Lunedì, 17 Febbraio 2020
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Stagione 2007/2008

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nell’ultimo turno di campionato le ragazze biancorosse vogliono dimenticare l’ultima negativa trasferta e chiudere in bellezza un buon campionato in cui sono partite solo per la salvezze e concluso con un bel sesto posto. Avversario ormai retrocesso ma voglioso di ben figurare ma l’EDP in pochi minuti nonostante assenza importanti o titolari in panchina impone il proprio gioco e mette al sicuro il risultato. Al primo minuto subito in rete Tagliabracci lanciata da Rosciani,entra in area e supera il portiere ospite con un bel pallonetto. Due minuti dopo gran tiro di Mastrovincenzo parato in angolo dall’estremo leccese vera protagonista della partita con continui miracoli ma che viene battuta di nuovo al decimo dalla Tagliabracci che su punizione della Zambonelli si infila nell’area ospite e di testa insacca. Al ventesimo Zambonelli sola davanti al portiere che in uscita respinge così come pochi minuti dopo sul tiro della punta jesina si salva in angolo. Netta è la superiorità jesina e le occasioni fioccano fino allo scadere quando Mainardi entra in area ma viene atterrata con conseguente calcio di rigore realizzato dalla Zambonelli.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Spett.le A.C.F.D. Venezia 1984 Egr. Presidente Franco Saramin e.p.c. A tutte le società del girone A Mi voglio congratulare con lei e con tutto il suo staff tecnico e in modo particolare con le sue giocatrici per la vittoria del Campionato di Serie A2 e quindi della vostra promozione nella massima serie nella prossima stagione. Sono onorato di aver partecipato con la mia squadra in questo girone, che ha visto la partecipazione di molte ottime squadre, tant’è che il Campionato si è deciso solo all’ultima giornata al fotofinish, questo a conferma dell’equilibrio dei valori dimostrati sul campo da molte Società, a differenza dell’altro girone del Campionato si Serie A2, dove già a 5 giornate dalla fine una squadra aveva matematicamente vinto il relativo girone con conseguente promozione in Serie A. Un girone il nostro, che ha visto onorare sul campo quei valori di lealtà e sportività che dovrebbero sempre contraddistinguere il nostro sport, e che alcune malelingue avevano messo in dubbio. Un complimento quindi alla vostra Società per il traguardo raggiunto, e a tutte le altre squadre che hanno partecipato, per il loro impegno e la loro correttezza dimostrata sia in campo che fuori dal campo di gioco. A tutti un augurio per la prossima stagione. Il Presidente Giuseppe Cesari

