Sabato, 28 Maggio 2022
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Il Brescia cade a Ravenna, il Como ringrazia le romagnole e si porta a -1

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Biancoblu rimontate nella ripresa: in gol Luana Merli. Inseguitrici a -1 a tre partite dalla fine. Garavaglia: «Sapremo reagire, da vere Leonesse»
SAN ZACCARIA, 1 MAGGIO 2022 - Al "Massimo Soprani" di San Zaccaria cade l'imbattibilità del Brescia Calcio Femminile che persisteva da 15 giornate (12 vittorie, 3 pareggi): nel recupero della prima giornata di ritorno del campionato di Serie B femminile le Leonesse escono sconfitte in rimonta per 2-1 sul campo del Ravenna.



In gol con Luana Merli a metà primo tempo, nella seconda frazione di gioco arrivano i gol di Burbassi e Barbaresi a regalare tre punti d'oro per le romagnole in chiave salvezza.

LA GARA - Mister Elio Garavaglia deve fare a meno di Jenny Hjohlman e Camilla Tengattini infortunate e schiera il Brescia con il 4-3-3: Lonni in porta; Viscardi, Perin, Barcella e Galbiati in difesa; Ghisi, Magri e Cristina Merli a centrocampo; Brayda, Luana Merli e Porcarelli in attacco. Arbitra il signor Pistarelli di Fermo.

Il primo tempo è divertente, si gioca ad alti ritmi e le occasioni da gol fioccano da entrambe le parti: al 9' Ravenna pericoloso con un lancio per Burbassi ma è ottima la chiusura di Perin; sul ribaltamento di fronte ci prova Luana Merli ma il suo tiro a girare è alto. Al 12' ancora padrone di casa insidiose: Cimatti lancia per Burbassi che cerca il pallonetto di testa ma è fantastica la parata di Lonni che alza in corner. Al 14' risponde il Brescia con l'azione di sfondamento di Porcarelli: assist per Ghisi che mette in mezzo per l'accorrente Cristina Merli, contrastata al momento del tiro da Capucci. Al 22' il vantaggio delle Leonesse: perfetto il cross di Porcarelli per la testa di Luana Merli che a centro area insacca. Gol numero 13 in campionato per lei. Al 31' occasione Brescia con il recupero palla alto di Brayda che poi prova la conclusione da posizione defilata, respinta da Serafino. Il Ravenna non ci sta e al 34' va vicino al pari: lancio di Barbaresi per Benedetti, ma Lonni in uscita si oppone; sul rimbalzo arriva Burbassi che calcia dal limite, ma ancora Lonni è pronta a respingere. Al 40' errore di Perin in uscita: ne approfitta Burbassi che ruba il pallone e prova la conclusione, ma la stessa Perin recupera e devia il tiro. Al 42' tiro dalla distanza di Magri, pallone fuori di poco. Il primo tempo si chiude con il tiro sul primo palo di Porcarelli al 44', ma Serafino è attenta e mette in corner.

La ripresa si apre subito col pareggio delle padrone di casa: al 7' Burbassi trafigge Lonni in uscita dopo essere scattata in profondità sul filo del fuorigioco. La risposta del Brescia arriva al 17' con il tiro dal limite di Magri, alto. Al 24' ci prova in acrobazia Brayda ma il pallone è largo. Al 27' ancora Magri protagonista con una punizione dalla distanza ma la sua conclusione è alta di poco. Al 34' il vantaggio del Ravenna: Barbaresi da posizione defilata trova direttamente da calcio di punizione l'angolino basso, Lonni tocca ma non riesce a salvare la porta. Il Brescia accusa il colpo e tra stanchezza e nervosismo non riesce a rendersi pericoloso fino al 51' quando Luana Merli prova a calciare in diagonale ma non trova lo specchio della porta.

Finisce così, con la prima sconfitta del 2022 (ultimo ko a Tavagnacco, il 7 novembre scorso) che però non scalza le Leonesse dalla testa della classifica: prossimo impegno domenica 8 maggio in casa contro il Cortefranca.

