Venerdì, 24 Maggio 2024
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Serie A2 2010-2011

Il Cuneo ingaggia Alessia Cobelli

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Il Cuneo ingaggia Alessia Cobelli

Ieri sera, mercoledì 2 marzo, ha firmato per il Cuneo Calcio Femminile la giocatrice Alessia Cobelli, centrocampista di fascia, classe 1984, ex Piossasco (serie B-A2), Alessandria (A2), Virtus Fossano (B), Juventus (B). La Cobelli in estate si è svincolata dalla Juventus e ha ripreso solo da un mese ad allenarsi in seguito all'operazione al ginocchio ma è già in una buona condizione di forma.

Intanto le cuneesi domenica avrebbero dovuto ricevere in casa l'Atalanta, per la terza giornata del girone di ritorno. Viste le recenti nevicate sarà difficile che il manto erboso dello stadio Paschiero sia agibile, quindi si prospetta il rinvio del match a data ancora da destinarsi.

 

A.W.

Lecce, Di Marino e Canonico in Nazionale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
carpisa-yamamay-logo_thumb307_LECCE, DI MARINO E CANONICO IN NAZIONALE, LA SQUADRA PRIMAVERA ALLA FASE FINALE NAZIONALE
I tre talenti della Carpisa Yamamay Napoli impegnati con le formazioni under 16, under 17 e under 19
Il periodo magico della Carpisa Yamamay Napoli continua anche a campionato fermo, con i successi del settore giovanile. La squadra Primavera, infatti, ha battuto 0-3 il Catanzaro nello spareggio valido per l'accesso alla fase finale nazionale del torneo (all'andata il risultato era stato di 6-1 per le partenopee), conquistando l'accesso agli ottavi di finale. Al prossimo turno le ragazze della Carpisa Yamamay Napoli affronteranno la vincente della sfida tra le prime classificate dei raggruppamenti di Sicilia e Sardegna.

Leggi tutto: Lecce, Di Marino e Canonico in Nazionale

Pordenone vuole tornare nell'Olimpo della serie A1

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

L'ottimo momento delle squadre friulane è confermato, oltre che dal buonissimo stato di forma di Graphistudio Tavagnacco e Chiasiellis in serie A1, anche dalla Graphistudio Pordenone, che comanda il girone B di serie A2. Un primo posto che ha del sorprendente: le neroverdi, infatti, pur se considerate tra le compagini più attrezzate del torneo, a inizio stagione non erano certamente indicate come le favorite per il primo posto, che dà accesso all'Olimpo del calcio femminile italiano. Mister Giovanni Cesarano ha saputo costruire un gruppo in grado di sovvertire i pronostici e anche se la stagione non è finita e nulla è stato conquistato, il bicchiere può tranquillamente essere considerato mezzo pieno. Protagoniste di un girone d'andata da incorniciare (eccezion fatta per le ultime due giornate, in cui sono arrivate altrettante sconfitte), le "ramarre" - nomignolo ereditato dai colleghi maschi del club della Destra Tagliamento - hanno catalizzato l'ensusiasmo degli appassionati locali, abituati a un passato ad alti livelli. Il definitivo trasferimento del club nella città attraversata dal fiume Noncello (sino allo scorso anno, infatti, la squadra portava il nome di Graphistudio Arba, un piccolo centro della provincia pordenonese), ha portato nuovi stimoli a tutto l'ambiente. Le ragazze, tra le altre cose, si allenano nel nuovo e modernissimo centro sportivo "Bruno De Marchi", una struttura che ha pochi eguali nel ricco Nordest. I presupposti per ottenere la promozione, quindi, ci sono tutti. Ne è pienamente consapevole anche lo stesso Cesarano, il quale alle sue giocatrici ha chiesto otto vittorie nelle ultime nove partite. La città, infine, meriterebbe un palcoscenico già calcato nel recente passato.

Massimo Pighin

L’Imolese strappa un pareggio nei minuti finali

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
claudiasogliaL'Imolese strappa un pareggio (2-2)  nei minuti finali nell'incontro casalingo contro l'Exto Schio. Giocando bene solo a sprazzi le ragazze guidate da mister Ademaro Mosconi sfruttano un calo di concentrazione delle avversarie, in vantaggio di due reti. Prima Claudia Soglia, classe '94, subentrata da poco a Silvia Casacci, al 45', accorcia le distanze e poi, due minuti dopo, Giulia Baldini impatta trasformando un rigore. Tutto sommato, viste le sconfitte di Bari e Marsala il punto conquistato è tanto di guadagnato.

