Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Venerdì, 24 Novembre 2017
appstore Migastone googleplay
bari brescia empoli fiorentina juve mozzanica ravenna resroma sassuolo tava valpo verona w

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
SuperCoppa Italiana: Torino”eterno” secondo Niente da fare: sempre 11 metri separano il Torino dalla conquista di un trofeo importante. La SuperCoppa Italiana va al Bardolino, che capitalizza dal dischetto con Valentina Boni un’ingenuità in difesa della giovane genovese Elisabetta Parodi, neo acquisto estivo. Ma il Torino non ha certamente demeritato, onorando la partita con una buona prestazione, a cui è mancata solo la concretizzazione a rete. I timori di una troppo larga differenza di preparazione fisica, legata ai tempi diversi d’inizio di preparazione delle due squadre, si sono rivelati fondati, sul piano della corsa e dell’anticipo, ma all’atto pratico il Torino ha tenuto bene il campo, riuscendo anche a mettere in difficoltà in alcune occasioni le avversarie e recriminando almeno in due occasioni (fuga di Gueli con tiro parato di piede da Brunozzi sul finire del primo tempo e a metà ripresa Gangheri che si vede respingere il tiro da distanza ravvicinata, dopo una piccola mischia in area) nette. Ma anche il Bardolino ha avuto in contropiede alcune occasioni ghiottissime di chiudere la partita (errore di Gabbiadini sottomisura, poi di una troppo frettolosa Boni dal limite nella ripresa), quindi alla fine risultato sostanzialmente giusto, che premia una stagione esaltante delle veronesi, arrivate al Grande slam tricolore, a che meritano di proseguire il cammino in Europa nella Uefa Women’s Cup, la Champions al femminile, per il bene di tutto il movimento.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL BARDOLINO VERONA VINCE ANCHE LA SUPERCOPPA! IL GRANDE SLAM DEL 2007 'E SERVITO! UN RIGORE TRASFORMATO DA VALENTINA BONI PORTA IN RIVA AL LAGO DI GARDA LA TERZA SUPERCOPPA ITALIANA. IL TORO DEVE INCHIANRSI ANCORA UNA VOLTA ALLE GIALLOBLU'. Fantastico, incredibile grande slam del Bardolino Verona! Dopo aver conquistato scudetto e Coppa Italia le ragazze in maglia gialloblù si aggiudicano anche la Supercoppa italiana sconfiggendo ancora una volta il Torino costretto per l'ennesima volta ad inchianarsi al cospetto delle veronesi. Nella partitissima, disputata sul neutro dello Stadio Sada di Monza al cospetto di quasi un migliaio di spettatori, gialloblù e granata hanno sfoderato maggiormente la sciabola rispetto al fioretto, dando vita ad un incontro intenso ed equilibrato. Squadre tatticamente speculari in campo, con il tecnico granata Giancarlo Padovan che "copia" il collaudato 4-2-3-1 di Longega aggiungendo una massiccia dose di pressing e agonismo. L'avvio di gara è tuttavia del Bardolino che si rende pericoloso nel giro di due minuti con le incornate di Tuttino (salvataggio sulla linea) e Gabbiadini (alto). Il Toro risponde con la palombella di Gueli che impegna Brunozzi brava a respingere anche la successiva conclusione di Sodini, peraltro pescata in fuori gioco. in foto: Valentina Boni (foto Liborio)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Ci siamo: ecco il primo appuntamento ufficiale della stagione agonistica. Sabato 1 settembre alle ore 20, allo “Stadio Sada” di Monza (sul campo del Fiammamomnza, vincitore della passata edizione), si gioca in partita secca la SuperCoppa Italiana, tra il Bardolino, Campione d’Italia e aggiudicatosi ai rigori la Coppa Italia, e il Torino, giunto secondo in entrambe le manifestazioni vinte dalle veronesi. I favori del pronostico sono tutti per le gialloblù, che ad inizio mese hanno compiuto l’impresa di passare il primo turno della Champions femminile. Ma in partita unica il Torino ha delle chances da giocarsi, visto che l’ultimo confronto tra le due formazioni, la finale di ritorno della Coppa al campo Ruffini, ha visto le granata imporsi 3-1 nei 90’ regolamentari. Sicuramente in campo a Monza le new entry stagionali: tutta nuova quindi la difesa con Elisabetta Parodi, Daniela Tavalazzi e Cristina Cassanelli a fare reparto con la veterana Cristina Gangheri, sotto la direzione della numero 1, Rita Caravilla. A centrocampo giostreranno Tatiana Zorri, la rientrante Marta Carissimi, Pamela Gueli e Maura Bruno, l’altra rientrante Simona Sodini sarà il sostegno in attacco di Ilaria Pasqui. Ma il tecnico Giancarlo Padovan..

