Venerdì, 24 Maggio 2024
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Il Città di Capena chiede sicurezza per andare avanti

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Città di Capena comunica di appoggiare totalmente le parole e il pensiero del proprio tecnico Roberto Chiesa e chiede ufficialmente e fermamente di garantire la sicurezza sui campi di Serie A Femminile tramite ponderate e nuove scelte sul vecchio protocollo. Se si deve andare avanti lo si deve fare in sicurezza. Se quest’ultima non verrà garantita, il Città di Capena non potrà e vorrà proseguire la propria attività con squadre proveniente da zone rosse o arancioni.

 

Il sistema del monitoraggio dei test tramite autocertificazione previsto dal protocollo è una forma di sicurezza che in questo momento non garantisce la salute dei propri tesserati. Per tanto o si trova una soluzione reale ed efficace per garantire settimanalmente il controllo di tutti i tesserati di tutte le squadre in modo gratuito oppure non si può proseguire.

 

La Divisione Calcio Femminile ha già affrontato il problema e condividiamo la scelta della LND (Comunicato n. 29 del 5/11/2020) di non giocare gare (recuperi) che coinvolgano squadre di zone rosse e zone arancione. O la sicurezza sulla salute o non si gioca. Il messaggio è questo, forte e chiaro.

Allo stesso tempo comunichiamo che la Società avrà un incontro con Mister Chiesa per parlare e chiarire la situazione attuale perché per la nostra realtà prima vengono le persone e poi l’attività agonistica.

La Società Città di Capena

Ufficio Stampa

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.