Venerdì, 13 Dicembre 2019
iten

San Marino Academy quasi perfetta, la Grifo si salva nel finale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


È una San Marino Academy intensa e concentrata, quella che accoglie la Grifo Perugia nel big match dell’ottava giornata di Serie C – Girone C allo Stadio di Acquaviva. Le umbre salgono in Repubblica senza sconfitte al passivo, appaiate in vetta proprio alle biancoazzurre che – da parte loro – hanno giocato un incontro in più in questo scorcio di stagione.

 

Ci sono assenze importanti in casa Academy, che lancia Mimma Fazio tra i pali dal primo minuto: l’ex estremo difensore del Catania debutta così sul Titano, lei che può vantare un passato da grande protagonista a livello nazionale italiano. Nel primo quarto d’ora, di fatto, non deve sporcare nemmeno i guanti: ottima la prestazione a tutto campo delle ragazze di Conte – squalificato per proteste settimana scorsa e sostituito in panchina da Milzoni -. In campo manca anche Montalti, sostituita al centro della difesa da Piazza che ha lasciato la fascia mancina a Piergallini – decisiva nell’1-1 interno col Pontedera appena sette giorni or sono –; complessivamente si registrano anche le defezioni di Nicolini e Prenga, quest’ultima per infortunio.



Il positivo avvio – fronte San Marino Academy – si sostanzia in un paio di buone opportunità costruite nei primi cinque minuti: al 4’ lo scambio tra Baldini e Barbieri porta l’ex San Zaccaria a sfondare sulla corsia di competenza, finanche a fino campo da dove – dopo aver stretto la posizione – lascia partire un mancino che Bayol in qualche modo riesce a respingere. Poco più di 60’’ più tardi è Barbieri, con un’ostinata azione al limite dell’area, a liberarsi alla conclusione dai sedici metri trovando la provvidenziale respinta dell’estremo difensore umbro – determinante nel mantenere il punteggio in parità –. Così sarebbe stato per altri dieci minuti: il tempo necessario a Baldini per guadagnare un discusso calcio di rigore che Stabile assegna sul contatto tra la bomber biancoazzurra e Monetini: dal dischetto la stessa Baldini sceglie la soluzione diagonale, imparabile per Bayol.

Il portiere ospite è però grande protagonista della sfida, nonché probabilmente la migliore in campo – quantomeno nella prima mezz’ora di gioco -: proprio allo scoccare del 35’ Bayol effettua il terzo miracolo di giornata, negando a Barbieri il raddoppio con un agile tuffo sulla sua destra.

Nel finale di frazione si fa vedere anche la Grifo, che al 29’ non aveva sfruttato con Ceccarelli un pallone vagante al limite dell’area. Situazione molto simile, seppur di qualche metro più vicino al bersaglio grosso, quella che vede Brozzetti calciare alto al 42’. Una manciata di secondi prima dell’intervallo la panchina ospite reclama un rigore per presunto tocco di mano in area sammarinese, ma Stabile lascia proseguire.

La preventivabile aggressione umbra nella ripresa prende corpo fin da primissimi minuti del secondo tempo, con le ragazze di Peverini ad alzare notevolmente il proprio baricentro. Ciononostante la difesa sammarinese concede pochissimo, risultando anzi la San Marino Academy la formazione più pericolosa in zona goal. Così al 53’ con Barbieri, che alimenta l’attacco di casa proponendo da terra un assist al bacio per Lanotte – murata nella sua conclusione a botta sicura e da breve distanza –.
La fantasista romagnola ci prova anche in acrobazia poco dopo, sfiorando il raddoppio in bello stile. Le biancoazzurre insistono e vanno vicine al 2-0 in un paio di situazioni con Barbieri che ci prova dal limite dell’area con entrambi i piedi, ma senza fortuna. In una ripresa tutto sommata in controllo, la San Marino Academy subisce il pareggio ospite all’85’: le biancoazzurre sfondano sulla corsia di sinistra, poi il traversone di Serluca attraversa tutta l’area di rigore prima di arrivare sul destro di Bylykbashi che non perdona, battendo Mimma Fazio sul primo palo.

A nulla serve l’assalto finale delle ragazze di Conte, cui non bastano stavolta nemmeno il corposo recupero concesso da Stabile: la sfida tra capolista termina in parità, testimoniando però l’ottimo stato di salute della San Marino Academy, nemmeno troppo fortunata nella gestione di una partita a lungo comandata. Ciniche al punto giusto le perugine di Peverini, che tornano da San Marino con la possibilità intatta di ritrovarsi da sole al comando dopo il recupero col Real Bellante – prossimo avversario della San Marino Academy, nel turno prenatalizio –.

 

Serie C – Girone C | San Marino Academy – Grifo Perugia 1-1

SAN MARINO ACADEMY [4-3-3]
Fazio; Micciarelli, Venturini, Piazza, Piergallini; Deidda, Costantini, Rigaglia; Baldini (dal 90’ Menin), Barbieri, Lanotte (dal 79’ Rossi)
A disposizione: Paganelli, Innocenti, Pozzi, Cascapera, Casali, Bianchi, Cecchini
Allenatore: Alessandro Milzoni (Alain Conte squalificato)

GRIFO PERUGIA [4-2-3-1]
Bayol; Zelli (dall’82’ Bylykbashi), Ferretti, Marchesi, Monetini; Brozzetti (dall’86’ Timo), C. Fiorucci; Ceccarelli, Verdi, Tuteri (dal 71’ Serluca); G. Fiorucci
A disposizione: Marroccoli, Petrarca, Franciosa, Sulpizi, Rosmini, Alessi
Allenatore: Vania Peverini

Arbitro: Mauro Stabile di Padova
Assistenti Mattia Zannoni ed Emanuele Razzani di Cesena
Marcatori: 17’ rig. Baldini, 85’ Bylykbashi
Ammoniti: Monetini, Marchesi, Zelli, Piergallini

 

FSGC | Press Office

Author: AdminEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!

Please publish modules in offcanvas position.