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Nell'ultima giornata di serie A2 il Brescia fra le mura amiche supera meritatamente per 3-2 il Como classificandosi alla fine al terzo posto con 34 punti dietro il Venezia che sorprendetemente ha vinto il campionato imponendosi contro il Graphistudio Campagna ed approfittando dello scivolone dell'ex capolista Mozzanica, così secondo a due lunghezze, a Sampierdarena. Per la cronaca parte bene il Brescia che appare pimpante a differenza delle avversarie che sembrano sonnecchiare. Nei primi minuti prima Manzoni quindi Gritti mettono i brividi a Ranzani. Al 17' Manzoni sfiora il palo. Il Brescia fa la gara ma è il Como a passare in vantaggio al 25' grazie ad un tiro-cross di De Carli che beffa Carminati ed è 1-0 per le comasche. Da qui alla fine sale in cattedra Miranda ma i suoi assist non sono portati a buon fine prima da Vezzoli quindi da Gritti e si va così al riposo con l'1-0 ospite molto generoso. Nella ripresa il copione non cambia con il Brescia padrone del gioco che al 7' spreca una ghiotta occasione con Gritti che servita da Miranda e scavalcata il portiere ospite calcia incredibilemente a lato con la porta vuota davanti. Entra Rajka Previtali e la difesa del Brescia passa a tre con il gioco che ne risente ancora di più positivamente. Le azioni da gol fioccano per le padrone di casa che al 18' con Gritti abile a sfruttare un'azione insistita raggiungono il meritato 1-1.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
E' calato il sipario sulla cadetteria del gentil sesso calcistico. Con la ventiduesima giornata anche il girone E chiude i battenti assegnando gli ultimi verdetti. La già promossa meritatamente in A-2 Calciosmania Napoli ha chiuso la stagione con la passerella finale casalinga battendo di misura il Campobasso mentre l'Atletic Montaquila si è classificata seconda forza grazie all'1 a 1 casalingo contro l'Acese. Il terzo gradino del podio, invece, va alla veterana Salernitana che supera per 1 a 0 in trasferta proprio l'Udv Argentanese. Esaresi che non sono riuscite nell'impresa di terminare la stagione in bellezza. Pareggia, invece, per 1 a 1 la Cascina Cus Cosenza, gol di Conte, sul campo della già retrocessa Real Marsico e festeggia la salvezza piazzandosi in quartultima posizione. In effetti, le cussine, conti alla mano, erano già salve anche in caso di classifica avulsa evitata in virtù del successo del Centro Ester Napoli che sul suolo amico nello scontro diretto, versione spareggio, ha battuto 1 a 0 la Pink Sport Time Bari che è la terza retrocessa in C al pari delle già regresse R. Marsico e Cavaliere Matera.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
IL GIOIELLO FIRENZE DICE ADDIO ALLA SERIE A Sconfitte da un forte Torino, lasciano dopo due anni di permanenza la massima serie. Dopo due anni di permanenza nella massima serie il Gioiello Firenze dice alla fine addio alla serie A. La formazione viola è stata sconfitta per 2-0 in trasferta dal Torino, che si è dimostrato più forte come vuole la classifica e non ha fatto sconti. In vantaggio già nel primo tempo al 9’ con un rigore, forse generoso, concesso per una spallata di Benucci a Zorri le granata hanno raddoppiato al 18’ della ripresa con Sodini autrice di una prodezza dalla distanza. Anche una vittoria del resto alla formazione viola non sarebbe bastata in virtù del pareggio per 2-2 del Chiasiellis sul terreno della Reggiana e della vittoria del Trento per 2-0 maturata già nei primi 45 minuti di gioco in Friuli col Tavagnacco. Il campionato delle viola si conclude con il bilancio di 4 vittorie, 3 pareggi e 15 sconfitte con la squadra gigliata che chiude come fanalino di coda della classifica, con due allenatori che hanno guidato la squadra che è andata a segno con sole 6 atlete sulle 22 che hanno messo piede almeno una volta in campo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il Torino chiude questa stagione travagliata con una vittoria convincente e che fà ben sperare in vista del ritorno degli ottavi di finale di coppa Italia contro il Fiammamonza. Il primo tempo oltre il gol c'è poco altro da racaccontare, se non quando al 6' min.Maura Bruno sola davanti al portire sbaglia clamorosamente il tiro mandando fuori la palla. Ed allora eccoci arrivare all'8' min. quando Tatiana Zorri ricevuta palla in area si smarca dal difensore viola, ma viene falciata di netto. E' rigore ineccepibile! e la stessa Zorri si incarica di batterlo. Parte il fischio dell'arbitro e la granata dagli undici metri tira alla destra del portiere che intuisce il tiro, ma non ci arriva. E' 1-0. Da quel momento comincia da parte delle nostre ragazze un evidente dominio sulle avversarie, non riuscendo però ad essere mai pericolose sotto porta. Di tutt'altra stoffa il secondo tempo da parte delle granata: già al 3' la Sodini sfiora il gol con un forte rasoterra che finisce di poco fuori e dopo due pericoli corsi nel giro di due minuti si arriva al 2-0: siamo al 18', Simona Sodini riceve palla in area, la ferma si gira e tira in porta un bolide tanto forte quanto preciso che diventa imparabile per la Frediani.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
PER L'ASD LUDOS PALERMO LA SALVEZZA PASSA PER LA DOPPIA SFIDA DELLO SPAREGGIO SALVEZZA NON BASTANO 2 GOLDI BUTTACCIO, PALERMITANE SCONFITTE IN CASA DAL TERME CERVIA PER 4-2 A CONTENDERE LA PERMANENZA IN A/2 ALLE SICILIANE SARANNO LE SARDE DEL VILLAPUTZU Non riesce l'Asd Ludos Palermo a evitare lo spareggio salvezza all'ultima giornata del campionato di Serie A/2 (Girone B). Le palermitane sono state sconfitte in casa per 4-2 dal Terme Cervia. Le reti che decidono la partita portano le firme di Anselmi al26’, Buttaccio al 45’, Di Marco al 73’, Magnanti all'85’, Pasquinelli al 92’ e ancora Buttaccio al 93’. La contemporanea sconfitta del Packcenter Imola in casa contro la Roma ha permesso alle siciliane di mantenere il terzultimo posto e guadagnarsi la possibilità di giocarsi la salvezza nellospareggio, con partita di andata e ritorno, contro le sarde del Villaputzu. La prima palla gol capita sui piedi dell’Asd Ludos Palermo dopo una decina di minuti. Buttaccio raccoglie un lungo lancio dalla sua metà campo, entra in area dalla destra, ma la sua conclusione viene deviata in angolo. Al 23’ la replica del Cervia con Di Marco che entra in diagonale in area, ma la sua conclusione viene parata da Tusa.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Chi di rigore ferisce di fuorigioco perisce Nell’ultima gara della stagione le nerazzurre ribaltano il temporaneo vantaggio targato Daniela Stracchi trasformando elegantemente due penalty concessi. La Fiammamonza raggiunge il definitivo pareggio quando Stracchi dai venti metri esplode una conclusione imprendibile considerando inoltre il fatto che l’estremo difensore bergamasco Filippi si è visto coperto da giocatrici brianzole in evidente posizione irregolare. Il direttore di gara Lorenzo della sezione di Lodi, in compagnia del primo assistente di linea Andresi, non ravvedono la clamorosa posizione concedendo un 2-2 che al tirar delle somme appare comunque equo. L’Atalanta chiude la stagione centrando il suo secondo pareggio del campionato (l’altro lo ottenne in Friuli sul campo del Chiasellis costretto ora allo spareggio salvezza col Trento), una divisione della posta che quanto meno permette alle atalantine di chiudere la stagione con un risultato positivo. Una cosa è certa: quando l’Atalanta vuole giocare è in grado di farlo indipendentemente dal valore delle varie antagoniste. La Fiammamonza infatti è una delle squadre più quotate della massima serie, eppure nessuno dei presenti al comunale di Almenno San Salvatore ha visto una reale differenza di valori.

Pagina 6 di 76

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!