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
SABATO 1 SETTEMBRE ORE 20.00 PRESSO LO STADIO SADA di MONZA SI ASSEGNA LA SUPERCOPPA BARDOLINO vs TORINO, E' SUPERCOPPA! E' sempre una sfida entusiasmante e incerta quando si scontrano le due più forti compagini dell'ultimo campionato. Questa sfida però ha un gusto particolare! Parte dalla Coppa Italia vinta dal Bardolino ma che ha visto un Torino vincera la partita di ritorno pareggiando il risultato dell'andata. E' più che di una rivincita per il Torino! C'è da dire che il Bardolino esce vincente dai preliminari della Coppa Campioni con il morale alle stelle e una buona condizione atletica. Le torinesi di Mister Padovan però si stanno preparando a questo incontro con altrettanta pignoleria e determinazione. Entrambe le formazioni si sono rinnovate con nuovi acquisti di elevata caratura tecnica. Non ci resta che invitarVi tutti a Monza per assistere all'incontro e proporre in anteprima un sondaggio.. Chi vincerà la Supercoppa Italiana??? Per ascoltare la radiocronaca diretta. Clikka quì Torneo di Cordenons e Interviste pre-Supercoppa Italiana. Per vedere il video. Clikka quì

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Clamoroso: Mozzanica in A2. L’altroieri nel grazioso paese della bassa bergamasca questo era il tema più gettonato dalla gente comune. Le ragazze del presidente Luigi Sarsilli salgono alla categoria superiore unendo le forze con un’altra società bergamasca, ovvero l’Aurora Bergamo. Recentissimo l’accordo raggiunto dopo alcune settimane di trattative dove le voci si rincorrevano continuamente senza comunque trovare conferme rivolte in tal senso. Adesso è ufficiale: Mozzanica e Aurora Bergamo si uniscono "partorendo" l’Associazione Sportiva Dilettantistica A.S.D. Mozzanica, di cui Luigi Sarsilli viene eletto come presidente. L’idea di un’eventuale unione è nata proprio dal numero uno del Mozzanica, trovando successivamente concorde la presidentessa dell’Aurora Anna Maria Ratti (ora con altri incarichi alla corte Mozzanica), la quale prima di decidere ha giustamente vagliato i punti dell’accordo e dei possibili sviluppi inerenti il futuro. L’unione fa la forza, per cui questo matrimonio.. Luciano Bachetti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
il Torino si ferma a 11 metri dallo scudetto. Va a Firenze lo scudetto Primavera 2007. Questo il verdetto del campo a Gradisca d’Isonzo nella finale tricolore della categoria Under 19. Il calcio, sport bellissimo, si sa, ha le sue regole impietose e a volte non è la squadra che domina una partita a vincerla. Ed è quanto successo oggi al Torino di Roberto Panigari, che non ha saputo capitalizzare la grande mole di gioco profusa, sbagliando due rigori (con Gueli -fuori- e Cantoro -alto), vedendosi annullare due reti (Spanu riprende una corta respinta del portiere, ma al momento del tiro di Gueli era in fuorigioco; Gueli stoppa e segna ma controlla con un braccio), colpendo una traversa (con Bonansea, nessuna è pronta sulla respinta) e finendo beffata dal colpo di testa da calcio d’angolo realizzato nella prima azione della partita al 4’ del terzino avversario. Un film già visto altre volte sui campi di calcio, ma si sa, quando succede lascia un amarissimo sapore in bocca, mentre sull’altra sponda si respira l’ebbrezza della vittoria inaspettata e dunque ancora più dolce da gustare. Non servono le statistiche, con una media di oltre 5 reti a partite segnate sinora: alla resa dei conti alle fiorentine è bastato il più classico “golletto” al momento giusto per fregiarsi del titolo di Campioni d’Italia.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Campionesse d'Italia!!! Il Gioiello porta lo scudetto a Firenze. E’ quello del campionato Primavera di calcio femminile conquistato a Gradisca di Isonzo nella finale in gara secca, contro il Torino, detentore del trofeo. Le viola sono andate in vantaggio con Elena Bruno già al 15’ del primo tempo: imperioso stacco di testa su calcio d’angolo magistralmente pennellato da Alessandra Nencioni. Le emozioni si susseguivano con un gol annullato (giustamente) al Torino che cinque minuti dopo la ripresa del gioco nel secondo tempo fallivano anche un calcio di rigore, poi un secondo penalty (discutibile) e tante altre occasioni. Indescrivibile la grande festa tra le giocatrici a fine partita per un traguardo storico, ottenuto tra l’altro contro quella che è riconosciuta come una superpotenza del settore giovanile in Italia. “Siamo campioni d’Italia – ha detto il tecnico Massimo Del Bimbo a fine gara – e non ci credo ancora. Ho i brividi addosso. Le ragazze erano motivatissime, volevano fortemente questo titolo, e più che con la tecnica hanno vinto con il cuore. Se lo meritano. E' stata una sofferenza. Ma ora siamo felici. Ci hanno attaccato, ci hanno pressato. Ci siamo chiuse a difendere il risultato senza tralasciare di produrci più volte pericolosamente in contropiede. Le ragazze sono state fantastiche. Non ne potevano più, hanno dato tutto e hanno portato a casa il primo scudetto nella storia del Firenze. Sono state grandi”. Si corona così una stagione fantastica per la società del presidente Luciano Bagni, che al primo anno di serie A dopo 13 anni ha conseguito la salvezza. foto fdl71.it

