Giovedì, 12 Dicembre 2019
appstore googleplay
windows store
bari empoli40 fiorentina florentia sangimi40 inter40 juve milan40 orobica40 roma40 sassuolo tava hellas verona40
iten

Serie B 2007-2008

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Non si può chiedere di più al cielo che sovrasta lo stadio comunale di Acerra. I fedeli tifosi si sono radunati qui per assistere alla prima giornata di ritorno che mette a confronto la Domina Neapolis e l’ UDV Argentanese orfani del loro presidente impegnato, per il bene della squadra, negli Stati Uniti. Sono trascorsi solo 6’ quando la Ferraro, grazie alla sua velocità, supera la non perfetta linea difensiva della Domina e sigla il vantaggio per la squadra ospite. Sarà una settimana dura per le ragazze di mister Antonio Romano che dovranno ripassare la tattica del fuorigioco! In quest’inizio di gara la squadra di casa sembra un po’ troppo distratta: è il 18’ e l’Argentanese si rende ancora pericolosa in contropiede ma Cuoco salva il possibile 0-2 con un’ uscita tempestiva. Dopo 25’ arriva la prima azione degna di nota della Domina: la protagonista è Maria Ponticello che si invola sulla fascia di sua competenza e dopo una serie di dribbling si trova a tu per tu con l’estremo difensore avversario, ma spreca tutto con un tiro fiacco che muore tra le braccia del portiere. La dura legge del goal mancato,goal subito, punisce la Domina che incassa lo 0-2 con un tiro non imparabile di Lorena Lorenzo in netta posizione di fuorigioco. La situazione non è delle migliori: dopo la prima mezz’ora di gioco il risultato è di 0-2 e le leonesse dovranno affrontare una partita tutta in salita. Ma è nel momento di maggior difficoltà che le nostre ragazze trovano lo spirito giusto per alzare la china e dopo neanche due minuti, su calcio di punizione battuto da Pota, Melissa Cary accorcia le distanze con un tiro al volo in area di rigore.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Arriva ad Alessandria, tra una fitta nebbia, la prima sconfitta in campionato del Montale, nonostante le ragazze di Oprandi abbiano dominato per intero la partita passano in svantaggio al 25’ per merito di Parodi, che trovandosi in presunta posizione irregolare, finalizza un lancio da centrocampo piazzando la palla alla destra di Maccari in uscita. Il momentaneo pareggio viene raggiunto nei primi minuti della ripresa da Fabbri che stoppa alla perfezione un lancio in profondità di Finelli e di pieno collo incrocia spiazzando il portiere. Allo scadere la beffa del raddoppio alessandrino sempre con Parodi che al 91’ è svelta a trafiggere la capolista dopo un batti e ribatti nella zona destra del limite dell’area. Da segnalare inoltre al 58’ una gran parata di Maccari che toglie dall’incrocio un’insidiosa punizione ed un palo di Fantoni su colpo di testa al 72’. Le modenesi restano in vetta nonostante la sconfitta ma l’Alessandria tiene aperto il campionato riportandosi sotto di 3 punti. Prossimo impegno tra le mura di casa dove il Montale ospita il Franciacorta.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Torna dopo oltre un mese il campionato di serie B di calcio femminile e la Carpisa Napoli riprende il suo cammino così come lo aveva interrotto, con una vittoria. Nella prima giornata del girone di ritorno le “tartarughine” hanno affrontato la trasferta contro il Cosenza, che ha creato maggiori difficoltà rispetto alla gara di andata: “Il Cosenza si è rinforzato rispetto a settembre – ha affermato il tecnico delle napoletane, Barbara Nardi - è una squadra molto organizzata dal centrocampo in avanti ed ha un pivot davanti alla difesa, Postorini, che fa girare molto bene la squadra”. La sfida è stata decisa a cavallo tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa, grazie alle reti di Criscuolo alla mezzora e di Esposito (subentrata a Starace nel