Domenica, 27 Settembre 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Classifica Marcatori

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


E' stata la domenica del risveglio per i bomber, hanno segnato tutte le prime in classifica ma come al solito a fare la voce grossa è Nembrini. L'attaccante del Mozzanica sigla una tripletta e si può considerare capocannoniere del girone. Al secondo posto sale Pappalardo firmando una doppietta che permette al Bogliasco di rimanere in corsa per la salvezza. Subito dietro, appaiate al terzo posto a quota 15, ci sono Calà e Villivà entrambe in gol nella partita Juventus - Multedo. Ad inseguirle Previtali del Brescia in gol nel pareggio contro il Fossano che vale quasi la promozione in A2. Per il resto da segnalare le marcature multiple di Angelini e Belloni. L'attaccante della Sarzanese firma tutte e tre le reti che permettono di battere l'Alghero e continuare a sperare nella salvezza; mentre Belloni firma una doppietta che permette alla Levante di archiviare la pratica Spezia. Classifica: 23 reti: Nembrini(Mozzanica) 16 reti: Pappalardo(Bogliasco) 15 reti: Calà(Juventus), Villivà(Multedo) 13 reti: Previtali(Brescia) 12 reti: Gritti(Brescia) 11 reti: Xaxhiaj(Franciacorta), Allena(Juventus) 10 reti: Aresu e Baccaro(Quart), Angelini(Sarzanese) 9 reti: Sacco(Levante) 8 reti: Busi(Brescia), Deiana(Alghero), Boniface(Quart) 7 reti: Uras(Alghero), Marcolin(Brescia), Boggero e Profumo(Multedo) 5 reti: Luciano(Fossano), Gallo(Juventus), Mammana, Bianchessi e Pasinetti(Mozzanica), Picco(Sarzanese) 4 reti: 13 giocatrici 3 reti: 13 giocatrici 2 reti: 18 giocatrici 1 rete: 36 giocatrici Autoreti: 6
Author: AdminEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.