provengono da allevamenti che usano come mangime il grano turco che è ricco di Omega-6. Per ovviare a questo, sarebbe utile usare almeno in parte fonti proteiche di origine vegetale.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

dietazona parte2
Come abbiamo detto in un altro articolo, le sensazioni di bruciore e fatica,sono prevalentemente da attribuire agli ioni di idrogeno rilasciati durante la combustione del Glucosio, che alzano il PH del sangue producendo queste sensazioni.
La frutta e la verdura sono fonti Alcaline e quindi la migliore fonte di Carboidrati, di Antiossidanti e di Minerali e riducono l’acidità del sangue. Bisogna quindi inserire nei pasti in Zona la maggior quantità concessa di frutta e verdura (Carboidrati a basso indice glicemico) a discapito di pasta, pane, legumi, patate, zuccheri raffinati e simili (Carboidrati ad alto indice glicemico). Come in tutte le cose è inutile essere estremisti e quindi è sempre bene non eliminare completamente nessun alimento ma solo cambiare le proporzioni

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

dieta zona cellulite
Spesso la Cellulite (che dovremmo chiamare Pannicolopatia-edemato-fibro-sclerotica o Pefs) viene considerata un semplice inestetismo e magari trattata con qualche crema o pomata. Grave errore di valutazione. La Cellulite è in realtà una alterazione delle strutture del tessuto connettivo che conferisce alla pelle un aspetto spugnoso e bucherellato‘‘a buccia d’arancia” con rigonfiamenti più o meno evidenti.
È dovuta all’ ipertrofia delle cellule adipose ma ha poco a che vedere con i concetti di obesità e magrezza. Una donna grassa può infatti non esserne colpita, mentre una donna magra può soffrirne anche in modo importante.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

dieta zona
Come abbiamo detto in un precedente articolo pubblicato su Calciodonne, il Calcio a livello professionale può essere avvicinato alle attività di Endurance, attività nelle quali è piuttosto diffuso l’uso di zuccheri ad assorbimento rapido, tipo glutamina e maltodestrine. Se questo aiuta a posticipare l’esaurimento del Glicogeno, la produzione di energia basata sul consumo del proprio Grasso corporeo evita il problema allungando significativamente i tempi di consumo di questi zuccheri, fornendo riserve di energia decisamente superiori e più redditizie, dato che 1 gr di Grasso corporeo produce quasi 8 Kcal contro le 4 di Carboidrati e Proteine assunti con l’alimentazione. E non richiede digestione essendo già presente nell’organismo.

Si possono piazzare scommesse sportive naturalmente anche sul calcio femminile. Il sito www.i-bookmakers.it vi offre le valutazioni di tutti gli operatori importanti e molte informazioni sulle scommesse sportive

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Search