Giovedì, 14 Novembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Al Campo Maggiore l'ACD Almé cala il poker

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 


 

MONTORFANO-ACD ALME’-0-4

Reti: Anesa su rigore al 37’ p.t.; Lobello al 10’ e Anesa al 17’ e al 20’ s.t.

Montorfano: FAVA, RECENTI, PIETTA, VALTULINI, MINGARDI, NEGRETTI, VERZELLETTI, MAFFEZZONI (dal 20’ p.t. SCALVINI, dal 28’ s.t. CIPPINI), LUSOLI (dal 15’ s.t. BELOTTI), SERLINI, POLONINI (dal 33’ s.t. DRERA). All. Giovanni Corioni. A disposizione: Abeni.

ACD Almè: BUGADA, SALVINI, UBIALI (dal 18’ s.t. ZUCCHETTI), BENAGLIA, ARZUFFI, SALVETTI, LOCATELLI (dal 22’ s.t. BUSI TURRANI), LOBELLO, ANESA, GHERARDI, CIANCITTO (dal 38’ s.t. BRIGNOLI). All. Giovanni Losa. A disposizione: Noris, Mandelli e Cozzolini.

Arbitro: Sig.ra Katiusha Pilloni di Chiari.

Note: Giornata di sole, campo in erba artificiale. Presenti circa 50 spettatori. Recupero: 0’+3’.

 

Il Montorfano cade anche tra le mura amiche per mano dell’ACD Almè. Gara equilibrata per lunghi tratti nella prima frazione, ma come in quel di Sant’Eufemia le franciacortine si complicano maledettamente la vita da sole e concedono alle avversarie il penalty che sblocca la gara e la mette in discesa per le bergamasche.

Mister Corioni deve fare i conti con le assenze di capitan Gandossi squalificata e Spinoni, e dopo un quarto d’ora un’altra tegola cade sulla sua testa, quando dolorante anche Maffezzoni deve abbandonare il campo.  Senza la sua cabina di regia per le franciacortine si fa tutto più difficile, ma ciò nonostante le locali tengono bene il campo e si fanno vedere più volte nella metà campo avversaria. L’occasione migliore capita al 28’ sui piedi di Lusoli, il cui destro è bloccato in tuffo da Bugada.  Fava dall’altra parte è chiamata al 33’ a disinnescare la percussione di Ubiali, mentre Arzuffi gode di troppa libertà sulla sinistra, ma non ne approfitta mai. Al 37’ la svolta: Valtulini svirgola in piena area, la palla le carambola sul braccio e la signora Pilloni di Chiari non può esimersi dall’indicare il dischetto. Dagli undici metri va Anesa, Fava intuisce, ma il pallone termina nell’angolo basso alla destra del portiere locale.

La rete subita si rivela una doccia fredda che le franciacortine non riescono a scrollarsi di dosso. Nella ripresa i primi venti minuti sono un monologo delle ospiti che con troppa facilità dilagano e chiudono la contesa. Al 10’ Lobello riceve in area in posizione dubbia, Fava cerca di uscire alla kamikaze, ma il destro della n. 8 in maglia gialla è preciso e le finisce alle spalle. Al 17’ in fotocopia è Anesa ad essere servita nei sedici metri locali, l’attaccante bergamasca dribbla l’incolpevole n. 1 bresciana e deposita in rete. Ed è sempre lei a realizzare il poker con un fendente dal limite soltanto tre minuti più tardi, facendo così calare anzitempo il sipario sulla sfida. Mister Corioni cerca di spronare le sue e se non altro gli ingressi di Belotti e Cippini sembrano sortire l’effetto sperato, con l’attacco locale che acquista più verve. E’ sempre Fava però quella che tra i due portieri deve fare lo straordinario, ipnotizzando per due volte Lobello, lanciata a rete con estrema facilità. Risultato finale pesante per le locali che devono rimandare ancora la conquista dei primi punti in questo campionato.

franzbaresi
Author: franzbaresiEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!