Venerdì, 27 Novembre 2020
iten

Il Napoli Carpisa Yamamay batte la Ludos Palermo e respira aria di play off

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Nella terzultima giornata del girone D di C, nel big-match tra Napoli Carpisa Yamamay e Ludos Palermo, alla fine, la spuntano le partenopee per 2-1 con una vittoria che dà quasi la matematica vittoria del girone, in virtù del sei punti di vantaggio sulla seconda, ovvero il Grifone Giallo verde. Un minuto di silenzio per ricordare le vittime del terremoto dell'Aquila, a dieci anni dal disastro che ha colpito la popolazione abruzzese. 



Le siciliane sono ampiamente rimaneggiate, mentre le locali al completo. E’ un Napoli come sempre arrembante sin dalla primissime battute, ed al 6’, si potrebbe già esultare ma il direttore di gara annulla la rete per off-side di testa di Schioppo, su piazzato di Kubassova. Al 19’, sempre capitan Schioppo va vicinissima al vantaggio ma la smanacciata della numero uno Campanella spedisce la sfera all’incrocio, scheggiando quest’ultimo e strozzando l’urlo di gioia del buon pubblico presente sugli spalti.
Dopo 2’, è ancora Napoli-show con l’uno-due tra De Paula e Tammik che non finalizza lo scambio con la compagna di reparto. Alla mezz’ora, la brasiliana De Paula non trova la via del gol, in quanto, nel tirare, non è brava ad angolare la sfera.
Al 32’, nuova punizione per le padrone di casa e del campo con Kubassova (tra le migliori) per l’incornata della connazionale estone Tammik per un nulla di fatto. Ma al 35’, giunge il meritato vantaggio azzurro: la numero otto Kubassova calibra per la testa del difensore Caiazzo con quest’ultima che anticipa l’intervento dell’estremo difensore ospite ed inzucca per l’1-0 che chiude la prima frazione di gioco.

La ripresa è di marca azzurra con il Palermo che non riesce a spezzare il gioco dell’undici di mister Marino.
Al 5’, è ancora Tammik a provare la conclusione. Al 13’, Campanella rovina su Sibilio nell’area di propria competenza, con l’arbitro che decreta il penalty: dagli undici metri è la stessa Sara Sibilio che calcia ma debolmente e centrale, consentendo a Campanella di evitare la seconda marcatura.
Al 26’, c’è il raddoppio del Napoli con la siciliana Risina che con uno scavino batte Campanella, dopo l’assist di Tammik sempre presente in ogni azione: è 2-0.
Dopo 1’, timida azione personale di Bassano, ma c’è la grande risposta di Del Pizzo in un intervento prodigioso. Al 44’, Bannikova atterra Bassano e La Mattina dagli undici metri accorcia le distanze con un tiro nel sette, dove nulla può Del Pizzo (2-1).

Prossimo impegno per le azzurre, la sfida col Sant’Egidio, rivelazione del girone.

Maurizio Stabile

Maurizio Stabile
Author: Maurizio StabileEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile Sud Italia
Giornalista

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Please publish modules in offcanvas position.