Leggi tutto: L’Imolese strappa un pareggio nei minuti finali

Vicenza - Pink Bari 5-1

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
pink20102011_thumb_medium250_158Si e' fermata a Vicenza la striscia positiva della squadra barese : dopo sette risultati utili la Pink esce sconfitta con un pesante 5a1 .. la squadra di Isabella Cardone, che riconferma le iniziali 11 vittoriose con l imolese, al primo minuto e' già' sotto di un gol. Il Vicenza approfitta della momentanea inferiorità  numerica, con Biallo a bordo campo colpita dura al pronti via, e sigla il vantaggio proprio con un inserimento sul lato destro della difesa barese.  La Pink appare scarica, i reparti disuniti e come nella gara di andata il Vicenza e' abile ad approfittarne con precise e rapide manovre.

Leggi tutto: Vicenza - Pink Bari 5-1

Como 2000 - Oristano 5 - 0

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
carminatiAl comunale Belvedere di Como, va in scena la seconda  giornata di ritorno del campionato di serie A2 girone A.
Come atteso, le sarde giungono nel continente attente a non scoprirsi e per  colpire in contropiede con Fiori e Arzedi . Dal canto loro le comasche, non si lasciano ingannare dall'ampio risultato dell'andata e giocano attente e derminate.

Leggi tutto: Como 2000 - Oristano 5 - 0

Ben tornata vittoria

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
pordenone_thumb_medium250_173GRAPHISTUDIO PORDENONE – ENODORO MARSALA 6-0
PORDENONE. Archiviata con facilità la pratica Marsala con un netto 6-0 maturato nel corso dei 90 minuti di gioco, non uno di recupero. Ritorna così alla vittoria la squadra di Cesarano nonostante si trattasse di un incontro tra le squadre ai vertici opposti della classifica. Partita a senso unico, poco da dire dal punto di vista del gioco dove per novanta minuti l'assedio pordenonese, ieri in muta biancorossa, non ha dato respiro alla formazione del tecnico Chirco che per l'occasione schierava un 5-4-1 contro il 4-2-1-3 modulo caro al mister di casa.

Leggi tutto: Ben tornata vittoria

La Carpisa Yamamay Napoli non si ferma più

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

carpisa-yamamay-logo_thumb307_La squadra napoletana ha vinto 2-0 contro il Riviera di Romagna, la Primavera ipoteca la fase finale nazionale con il 6-1 al Catanzaro

Sabato perfetto per la Carpisa Yamamay Napoli di calcio femminile, che compie l’ennesima impresa del 2011 con la prima squadra e con la formazione Primavera mette una seria ipoteca sulla fase finale del campionato nazionale. La prima squadra ha battuto in casa 2-0, sul campo del Castello di Baia, il Riviera di Romagna, formazione seconda in classifica che fino a ieri non aveva mai perso in campionato. Un risultato di grande importanza, perché porta la formazione napoletana a soli 3 punti dalle rivali romagnole e a 5 dalla capolista Pordenone (che giocherà oggi) e dà grande fiducia alla squadra in vista delle prossime gare, portando a quattro la serie di vittorie consecutive nel 2011. La vittoria è arrivata grazie a una doppietta del bomber Valeria Pirone, che sale a quota 9 gol in campionato. La prima rete è arrivata a metà del primo tempo e ha permesso alla formazione di casa di gestire la gara, che è stata poi chiusa con il secondo gol personale del centravanti di Ercolano a tre minuti dalla fine.

 

 

 

Leggi tutto: La Carpisa Yamamay Napoli non si ferma più

Pareggio in rimonta per la Grifo Perugia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
grifoperugia20102011_250Pareggio in rimonta per la Grifo Perugia contro il Vis Francavilla. Orfane tra le altre della Costanti e della Principi le ragazze di Scapicchi sono scese in Puglia con l'intento di cercare una vittoria lontana cinque giornata, ma al triplice fischio finale si sono dovute accontentare di un punto. Due a due il risultato e avvio tutto in salita per le perugine. Al 17' infatti il Vis Francavilla è già in vantaggio: sfortunato intervento della Bordellini al limite dell'area, il pallone subisce una strana traiettoria e Caramia è lesta a raccoglierlo e a battere di precisione Monsignori. Neanche una manciata di minuti e le pugliesi trovano il raddoppio.

Leggi tutto: Pareggio in rimonta per la Grifo Perugia

Cuneo - Olbia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Cuneo - Olbia 2-3

L'Olbia si conferma bestia nera del Cuneo femminile e, dopo la vittoria dell'incontro di andata, si aggiudica anche il ritorno per 3 a 2.

Le ragazze biancorosse interrompono il trend positivo che durava da diverse giornate, terminato  domenica scorsa con il prestigioso pareggio sul campo della capolista Milan. Parte bene il Cuneo che mette in mostra subito una certa supremazia e dopo pochi minuti passa in vantaggio con Giorgis, brava a infilare il portiere ospite con un diagonale rasoterra.