primo tempo) dopo soli due minuti dall’inizio della seconda frazione. La Carpisa ha subito alcuni attacchi pericolosi delle calabresi nel corso della prima mezzora, riuscendo comunque a limitare i danni, ma a lungo andare ha imposto il proprio gioco, creando come al solito molte occasioni da rete, pur sprecando spesso davanti alla porta avversaria. L’allenatrice delle “tartarughine” sottolinea ancora una volta questo aspetto: “Abbiamo giocato bene ma purtroppo sia la Giannoccoli in un’occasione che Valeria Pirone, in altri tre casi, si sono trovate nella posizione migliore per concludere e non sono riuscite a segnare. La mancanza di lucidità sotto porta resta il nostro difetto, ma la squadra gioca bene e, visti anche alcuni problemi fisici, sono contenta così”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Che partita! Una grandissima Alessandria riesce a compiere una vera e propria impresa imponendo al Montale la sua prima sconfitta in campionato. In mezzo ad una nebbia fitta, le ragazze di Pino Primavera lottano dal primo all'ultimo secondo e strappano 3 punti alla capolista che così vede ridursi il vantaggio a soli 3 punti. Mattatrice del pomeriggio è Francesca Parodi che realizza una meravigliosa doppietta con un gol per tempo e grandi prove di tutte soprattutto della difesa che regge con disinvoltura l'urto di un attacco atomico come quello emiliano.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Recupero negativo per l'Udv Argetanese che in trasferta perde 3 a 1 contro la Salernitana. Nel solito pantano del “Vestuti” di Salerno, per il recupero dell'undicesima giornata d'andata non disputato lo scorso 16 dicembre causa neve, le esaresi vengono superate con l'unica marcatura di marca ospite fruttata da un autorete delle granatine su assist di Scerra. Tante le assenze pesanti tra le file argentanesi tra cui Vaccaro, Greco, Carpelli e Boccino che ne hanno condizionato la prova. Per fortuna non c'è tempo per pensare alla sconfitta perché domenica l'Udv è attesa dalla nuova trasferta di Napoli contro la Domina Neapolis Acerrana. Intanto, per il secondo turno d'andata di serie C la gara tra l'Udv, fuori classifica, e Real Cosenza sarà giocata giovedì sera alle 20:30 a Fagnano. E sempre giovedì per la B, invece, si recupera Campobasso-Real Marsico mentre il recupero della Cascina Cus Cosenza, sempre dello scorso 16 dicembre, contro il R. Marsico è fissato per domenica 17 febbraio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
INIZIA IL NUOVO ANNO DELLA CARPISA NAPOLI DERBY CON L’ACERRANA IN COPPA ITALIA Riprende la stagione della squadra del presidente Carlino con il quarto impegno in Coppa Italia contro la Domina Acerrana e con gli auguri del centrocampista della Juventus, Antonio Nocerino Riparte il cammino della Carpisa Napoli, che finora è riuscita a mantenere l’imbattibilità stagionale, ottenendo numerosi record nell’anno solare 2007; e l’anno inizia con l’augurio speciale del centrocampista della Juventus, Antonio Nocerino, nato a Santa Lucia e napoletano d.o.c.: “Queste ragazze stanno disputando una grande stagione e, poiché spero sempre che almeno una squadra napoletana possa vincere un campionato, mi auguro che questa fortuna possa capitare quest’anno anche alla Carpisa Napoli, così da avere due squadre partenopee in serie A nel calcio”. La stagione delle tartarughine riprende con la quarta sfida del girone O di Coppa Italia, che le ha viste finora imporsi nelle tre gare giocate, guidando con 9 punti la classifica del girone (15 gol fatti e solo 1 subito), e che, in caso di vittoria nella prossima gara, darà alla squadra la matematica qualificazione al secondo turno.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