LE INTERVISTE - «Sapevamo che il Ravenna aveva questa caratteristiche - le parole al termine del match di mister Elio Garavaglia -. Sono tutte giocatrici molto aggressive e logicamente lottano con queste armi, giocando in verticale sulle punte molto veloci. Abbiamo giocato su un campo che per loro era forse ideale: stretto con il fondo che non era il massimo. Ma non sono giustificazioni. Se le partite si valutano sulle palle gol noi ne abbiamo avute più di loro, probabilmente loro le hanno sfruttate meglio, hanno sfruttato i nostri errori, perché noi abbiamo fatto degli errori che se vogliamo mantenere questo rendimento dobbiamo evitare
assolutamente. Non bisogna comunque dire nulla alle ragazze, perché ci sta a questo punto della stagione perdere una partita a Ravenna. Può darsi che questo risultato faccia scattare nelle ragazze quell’entusiasmo e quella sana rivalità agonistica che possa poi dopo sbloccarle. Sono ragazze serie, che si impegnano e che tireranno fuori il meglio di loro da qui in avanti».

Sapevamo dall’inizio che sarebbe stata una partita difficile - il commento di Chiara Barcella - come ormai lo sono tutte. Mancano poche partite e ce la giochiamo sempre a viso aperto. Questo è sempre stato un campo difficile e lo è stato anche oggi. Siamo riuscite a passare in vantaggio e non posso dire che ci siamo accontentate perché abbiamo continuato a giocare. Abbiamo subìto gol su degli episodi in fase difensiva ma ce la siamo sempre giocata: purtroppo oggi usciamo di qui non contente. Però, come dico sempre, ogni cosa brutta fa ripartire dall’inizio. Secondo me abbiamo tutte le possibilità per continuare a cercare quello che
stiamo inseguendo. Sicuramente ci servirà da lezione e ci servirà per rialzarci. Questa squadra ha un carattere e una grinta enormi. Oggi è successo, ce ne assumiamo la responsabilità, ma non è
finito niente».

Nonostante una classifica complicata il Ravenna ha dimostrato più volte in questo campionato di essere un’ottima squadra - l'analisi di Serena Magri - e anche oggi lo ha dimostrato. Oggi ci abbiamo provato in tutti i modi a ribaltare il risultato ma il calcio è anche questo e sfortunatamente non ci siamo riuscite. Non so dire precisamente cosa sia successo nel secondo tempo, che in genere è il nostro forte, però come ho detto il calcio è questo: una volta gira bene, un’altra gira male. Noi e io personalmente posso dire di aver messo tutto e penso anche tutte le mie compagne. Abbiamo messo tutto quello che avevamo dentro di noi e lo faremo da qui in
avanti continuando sempre su questa strada. Naturalmente non è bello perdere una partita in questa fase del campionato, ma abbiamo l’opportunità di rifarci già domenica prossima e ci riproveremo con tutte le forze».

RAVENNA - BRESCIA 2 - 1
Reti pt 22’ Merli Luana; st 7’ Burbassi, 34’ Barbaresi

Ravenna Serafino, Greppi, Barbaresi, Cimatti (22’ st Gianesin), Burbassi, Crespi (49’ st Raggi), Ligi (38’ st Distefano), Capucci, Morucci, Giovagnoli, Benedetti. (Vicenzi, Tanzini, Poli, Priviero, Baruffaldi).
Allenatore Ricci

Brescia Lonni, Viscardi, Barcella (16’ st Asta), Perin, Galbiati, Ghisi, Magri, Merli Cristina (33’ st Pasquali), Brayda, Merli Luana, Porcarelli (16’ st Farina). (Ballabio, Maroni, Bianchi, Angoli).
Allenatore Garavaglia
Arbitro Pistarelli di Fermo; Assistenti Cerrato di San Donà di Piave e Sbardella di Belluno

Ammonite nessuna
Note Centro Sportivo “M.Soprani” di San Zaccaria. Calci d’angolo 3-7. Recupero pt 2’, st 6’.

Author: RedazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Cosa sono le proteine?

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.