Il goal spiana la strada alla formazione di casa che però non riesce a concretizzare due splendidi traversoni di Allena; l'Olbia risponde dalla distanza con una conclusione di Balestri che "bacia" la parte superiore della traversa e si perde sul fondo.

Al 20' l'episodio che determinerà le sorti dell'incontro, Campesi viene lanciata in posizione di fuorigioco ma il sig. Torsello, non di certo aiutato dall'assistente, commette il primo grave errore di giornata, che condizionerà l'intera partita, non fermando l'azione; con la difesa ferma in attesa del fischio dell'arbitro, Asteggiano tenta un'uscita disperata, atterrando in area di rigore la giocatrice avversaria, e per lei la partita termina inevitabilmente con il cartellino rosso.

Anche la De Paoli esce dal terreno di gioco per lasciare il posto al portiere di riserva Dutto, che subito dopo essersi infilata i guantoni viene infilata da Cuccu, su rigore.

Le cuneesi in dieci, cercano di organizzarsi, e nonostante l'inferiorità numerica, si rendono pericolose ancora una volta con Giorgis, che, da buona posizione, mette fuori. Al 35' Curioso con una splendida punizione, mette la palla sotto l'incrocio, e riporta le cose a posto, realizzando il temporaneo 2 a 1.

Nella ripresa la formazione sarda, scende in campo agguerrita per sfruttare appieno la superiorità numerica, ed al 7' Campesi scalda i guantoni di Dutto con un missile di collo pieno, ben sventato dal numero uno cuneese; poco dopo le stesse giocatrici si trovano a tu per tu, ma anche questa volta l'estremo difensore ha la meglio e mette in angolo.

L'Olbia assume il comando del centrocampo e schiaccia con insistenza le biancorosse nella propria metà campo, ed al 13' l'estremo difensore cuneese, riesce ancora nell'impresa di neutralizzare una conclusione ravvicinata di Balestri.

Ormai è un assedio, saltano le marcature e questa volta è la Manzoni a doversi rammaricare per la deviazione in angolo del portiere cuneese.

Il Cuneo si difende con i denti, e Cuccu infila il portiere in uscita, ma Curioso salva sulla linea di porta. Poco dopo arriva il pareggio di Hofer, che con una conclusione maligna infila Dutto.

Con orgoglio, le cuneesi si spingono avanti e Giordano lancia in profondità Sechi che da posizione defilata prova la conclusione che diventa un assist per Allena, ma il tiro dell'esterno termina alto sopra la traversa.

Al 41' una punizione di Hofer colpisce la base del palo alla destra di Dutto e attraversa tutta la porta; al 46' in pieno recupero, un fallo evidente sulla tre quarti, non viene sanzionato dall'arbitro e sugli sviluppi Campesi beffa il portiere con una conclusione non irresistibile e sigla il definitivo 3 a 2.

In campionato la triade di testa Milan, Como e Sestrese, rifila "cinquine" rispettivamente a Alessandria, Oristano e Juventus, mentre a sorpresa, l'Atalanta, cede i tre punti al Tradate.

Domenica prossima il campionato osserverà un turno di riposo, e alla ripresa, il 6 marzo, al F.lli Paschiero arriverà un'Atalanta in cerca di riscossa, per sperare ancora nella promozione.

Cuneo: Asteggiano (20' pt Dutto), Curioso, Vallauri, Naso, Giordano, Buzzoni, Allena, Figone (21' st Testa), De Paoli, Luciano, Giorgis (3' st. Sechi ). A disposizione: Marchisio. All. Cerato/ Bertoloni

Olbia: Mulas, Rinner, Balestri, Casu Sara, Guidet (21' st Mannoni), Deiana, Cuccu, Casu Samuela, Hofer, Ambrosio (9' st Manzoni), Campesi. A disposizione: Solano, Marongiu, Solano, Perfetto. All. Proserpio Marchetti Elena

Arbitro: sig. Torsello (Nichelino)

Marcatori: 3' Giorgis (C), Cuccu (O) Rig., 35' Curioso (C), 32' st Hofer (O), 46'st Campesi (O)

Ammoniti: Rinner (O), Buzzoni (C)

Espulsi: Asteggiano (C)

 

Diego Naso.  

 

Nella fotografia di A.Witzel: Campesi dell'Olbia e Vallauri del Cuneo

 

 

Pagina 7 di 45

Category

Author

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Firenze il 15 settembre 2016  n. 6032.
Direttore Walter Pettinati - PROMOITALIA Editore.

Please publish modules in offcanvas position.