, in versione recupero. Dopo l'ultimo turno, di giorno 16 dicembre, non disputato quasi in toto, causa neve e maltempo, ieri era in programma la gara tra Campobasso e Real Marsico, dello scorso 18 novembre, non disputata ancora una volta causa neve. E proprio per via di questo match già programmato le quattro dispute di domenica 16 dicembre sono state scaglionate in più date. Per il recupero dell'undicesima giornata d'andata, in effetti, ieri si è disputata solo Domina Neapolis Acerrana- Cavaliere Matera finita 1 a 0 per le padroni di casa. Per le due rappresentanti calabresi, invece, altre date e il Cus Cosenza dovrà giocare il proprio match proprio contro il R. Marsico, il 17 di febbraio 2008. Stesso discorso vale per Campobasso-Calciosmania ma anche per Salernitana-Udv Argentanese per cui ancora non si conoscono le date di recupero.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Dopo il rinvio della scorsa settimana la Domina recupera la gara con il Cavaliere Matera, e chiude così il girone d'andata del suo primo campionato in cadetteria. E' la prima gara che si gioca dopo le vicissitudini occorse sulla panchina della squadra granata, al cui posto di controllo siede pro-tempore il preparatore atletico Giannotti. Nonostante queste le ragazze acerrane non partono intimorite, ma cominciano subito tenaci pronte a giocarsi la partita. La coppia Maione-Balletta in avanti si trova molto bene, ed è anche assistita bene da un centrocampo solido che vede sia negli interni sia negli esterni sprazzi di qualità; e infatti è proprio Maione al 19' con un gran tiro dalla distanza a dare l'illusione del gol. Al 21' è ancora uno scambio Balletta Maione a mettere l'attaccante numero 21 della Domina davanti al portiere; il tiro di Valenti però finisce al lato. La Domina produce gioco anche sulle fasce, e al 26' è Pierno che si rende protagonista di una bella discesa sulla sinistra che si conclude con un tiro che il portiere blocca in due tempi. Dopo tanto patire arriva finalmente al 31' il gol, con Balletta che si gira al limite dell'area e lascia partire un tiro angolato che muore alle spalle del portiere del Matera. Il vantaggio non placa le ragazze guidate da Giannotti che hanno ancora una volta in Maione la loro finalizzatrice, purtroppo però la giocatrice non trova lo specchio. Su queste azioni si chiude il primo tempo con la Domina che ha giocato bene mantenendo un buon ritmo e rischiando praticamente nulla. Il secondo tempo si apre e la la squadra di Acerra continua la pressione alla ricerca del gol della sicurezza. Nella seconda frazione le ragazze in maglia granata provano con maggiore continuità il tiro dalla distanza; la soluzione è buona ma prima Cary, poi Novellino, ed infine Cennamo riescono solo ad impensiere il portiere avversario senza però centrare il bersaglio grosso. La panchina del Cavaliere è oltremodo corta e, purtroppo per le lucane, non c'è possibilità di cambiare le carte in tavola; il gioco quindi rimane in mane alla Domina che continua a cercare il secondo gol ma sia Balletta che Ponticiello non riesco a fissare il risultato. Il fischio finale libera comunque la gioia delle ragazze di casa che tornano al successo dopo due giornate, meritando i tre punti dopo aver dominato per 90' non concedendo spazi alla squadra lucana. Alla fine del match c'è da segnalare l'interessante iniziativa della Domina che introduce anche nel calcio femminile il "terzo tempo"; così come successo al Franchi di Firenze qualche settimana fa, anche le ragazze acerrane si fermano prima dell'ingresso negli spogliatoi per salutare le avversarie denotando grande senso dello sport.

Pagina 8 di 16

Category

Author

No Results Found

Ricerca Articoli

Keyword

Category

Author

Date

calciodonne252

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Firenze, n. 6032 del 15 Settembre 2016, con direttore Giancarlo Padovan.

Newsletter

Subscribe to our newsletter. Don’t miss any news or stories.

We do not spam!