Lunedì, 24 Febbraio 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie A news 2015-16

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

merati mario

 

La gioia in campo e sugli spalti oggi è stata GRANDE dopo il fischio finale, come GRANDE e più che meritato è stato il secondo scudetto delle rondinelle del Brescia, vinto grazie alla forza e soprattutto alla determinazione di tutte le ragazze, sospinte da un’allenatrice che nei momenti di difficoltà è riuscita a compattare il gruppo e portare la squadra in testa alla classifica sino alla fine.
Un campionato quello che oggi è terminato molto bello, con quattro squadre in lotta per il primato sino a poche settimane fa. Una accesa lotta vinta dalla squadra con la rosa di giocatrici più completa, con un’ ottima organizzazione di gioco e che alle spalle ha una Società ben organizzata, un caparbio Presidente e degli ottimi dirigenti. Un mix vincente quello del Brescia, senza il quale non si possono raggiungere certi obiettivi e in questo contesto devo necessariamente ricordare anche il raggiungimento dei quarti di finale di Champions, unica squadra italiana di calcio che ha raggiunto quest’anno questo traguardo!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Anche quest'anno è stato il primo sole incandescente della Romagna il palcoscenico dello scudetto della Serie A femminile. Dopo il Massimo Soprani di San Zaccaria che fece da sfondo al tricolore del Verona nella scorsa stagione, questa volta è stato il Germano Todoli di Cervia a sancire la meritata vittoria del Brescia di Milena Bertolini.

 

La squadra bresciana ha terminato con un inappellabile 0-8 sul già retrocesso Riviera di Romagna un campionato vissuto da protagonista ed in modo autoritario, avviato con qualche colpo di tosse di troppo prima di riuscire ad ingranare le marce alte ed involarsi in una fuga durata dall'undicesima giornata di campionato fino ad oggi. Il primato, prima in coabitazione fino alla quindicesima giornata, poi in solitudine dalla sedicesima alla fine del campionato, è l'emblema di una squadra che ha saputo tirare fuori gli artigli nonostante uno svantaggio che era salito a 5 punti dopo la settima giornata.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

resroma formazione1516

 

Un gol di Claudia Palombi al ventiquattresimo del primo tempo, consente alla Res Roma Move Up di battere il Mozzanica e di chiudere al settimo posto il campionato di serie A, conquistando la terza salvezza consecutiva al termine di una stagione difficile, caratterizzata da alti e bassi e da diversi risultati a sorpresa, sia in positivo che in negativo. La Res Roma doveva vincere e nonostante il Mozzanica sia sceso in campo con grande determinazione, e abbia dimostrato tutto il suo valore, le giallorosse hanno buttato il cuore oltre l'ostacolo, lottando su ogni palla e dimostrando di essere una squadra compatta che non molla mai.
Mister Melillo ha dato fiducia alla giovane Palombi che ha ripagato in pieno siglando un altro gol che vale 3 punti d'oro, esattamente 15 giorni dopo l'altro gol decisivo siglato contro il Vittorio Veneto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

sanzaccaria1516
Il San Zaccaria chiude la stagione 2015/2016 così come lo aveva iniziata: con un pareggio in trasferta sulle Alpi. Si inizio con l'1-1 di Tavagnacco, si chiude con il 3-3 di Bolzano contro il Südtirol, già retrocesso in Serie B con un turno d'anticipo e fanalino di coda della classifica. Ravennati che invece ottengono il 6° posto finale in Serie A, migliorando così il 9° posto della passata stagione.
Mister Piolanti deve rinunciare alle infortunate Pugnali e Piemonte, oltre al portiere Tampieri. Tre le giovanissime in campo dal primo minuto nelle fila biancorosse: esordio assoluto per Alessia Prenga e prima da titolare per Linda Casadio, che aveva esordito in massima serie appena due settimane fa. Tra le giovani della primavera, in campo anche Francesca Barbaresi dal primo minuto, mentre in panchina c'è per la prima volta il portiere Alessandra Parrella. La prima occasione del match è per Alessia Longato, che però non inquadra la porta, ma a passare in vantaggio per primo è il Südtirol:

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!