Lunedì, 14 Ottobre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Uefa Best Women's Player in Europe: Hegerberg, Henry, Marozsán: chi vincerà?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


uefa trefinaliste16
Oggi un'atleta tra Ada Hegerberg, Amandine Henry e Dzsenifer Marozsán vincerà il premio UEFA Best Women's Player in Europe 2015/16. UEFA.com

Il nostro curatore per il calcio femminile, Paul Saffer, traccia il profilo delle tre.

Ada Hegerberg (attaccante, Lyon/NOR)
Età: 21
Presenze in nazionale: 51
Piazzamento nel 2015: –
Piazzamento nel 2014: –
Piazzamento nel 2013: –
Il suo cammino
Ha esordito a 15 anni nella massima serie norvegese e ha giocato da protagonista la UEFA Women's EURO 2013. Nella passata stagione ha vinto il triplete col Lyon segnando 54 gol in 34 partite, e si è aggiudicata la classifica marcatori della UEFA Women's Champions League con 13 reti (di cui uno nella finale contro il Wolfsburg).



A gennaio è diventata la prima donna in 20 anni a vincere il Pallone d'Oro norvegese come miglior calciatore. In nazionale ad appena 21 anni ha oltre 50 presenze (e 30 gol) e ha segnato sei gol in altrettante partite di qualificazione a UEFA Women's EURO 2017.

 

Amandine Henry (centrocampista, Lyon/Portland Thorns/FRA)
Età: 26
Presenze in nazionale: 55
Piazzamento nel 2015: 2
Piazzamento nel 2014: –
Piazzamento nel 2013: –

Il suo cammino
Vice campione nella Coppa del Mondo femminile FIFA 2015, Henry è stata fondamentale quanto Hegerberg nella stagione perfetta del Lyon nonostante alcuni infortuni. Pilastro del centrocampo del Lyon, è stata decisiva nel rush finale della squadra.

Non si è fermata nemmeno in estate dato che al termine della stagione regolamentare si è trasferita negli Stati Uniti al Portland Thorns e ha giocato ad agosto con la Francia alle Olimpiadi.

 

Dzsenifer Marozsán (centrocampista, FFC Frankfurt/Lyon/GER)
Età: 23
Presenze in nazionale: 66
Piazzamento nel 2015: 3
Piazzamento nel 2014: –
Piazzamento nel 2013: –

Il suo cammino
Quando sono state ufficializzate le tre finaliste, Marozsán sembrava destinata al terzo posto dato la deludente stagione del Frankfurt. In estate però è arrivata la svolta con il passaggio al Lyon, ma soprattutto con la vittoria della medaglia d'oro alle Olimpiadi con la Germania.

Nella finale della scorsa settimana la Germania ha infatti affrontato un'ostica Svezia, e si è imposta per 2-1 grazie ai due gol su calcio di punizione di Marozsán, confermando così il valore della calciatrice nativa di Budapest nei palcoscenici più importanti (vincitrice in carriera in UEFA Women's EURO, Coppa del Mondo femminile FIFA U17, U20 e UEFA Women's Champions League).

Author: redazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan di proprietà di Pettinati Editore.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!