Mercoledì, 08 Febbraio 2023
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Brescia sconfitto dalla Ternana in una gara equilibrata

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Giornata "no" per le Leonesse: su un campo ai limiti della praticabilità si infortunano al ginocchio Luana Merli e Fracaros. Seleman: «Non abbiamo fatto come nostro solito, ma la nostra rincorsa continua»
Si interrompe sul brutto terreno di gioco del "Moreno Gubbiotti" di Narni, casa della Ternana, la striscia di quattro vittorie consecutive del Brescia: nella 14a di Serie B femminile si impongono le padrone di casa per 3-0 al termine di una gara brutta e confusa nella quale le padrone di casa sono state abili a sfruttare le opportunità create.



Mister Ashraf Seleman schiera la stessa formazione che sette giorni fa ha rifilato altrettanti gol al Tavagnacco: in porta c'è Lugli; difesa composta da Ripamonti, Galbiati e Perin; Hjohlman, Ghisi, Cristina Merli, Magri e Fracaros a centrocampo; Brayda e Luana Merli in attacco. Arbitra Dorillo di Torino.

Le pessime condizioni del terreno di gioco impediscono ad entrambe le squadre di manovrare con precisione, e così anche infilare tre passaggi di fila è impresa impossibile. Al 7' ci prova Brayda da posizione defilata, para Ghioc. Al 15' tiro di Vigliucci dal lato corto dell'area, para Lugli sul primo palo. Al 20' infortunio al ginocchio per Luana Merli su un intervento di Fusar Poli: l'attaccante delle Leonesse è portata fuori dal campo in barella. Al suo posto entra Fracas che al 23' costruisce in proprio l'occasione più limpida da gol per il Brescia in tutto il match, con una conclusione dalla lunga distanza che supera Ghioc ma si stampa sulla traversa. Al 25' il vantaggio della Ternana: segna Lombardo che appoggia a porta vuota approfittando di un'incomprensione tra Lugli in uscita e Galbiati. Al 42' il raddoppio delle padrone di casa: segna Massimino con un colpo di testa a fil di palo su una punizione battuta dalla trequarti.

Se il primo tempo è stato avaro di emozioni a parte i gol, la ripresa è ancora più confusionaria: tantissimi gli errori di misura nei passaggi, con entrambe le squadre che si fronteggiano costantemente a centrocampo recuperando i palloni persi dall'avversaria. Al 13' Brescia pericoloso con la discesa di Fracaros sulla sinistra e tiro-cross sul primo palo: Ghioc è attenta e si rifugia in corner. Poco dopo anche l'esterno delle Leonesse accuserà un problema al ginocchio e sarà costretta ad uscire: al suo posto Viscardi. Entreranno anche Pasquali per Perin, Bianchi per Magri, Farina per Cristina Merli. Si arriva così stancamente al finale con la Ternana che mette a segno il terzo gol con Massimino che insacca di testa da corner. Nel recupero, al 47', ci prova capitan Brayda ma senza fortuna.

Finisce così, con una sconfitta forse troppo pesante nel risultato rispetto a quanto visto in campo: domenica prossima, alle 17.30, le Leonesse torneranno a giocare in casa ospitando il Trento.

«Il calcio è anche questo purtroppo - il commento di mister Ashraf Seleman - con la Ternana che è stata fortunata a trovare il vantaggio su un errore nostro poi è stata abile a gestirla e chiuderla». Brescia poco pericoloso: «Non abbiamo fatto come nostro solito, forse abbiamo pagato a livello emotivo l'infortunio a Luana Merli, sperando che non sia nulla di grave. Abbiamo perso qualche riferimento in avanti. Sicuramente dobbiamo migliorare in questo, perché può capitare di avere delle defezioni, e noi essere in grado di sopperirvi». Interrotta la striscia di quattro vittorie di fila: «Siamo in rincorsa, dobbiamo continuare a correre. Oggi abbiamo perso, potevamo accorciare in classifica ma non è successo nulla. Non prendiamo punti in una gara in una partita equilibrata. Dobbiamo continuare a fare il nostro percorso settimana per settimana».

«Secondo me siamo state troppo basse in campo - l'analisi di Jenny Hjohlman -. Non so se per timore, ma non abbiamo avuto il solito atteggiamento, soprattutto nel primo tempo. Poi nel secondo tempo abbiamo fatto un po' meglio, ma non abbastanza». Sconfitta forse troppo pesante nel punteggio: «Sì, questo sì. Però dobbiamo continuare a lavorare ogni settimana, non abbiamo scelta. Una giornata storta non può vanificare quanto di buono abbiamo fatto in quest'ultimo periodo, quindi continuiamo a lavorare».

«Partita giocata sul fisico e sulla cattiveria - le parole di Chiara Ripamonti -. Sapevamo che sarebbe stata così ed eravamo pronte a questo. La differenza l'hanno fatta le poche occasioni concretizzate da una squadra e dall'altra no. I gol sono arrivati da palla inattiva a parte il primo che gliel'abbiamo regalato, quindi questo è un po' il riassunto della giornata». Cosa non ha funzionato? «Difficile dirlo così a caldo, però forse il fatto di trovare pochi spazi non ci ha permesso di portare la partita dalla nostra parte, costringendoci ad una gara "sporca"».

Ternana-Brescia 3-0
Reti pt 25’ Lombardo, 42’ Massimino; st 42’ Pacioni

Ternana Ghioc, Pacioni, Di Criscio, Lombardo (43’ st Imprezzabile), Corazzi (15’ st Capitanelli), Spyridonidou (24’ st Salvatori Rinaldi), Labate, Vigliucci, Tarantino (43’ st Pontes Mateus), Massimino, Fusar Poli. (Sacco, De Bona, Labianca, Aldini, Santoro) Allenatore Melillo

Brescia Lugli, Ripamonti, Galbiati, Perin (22’ st Pasquali), Hjohlman, Ghisi, Merli Cristina (31’ st Farina), Magri (31’ st Bianchi), Fracaros (22’ st Viscardi), Brayda, Merli Luana (21’ pt Fracas). (Ferrari, Barcella, Bortolin, Pedrini). Allenatore Seleman

Arbitro Nicolò Dorillo (Torino)
Assistente 1 Matteo di Berardino (Teramo)
Assistente 2 Matteo D’Orazio (Teramo)

Ammonite Perin, Bianchi
Note Stadio Moreno Gubbiotti di Narni. Calci d’angolo 2-3. Recupero pt 3’, st 5’.

Author: RedazioneEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.