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
GRANDE GARA DELLE FIAMMETTE, TORINO A TRATTI MESSO ALLE CORDE, ALLA FINE E’ PAREGGIO MONZA –.La Fiammamonza prova l’impresa di ribaltare lo 0 a 3 subìto a Torino nella gara di andata, non ce la fa ma esce fra gli applausi dello stadio Sada per la grande prestazione che ha messo in seria difficoltà le campionesse d’Italia in carica. Partenza brillante delle biancorosse che con Russo spingono sulla destra creando un pericolo prima e poi una palla gol per la testa di Palmieri che non inquadra la porta. Il Torino si scuote dallo scampato pericolo e lentamente si ritrova ma le brianzole sono concentrate ed attente ed al 32’ passano in vantaggio grazie ad una pregevole serpentina di Sansonetti. La Fiamma c’è, lotta su tutti i palloni e regge botta con le avversarie sulla carta superiori se non altro per la presenza delle eccellenti Bruno , Gueli e Pisano. Il toro è superiore a centrocampo ma Turano non può stare con le mani in mano perchè viene impegnata più volte. Le biancorosse cambiano assetto tattico per provare l’impossibile e si schierano più offensive ma proprio Gueli, con la Fiamma che comincia a credere in una clamorosa rimonta, trova l’assolo che vale il pareggio. In foto: Sara Candi alla sua ultima partita in Primavera

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
PRIMAVERA IN FINALE, BARRECA IN NAZIONALE Sembra una rima ma non è. La società festeggia due grandi traguardi raggiunti. La qualificazione in finale della squadra Primavera e la prima convocazione in azzurro nella nazionale Magggiore per Alessandra Barreca (nella foto). La formazione Primavera del Gioiello è in finale del campionato Primavera e si giocherà lo scudetto sabato prossimo. Ieri nel ritorno in Friuli contro il Tavagnacco, dopo che l’andata era finita con la vittoria viola per 3-1, ha pareggiato per 1-1, praticamente non correndo mai rischi. Il gol iniziale è stato infatti delle viola con una punizione di Serena Patu nel primo tempo. Solo nel recupero del secondo tempo il gol del pareggio delle friulane. Sabato, quindi, alle 18.30 a Gradisca di Isonzo in provincia di Gorizia (con la presenza delle telecamere di RaiSat) ci sarà la finale in partita secca che vale lo scudetto.

Pagina 1 di 70

Si possono piazzare scommesse sportive naturalmente anche sul calcio femminile. Il sito www.i-bookmakers.it vi offre le valutazioni di tutti gli operatori importanti e molte informazioni sulle scommesse sportive

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Search